Rami Hajal: talento svedese classe 2001

INFORMAZIONI: Rami Hajal

Nome: Rami Hajal
Ruolo: Trequartista, mezzala destra/sinistra
Data di nascita: 17/09/2001
Altezza: 183 cm.
Piede: Destro

Rami Hajal

Rami Hajal è uno di quei talenti che hanno fatto un lungo percorso per poter riuscire ad esordire in un importante campionato come l’Eredivisie.

Partito all’età di 2 anni da Beirut, in Libano, con la sua famiglia (genitori, fratelli e sorelle), Hajal è cresciuto in Svezia, si è formato calcisticamente nel Falkenbergs FF (dove giocando sotto leva con l’U19 aveva messo a segno 4 reti in 4 match), per poi venire tesserato dall’Heerenveen nel 2018 dopo un periodo di prova.

“Due fratelli di mia madre vivevano già in Svezia. Ma non era questo il motivo del mio trasferimento, perché anche mio padre ha due fratelli che vivono in Francia. I miei genitori hanno sentito belle storie sul paese, quindi hanno deciso di andarci. Non avevo voce nel capitolo, perché riuscivo a malapena a parlare”, afferma il trequartista di passaporto svedese-libanese a frieschdagblad.nl.

Ogni anno la famiglia di Hajal visita la sua terra d’origine in estate. “Il Libano è nel mio cuore. Non esiste una guerra costante, ma ci sono molti conflitti politici. Non è nemmeno pericoloso essere lì. Ci andiamo ogni estate perché abbiamo ancora molti famigliari che vivono lì “, afferma Hajal, che fa parte della squadra nazionale svedese Under 19.

“Mi sento libanese e ne vado fiero. Ma sono anche orgoglioso di essere uno svedese. Forse un giorno dovrò fare una scelta. È difficile, perché una volta che hai scelto, non puoi tornare indietro. Devi prendere una decisione definitiva”. (tratto da frieschdagblad.nl)

Ad Heerenveen, Rami è stato ospitato da una famiglia locale che vive a pochi passi dal campo di allenamento (5 minuti di bicicletta), studia con profitto e ha l’obiettivo di iscriversi all’università. (tratto da frieschdagblad.nl)

Nell’Academy del club frisone, Hajal si è particolarmente distinto con la squadra U19, con la quale ha messo a segno 11 reti e un assist in 25 presenze e con l’U21 dove ha segnato 3 reti e sfornato un assist in 9 caps.

Uno score che gli ha permesso di ottenere la chiamata con la prima squadra, con la quale aveva già svolto precedentemente il ritiro in Spagna e il successivo esordio in occasione della partita contro il Feyenoord del 18 gennaio scorso.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Il responsabile tecnico Gerry Hamstra aveva commentato così l’arrivo di Hajal. ”Con l’acquisizione di Rami, i nostri scouting dimostrano che abbiamo un occhio particolare per lo scouting dei giocatori scandinavi. Rami è un centrocampista offensivo di piede destro e tecnicamente abile. È un buon rinforzo per la nostra selezione di U19 “. (tratto da sc-heerenveen.nl)

Rami Hajal è un trequartista dotato di una buona tecnica di base, di capacità balistiche e di una discreta visione di gioco.

Elegante nelle movenze, in possesso di una velocità normale, sa rendersi pericoloso dalla media lunga distanza e su calcio piazzato.

Pur essendo di piede destro sa disimpegnarsi sufficientemente bene anche con il mancino, è bravo nella conduzione della sfera e sa proteggere bene l’attrezzo del mestiere.

Ha nel suo bagaglio tecnico un buon lancio che gli consente di dare una notevole verticalità al gioco della sua squadra, risultando decisivo anche in fase di assistenza.

Ama agire tra le linee, è un giocatore creativo, di qualità, che sa dare tanta imprevedibilità alla manovra della sua squadra.

Fisicamente longilineo, può ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea, in modo tale da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

Timido fuori dal rettangolo verde, in campo Hajal dimostra una forte personalità, smarcandosi continuamente e non mostrando paura nel tentare le giocate più difficili.

Tatticamente il suo ruolo è quello di trequartista in un 4-2-3-1 o la massimo mezzala offensiva in un 4-3-3.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, visione di gioco, capacità balistiche, calci da fermo, controllo di palla, dribbling, personalità, protezione della palla, assist, passaggi filtranti.
Punti di debolezza: Può ulteriormente rafforzarsi fisicamente e velocizzarsi un po’.
A chi somiglia: Selim Amallah
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: frieschdagblad.nl)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *