Luka Romero: talento argentino classe 2004

INFORMAZIONI: Luka Romero

Nome: Luka Romero Bezzana
Ruolo: Trequartista, punta centrale
Data di nascita: 18/11/2004
Altezza: 165 cm.
Piede: Sinistro

Luka Romero

Già da circa un anno il nome di Luka Romero ha iniziato a circolare con una buona frequenza sui vari media di tutto il modo; su di lui ci sono grandissime aspettative, a tal punto da venire soprannominato “il nuovo Messi” o “mini Messi”.

Un paragone che è già costato caro ad altri talenti argentini che, nel recente passato, non sono riusciti a sopportare la pesante associazione come: Piatti, Buonanotte ed Iturbe.

Nato a Durango (in Messico) 15 anni fa, figlio dell’ex calciatore Diego Romero (nipote di un buon giocatore di calcetto e di un dirigente del Cervecero), che ha militato nell’ormai scomparso Alacranes de Durango della División de Ascenso, Luka si è trasferito a 11 anni in Spagna con tutta la famiglia (ha anche un fratello gemello di nome Tobías che fa il portiere), iniziando a giocare con il Saint Jordi e il Formentera (risale a quel periodo un video dove palleggia in spiaggia con Dani Alves).

Dopo aver messo a segno 230 gol en 108 partite, nel 2013 Horacio Gaggioli, l’intermediario che portò Messi al Barcellona, lo propone al Mallorca, al Villarreal e al Real Madrid (a 7 anni era stato cercato con insistenza dal Barcellona, ma essendo troppo giovane ed ancora extracomunitario non si fece più nulla).

Alla fine, dopo aver ottenuto il passaporto spagnolo (grazie alle origini del nonno) Luka ha optato per il Mallorca, ha firmato un contratto fino al 2023 ed è stato subito inserito nella categoría Cadete, diventando immediatamente il miglior realizzatore.

“Non avevo mai visto nulla di simile da quando lavoro nel settore giovanile”, ha dichiarato un tecnico del vivaio del Mallorca a Diario de Mallorca.

Nella cantera del club delle Baleari, Romero incanta tutti con il suo gioco fatto di giocate d’alta scuola, attirando l’attenzione di Barcellona e Real Madrid.

Essendo in possesso del passaporto spagnolo, messicano ed argentino, il giovane talento è stato conteso dalle tre diverse federazioni. La prima a farsi avanti è stata quella “azteca” ma, nella testa del ragazzo c’è sempre stato il desiderio di giocare con la maglia Argentina del suo idolo Messi così, nel luglio del 2018, Romero ha accettato la convocazione con la nazionale Under 15 “albiceleste” e, in seguito, è stato chiamato anche in Under 17.

Recentemente, Romero ha giocato la sua prima partita ufficiale con la maglia dell’Argentina Under 15 del c.t. Alejandro Saggese e, per l’occasione, Luka ha subito messo a segno un bel gol su calcio di punizione contro il Perù.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Luka Romero è un numero 10 dotato di una tecnica sopraffina, straordinario quando parte in accelerazione palla al piede, è in grado di superare in slalom 2-3 avversari, creando scompiglio nell’intero pacchetto arretrato avversario.

E’ evidente come cerchi si assomigliare il più possibile a Messi e, in effetti, ci sono molti punti in comune con l’asso blaugrana.

Trequartista molto dinamico, svaria su tutto il fronte offensivo, ma è quando parte dalla fascia destra, accentrandosi per andare al tiro con il mancino, che risulta essere ancora più devastante per le squadre avversarie.

Luka sa essere decisivo non sono in fase di finalizzazione, ma anche in quella di assistenza, preferendo far segnare i compagni (almeno così ha dichiarato).

Dotato di un tocco di palla “vellutato” e di notevoli capacità balistiche, sa essere decisivo su calcio di punizione e rigore.

Ha uno stile di gioco frizzante, fatto di continui scatti e giocate d’alta scuola; Romero è indubbiamente un talento puro, che incanta gli spettatori con le sue giocate d’alta scuola, facendo la differenza in ogni momento della partita.

Molto bravo nel proteggere la palla, in virtù del suo baricentro basso e della sua grande forza nelle gambe, Romero sa difendere la sfera con la maestria degna di un professionista.

Fisicamente normolineo, ma abbastanza massiccio (considerando la giovane età), non è per niente facile da spostare neanche per i difensori più prestanti.

In possesso di una spiccata personalità, Romero è un leader della sua squadra e, non a caso, è anche stato capitano delle diverse squadre giovanili dove ha giocato.

Tatticamente il suo ruolo è quello di trequartista, ma può anche agire da “finto nove” come il suo idolo Lionel Messi.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, dribbling, accelerazione palla al piede, visione di gioco, capacità balistiche, assist, personalità, tiri da fermo, controllo di palla.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente, migliorare il destro e il gioco aereo.
A chi assomiglia: Lionel Messi
Valutazione: 4,5/5

(Fonte foto: as.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *