Cesar Gelabert: 2000 – Spagna

Nome: César Gelabert Piña
Ruolo: Trequartista
Data di nascita: 31/10/2000
Altezza: 182 cm
Piede: Ambidestro 

BIOGRAFIA

Cesar Gelabert è stato uno dei migliori giocatori della rosa dell’Under 17 spagnola sia all’Europeo di categoria, sia al mondiale disputato lo scorso anno in India. In origine non era uno dei nomi più gettonati della squadra iberica; Ferran Torres o Sergio Gomez erano sicuramente molto più pubblicizzati, ma alla fine questo prospetto nativo di Palencia, si è guadagnato il posto da titolare a suon di belle prestazioni.
Cesar è un figlio d’arte, il padre Juanmi Gelabert, è stato un giocatore di livello medio che si guadagnava da vivere con professionalità in squadre come Palencia (dove aveva iniziato da bambino), Recreativo, Elche, Hercules, Cordoba, Siviglia e Sporting de Gijón. Juanmi è nato nel 1972 a Cala Ratjada, una bellissima cittadina sulla costa orientale di Maiorca situata nel comune di Capdepera. Il papà di Cesar lasciò presto l’isola e andò a Palencia, da dove provenivano sua madre e sua nonna. Lì è cresciuto come uomo e calciatore. Nel 2001 Juanmi ha anche giocato un Siviglia-Madrid, dove ha avuto la possibilità di confrontarsi con un certo Zinedine Zidane.
Come già accennato, Cesar è nato a Palencia, ma a Cala Ratjada lo considerano un altro Balearico. Il Real Madrid lo ha preso dalla cantera dell’Hércules, su consiglio di papà Juanmi, che nonostante in passato fosse stato un osservatore del Barcellona per la Costa Blanca, ha preferito indirizzare il figlio verso la capitale spagnola. A dire il vero, va ricordata l’importante mediazione di Alfredo Merino, che a quel tempo faceva parte dell’organizzazione tecnica del Real Madrid; il suo lavoro è stato determinante per battere la concorrenza blaugrana.
Attualmente Cesar Gelabert milita nella formazione Under 19 delle “merengues” ed è allenato da Guti, un giocatore che per certi versi lo ricorda molto da vicino: “È un allenatore molto esigente e, con i risultati ottenuti lo scorso anno, è normale che esiga così tanto da noi. Preferisco che sia duro con noi per continuare a migliorare.”
Inoltre, a Madrid Gelabert è sempre sotto l’occhio vigile di Zidane, che ha sempre avuto molta considerazione per i giovani talenti: “Vivo con grande entusiasmo questa situazione perché sai che un giorno potrai debuttare in prima squadra. È un incentivo. Prima senza Zidane, gli altri allenatori non si fidavano dei giocatori fatti in casa, ma da quando sono arrivati lui e il suo staff tecnico, c’è sempre un occhio fisso su di noi, vengono spesso a vederci in molti allenamenti …”
Il sogno di Cesar Gelabert è quello di esordire in prima squadra, magari giocando al fianco del suo idolo: “Ho sempre ammirato Cristiano e in questo momento lo sto ancora facendo. È molto ambizioso e cerca sempre il gol.”
A Madrid, Cesar vive nel convitto del club: “I miei genitori cercano di aiutarmi il più possibile. Vivo nella pensione del Madrid e abbiamo insegnanti che sanno come far combinare gli studi e gli allenamenti. Tutto può essere perfettamente combinato. Le strutture di Valdebebas sono le migliori che ci sono adesso nel mondo del calcio. Onestamente, penso che abbiamo la migliore cantera al mondo.”

CARATTERISTICHE TECNICHE E TATTICHE

“Di solito gioco come un playmaker. Sono abile, lavoratore e mi piace fare l’ultimo passaggio. La mia abilità speciale è il dribbling ed inoltre gioco con entrambe i piedi”, questa è la descrizione che fa di sé stesso Cesar Gelabert.
Effettivamente è stato onesto, Cesar è un giocatore dotato di una notevole tecnica di base, che ha come pezzo forte del suo repertorio l’assist. Normalmente si posiziona tra le linee, prende palla e appena ha la possibilità, sfodera dei passaggi smarcanti veramente geniali. Ha un buon tiro, un fisico longilineo (che però va rafforzato) e una spiccata capacità nella gestione della sfera negli spazi stretti, anche sotto il serrato pressing avversario, proprio grazie al suo dribbling “secco”.
Altro punto forte del suo ampio bagaglio tecnico, è la capacità d’inserimento senza palla nell’area avversaria; conoscendo bene i tempi di gioco, Cesar sa spesso farsi trovare al posto giusto nel momento giusto, ricevendo così con puntualità i passaggi dei compagni.
E’ un giocatore elegante, gioca a testa alta ed ha una visione di gioco periferica, sa far correre velocemente la palla, riuscendo a compensare così il suo maggiore difetto che è quello della velocità.
E’ un ragazzo umile, generoso, corre molto e talvolta non riesce a gestire bene le sue forze, non riuscendo così a completare tutte le partite.
Tatticamente è perfetto per svolgere il ruolo di trequartista in un 4-2-3-1, ma in una squadra che fa molto possesso palla, può occupare anche la posizione di intermedio.

ANALISI FINALE

Punti di forza: Tecnica, dribbling, assist, visione di gioco, capacità balistiche.
Punti di debolezza: Non è molto veloce e deve migliorare nella fase di non possesso palla.
A chi assomiglia: Franco Vázquez
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.tribuna.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *