Nico Melamed: talento spagnolo classe 2001

INFORMAZIONI: Nico Melamed

Nome: Nicolás “Nico” Melamed Ribaudo
Ruolo: Ala sinistra, trequartista
Data di nascita: 11/04/2001
Altezza: 174 cm.
Piede: Destro

Nico Melamed

Nico Melamed è il primo giocatore nato nel 21 ° secolo a indossare la maglia dell’Espanyol: il giovane esterno offensivo, che può essere impiegato anche da trequartista, ha anche sfiorato il gol in occasione del debutto in prima squadra in Europa League contro il Lucerna. Era il 15 agosto scorso, quando è subentrato nel secondo tempo al posto di Matías Vargas nella vittoria casalinga per 3-0.

“Fin da piccolo ho sempre sognato di debuttare un giorno con la prima squadra. Cosa c’è di meglio che farlo ieri davanti ai nostri fan vincendo in Europa League”, ha dichiarato il giovane talento.

Nico (così viene chiamato dai tifosi del club catalano) è nato Castelldefels da una famiglia di origini argentine (Claudio Melamed e Adriana Ribaudo) e, suo nonno Felipe Ribaudo aveva partecipato a quell’impresa del “Pincha” in Inghilterra, essendo stato un giocatore chiave dell’Estudiantes vincitore della Coppa Intercontinentale del 1968 contro il Manchester United di Sir Matt Busby e di George Best.

Melamed è entrato a far parte della cantera del settore giovanile dell’Espanyol nel 2013 (nonostante fosse seguito dal Barcellona ha scelto di vestire i colori della squadra del cuore), dopo che in precedenza aveva rappresentato l’Unió Esportiva Cornellà (dove hanno giocato anche Jordi Alba e Keita Baldé) e l’Atlètic Vilafranca.

Ha fatto il suo debutto senior con le riserve il 17 febbraio 2019, nel pareggio in trasferta 1–1 della Segunda División B contro SD Ejea. Il talento iberico ha rinnovato il suo contratto con i Periquitos (uccellini) il 29 aprile 2019, firmando fino al 2023.

Successivamente ha segnato il suo primo goal tra i senior il 5 maggio 2019, mettendo a segno la seconda marcatura della sua squadra nella vittoria per 2-0 contro l’ex squadra del Cornellà; così facendo, Nico è diventato il primo giocatore del 21 ° secolo a segnare per Espanyol in qualsiasi categoria senior. Il resto è storia di qualche mese fa, con il debutto tra i grandi nella già citata partita di EL.

Nico Melamed è da tempo considerato uno dei migliori prospetti delle cantera dell’Espanyol, si è messo in luce nella squadra B totalizzando 39 presenze e 9 gol (7 nell’ultima stagione) venendo convocato nell’Under 19 delle “Furie Rosse”, con la quale ha collezionato 2 caps (in precedenza è stato anche nel giro dell’U17).

Lionel Scaloni, DT della “Selección”, ha già chiesto di lui, sebbene sia già stato convocato nelle Under spagnole, può ancora essere nazionalizzato. Proprio come fece Tocalli con un certo Lionel Messi, l’idolo di Nicolás, l’Argentina non vuole perdere l’occasione.

Le sue qualità non sono passate inosservate alle grandi società calcistiche europee e, secondo il noto giornalista di Sky Gianluca Di Marzio, il giocatore dell’Espanyol ha attirato l’attenzione di Barcellona, ​​Real Madrid, Bayern Monaco e Chelsea.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Nico Melamed è un giocatore versatile tatticamente che, quando è stato impiegato in prima squadra, ha agito nel ruolo di esterno offensivo di sinistra.

Nella squadra B dell’Espanyol e nell’U19 spagnola, ha anche ricoperto la posizione di mezzala offensiva/trequartista.

Giocatore brevilineo e dotato di baricentro basso, Nico è tecnico, abile nel dribbling, dotato di buone capacità balistiche e di una discreta visione di gioco.

Rapido ed in possesso di una buona accelerazione palla al piede, è il classico calciatore di scuola iberica, molto abile nel palleggio e sempre in continuo movimento alla ricerca del passaggio.

Ha un ottimo controllo e tocco di palla, la quale resta sempre incollata al suo “educato” piede destro. Ama indietreggiare sulla trequarti per impostare il gioco e per partire in progressione palla al piede quando agisce sulla fascia.

Fisicamente può rinforzare la sua struttura corporea, in modo da essere più performante nei contrasti spalla a spalla. Inoltre, può anche migliorare il sinistro, così da essere meno leggibile per i difensori avversari.

Ha una forte personalità, non teme le pressioni esterne, giocando con grande naturalezza e intraprendenza, come ha ampiamente dimostrato in EL.

Tatticamente duttile, Nico può ricoprire tutti i ruoli dietro la punta centrale oltre ad agire da mezzala dalle attitudini offensive.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, visione di gioco, capacità balistiche, passaggi, cambi di gioco, dinamismo, versatilità, personalità, controllo di palla, dribbling.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente, migliorare il sinistro e la fase difensiva.
A chi somiglia: David Silva (anche se mancino)
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: elequipo-deportea.com)

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *