Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Dário Essugo: talento portoghese classe 2005

Dário Essugo: talento portoghese classe 2005

0
Dário Essugo: talento portoghese classe 2005
Dario Essugo, ennesimo "gioiello" del vivaio dello Sporting Lisbona. (Fonte foto: instagram)

Scheda giocatore

  • Nome: Dário Cassia Luís Essugo
  • Classe: 2005
  • Ruolo primario: Mediano/regista - Altri ruoli: Centrocampista centrale / Mezzala
  • Data di Nascita: 14/03/2005
  • Nazionalità: Portogallo
  • Altezza: 179 cm.
  • Piede: Destro

Dário Essugo

Dário Essugo, mediano classe 2005 dello Sporting Lisbona, nella giornata di ieri ha debuttato con la maglia dello Sporting Lisbona a soli 16 anni e 6 giorni, diventando il più giovane esordiente nella storia del club portoghese.

Il giovane talento lusitano è entrato in campo all’84esimo al posto del suo idolo Joao Mario nella vittoria per 1 a 0 contro il Vitoria Guimaraes. L’emozione del ragazzo è stata talmente forte che al termine della partita è scoppiato in lacrime, venendo abbracciato dai compagni di squadra.

Dário, che aveva firmato il suo primo contratto da pro il 17 marzo (3 giorni prima del debutto), è l’ennesimo giovane talento lanciato nel professionismo dal tecnico Rúben Amorim, il quale ha dimostrato di attingere a piene mani dal sempre florido vivaio del club di Lisbona. Il prospetto biancoverde è da tempo considerato uno di migliori elementi del settore giovanile e, non a caso, è stato impiegato costantemente sotto età (è passato dall’U17 alla prima squadra in “un colpo solo”).

Essugo ha realizzato così il sogno che aveva da fin da bambino, quello di esordire per la squadra del cuore, un’aspirazione che aveva fin dai tempi dell’UDR Santa Maria, piccolo club dove ha iniziato a giocare a calcio e da dove è stato prelevato dallo Sporting nel 2014.

Come già detto, Essugo ha fatto la storia allo Sporting de Portugal, diventando il più giovane calciatore a debuttare con i “Leões” davanti a Santamaría, difensore che ha debuttato il 23 gennaio 1999, a 16 anni, 11 mesi e 12 giorni, e anche prima di Marco Caneira, ex Valencia, che aveva 17 anni e un giorno quando fece il suo debutto. Ha persino superato il record di precocità che apparteneva ad un certo Cristiano Ronaldo (17 anni, 6 mesi e 9 giorni).

“È una sensazione indescrivibile, che ho sempre aspirato e sognato. Devo ringraziare tutti. È solo l’inizio, devo continuare a lavorare e aiutare il club a raggiungere i suoi obiettivi. È diverso giocare a livello senior. I compagni mi hanno sostenuto e così mi sono rilassato un po’”, ha dichiarato il ragazzo di origine angolana ma nazionale giovanile portoghese (ha anche vinto la CONCACAF U15).

Caratteristiche tecniche e tattiche

Dário Essugo è un mediano che abbina ad una buona fisicità un altrettanto valida tecnica di base.

Dinamico (copre una grossa porzione di campo), preciso nei passaggi ed in possesso di una buona visione di gioco, non si limita allo svolgere il compito di diga davanti alla difesa, ma si proietta con una discreta frequenza anche nella metà campo avversaria.

Ha un buon passo e un sensibile tocco di palla, ma sa anche essere duro, aggressivo e deciso in fase d’interdizione riuscendo a recuperare un gran numero di palloni dando grande equilibrio alla squadra.

In possesso di buone capacità balistiche, Essugo sa rendersi pericoloso dalla media-lunga distanza, oltre ad essere preciso nei lanci lunghi e nei cambi di gioco. Mobile, gioca ad alta intensità, una qualità molto importante che gli ha permesso di adattarsi abbastanza bene ai ritmi dei professionisti.

Alto quasi 180 cm., Essugo ha una struttura corporea potente e abbastanza massiccia che lo rende già performante anche quando gioco contro avversari più esperti di lui.

Ha una forte personalità, è un leader della squadra, un giocatore grintoso che trascina il resto della sua squadra con la sua intraprendenza.

Tatticamente il suo ruolo è quello di mediano, ma è stato impiegato anche da mezzala e da centrocampista centrale avanzato.

(Fonte foto: Instagram)

 

 

Analisi finale

  • Punti di forza: Fisicità
    - Tecnica
    - Visione di gioco
    - Dinamismo
    - Intelligenza tattica
    - Interdizione
    - Capacità balistiche
    - Personalità (aggressività)
  • Punti di debolezza: Può perfezionare il sinistro - Dovrebbe essere meno irruento in certe occasioni
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Fernandinho

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui