Juan Sforza: 2002 – Argentina

Nome: Juan Sebastián Sforza
Ruolo: Centrocampista centrale, regista
Data di nascita: 14/02/2002
Altezza: 175 cm
Piede: Sinistro

BIOGRAFIA

Ennesimo prodotto del vivaio del club rosarino del Newell’s, Juan Sforza è stato il capitano della selezione Under 15 argentina che ha vinto il Sub 15 sudamericano lo scorso novembre. Nel club gioca per la formazione giovanile dell’octava division guidata dal tecnico Mauro Conocchiari, un gruppo formato da giocatori molto interessanti, nel quale è presente anche un altro ragazzo di buone prospettive, l’esterno difensivo Valentín Benítez. Nell’octava è stato il secondo miglior marcatore della squadra (il Newell’s si è piazzato quinto) con 9 reti stagionali, non poco per uno che di mestiere fa il centrocampista.  Juan è un ragazzo molto semplice, la sua vita è comune a quelle dei suoi coetanei che praticano sport a livello agonistico; scuola, allenamenti e soprattutto tanti sacrifici. Il suo sogno è quello di debuttare nella massima serie argentina e di vestire la maglia della nazionale maggiore “albiceleste”.
Sforza è stato già impiegato più volte sotto età nelle diverse squadre giovanili dei “leprosi”, palesando sempre una spiccata qualità tecnica e notevole personalità.
Il Newell’s ha da sempre una particolare predisposizione nel “lanciare” tra i porofessionisti ragazzi dal notevole talento, evidentemente da quelle parti sanno formare molto bene i giovani calciatori, talvolta facendogli svolgere anche particolari iniziative extracalcistiche, proprio come è successo a Sforza e ad alcuni suoi compagni.
Infatti, un giorno, dopo gli allenamenti il DT Bidoglio ha fatto dipingere ai ragazzi le pareti della pensione, questo per far capire l’importanza dei lavori umili e per far mantenere sempre i piedi ben saldi a terra, anche quando saranno dei calciatori professionisti.

CARATTERISTICHE TECNICHE E TATTICHE

Juan Sforza è un centrocampista con compiti di regia, un elemento in grado di dare ordine e profondità alla manovra della sua squadra; abile sia in fase d’impostazione, sia in quella d’interdizione, dove recupera palloni in modo determinato, mostrando la tipica “garra” argentina. In nazionale si è distinto particolarmente per le qualità di leader, non a caso era il capitano della squadra, ma anche per l’intensità con cui interpreta il suo ruolo, dove è stato spesso coadiuvato dal collega di reparto Ayala, in un modulo con il “doble cinco”, il classico doppio regista. In possesso di un lancio preciso, di un potente tiro dalla distanza, Sforza sa destreggiarsi molto bene negli spazi stretti, uscendo palla al piede, anche dalle situazioni di pressing intenso degli avversari. Ha una visione di gioco periferica ed inoltre non disdegna gli inserimenti offensivi, in sostanza è un giocatore completo, moderno, che sembra potersi adattare perfettamente a contesti agonistici più impegnativi come quelli europei.
Fisicamente normolineo, deve rafforzarsi un po’, ma è un aspetto normale per un ragazzo di soli 16 anni.

ANALISI FINALE

Punti di forza: Tecnica, leadership, visione di gioco, maturità tattica, capacità balistiche
Punti di debolezza: Deve rafforzare la sua struttura fisica
A chi assomiglia: Lucas Biglia
Valutazione: 4/5

(Fonte foto: fmlibre.com.ar)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *