Georginio Rutter: talento francese classe 2002

INFORMAZIONI: Georginio Rutter

Nome: Georginio Rutter
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 20/04/2002
Altezza: 182 cm
Piede: Entrambi

Georginio Rutter

Georginio Rutter è il centravanti della Francia Under 17 che sta disputando in questi giorni l’Europeo di categoria in Irlanda. Il talento del Rennes, già nella prima partita della kermesse continentale contro l’Inghilterra, ha mostrato tutti i suoi pregi e difetti, palesando la sua grande tecnica, ma mancando talvolta di efficacia.

Nato a Plescop (Morbihan) il 20 aprile del 2002, Rutter ha iniziato a giocare a calcio a 5 anni nell’AS Ménimur, poi nel 2014 è passato al Vannes OC, dove è stato scovato e preso dagli osservatori del Rennes nel 2017.

Ad agosto scorso, dopo appena un anno dal suo arrivo al club bretone, Georginio ha firmato il suo primo contratto da professionista, nonostante fosse seguito da molte importanti società europee (in Francia c’era il Lione). Mettendo la sua preziosa firma sul contratto, Rutter è diventato il più giovane giocatore del Rennes a firmare un contratto da “pro”.

“Georginio ha affrontato molte sollecitazioni da parte dei più grandi club d’Europa, ma ha scelto di rimanere nel suo club di appartenenza”, ha dichiarato il presidente dello Stade Rennais, Olivier Létang. “Questo è un segnale forte del giocatore, della sua famiglia e della forza del nostro progetto. Come gli altri ragazzi del nostro centro, che hanno firmato il loro primo contratto professionale questa estate. La formazione di talenti rimane il DNA dello Stade Rennais e questa firma convalida il lavoro di tutte le squadre del club.”(tratto da www.staderennais.com)

Lo scorso 4 settembre, Rutter è apparso nell’elenco dei giocatori selezionati da Sabri Lamouchi per giocare in Europa League.

Il giovane talento ha avuto una crescita professionale molto rapida da quando è arrivato a Rennes e ora si trova già alle soglie della prima squadra, oltre ad essere stato convocato sia nell’Under 16 francese (17 presenze e 7 gol), sia nell’attuale Under 17, dove il suo score è al momento di 4 reti in 14 caps.

Frédéric Lagadec, che è stato il suo allenatore nell’U13 dell’AS Ménimur, parla così del ragazzo: “Mi fa pensare a Neymar, non per gli aspetti negativi (ride), ma dal fatto che ama semplicemente il calcio e lui vuole solo divertirsi sul campo. Quando l’avevo all’U13, era già ovviamente un giocatore sopra la media, oltre a fare la differenza. Aveva qualità naturali che nessun giocatore della sua età aveva, ma il suo successo di oggi lo deve al suo lavoro. A quel tempo aveva già incontrato un osservatore del settore giovanile dello Stade Rennais, che lo ha seguito fino alla sua firma. ” (tratto da actufoot.com)

Il padre, Georges Rutter, ci tiene a specificare ad actufoot.com come Georginio è riuscito a raggiungere così presto questi importanti traguardi: “E’ grazie alla sua forza di lavoro e senso del sacrificio. Fin dalla tenera età, voleva avere successo nel calcio, è lui che ha scelto la sua carriera. Dopo gli allenamenti collettivi, il suo primo allenatore lo faceva lavorare di nuovo su sessioni tecniche individuali. “

Entrambi i suoi genitori, di origine martinicana, sono sempre stati molto vicini al ragazzo, come ricorda il tecnico del Vannes Stephane Madec: “Prima di essere un buon calciatore, è soprattutto un bravo ragazzo, ben educato. Una caratteristica molto importante per lui, che trasmette la gioia di vivere, è molto positivo negli spogliatoi, prima di essere un leader sul campo.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Sebastien Diverres, che è stato il suo allenatore in U10 e U11 al Menimur, è rimasto stupito dal fatto che “può giocare con entrambi i piedi. Ma soprattutto, è stato il mio N’Golo Kanté della squadra, nel senso che è un ‘gioiello’ a livello comportamentale. Non ho mai sentito nulla dagli arbitri, compagni di squadra o avversari. Era sempre positivo, sempre incoraggiante. Potrei anche rimetterlo attaccante a sinistra o portiere, non direbbe nulla, si metterebbe al servizio del collettivo.

Il tecnico racconta poi il suo più grande momento vissuto con l’attaccante francese: “Vinciamo la Coppa di Morbihan, segniamo sette gol, tutti segnati da Georginio, di cui uno partendo dal centrocampo e superando 5 giocatori. È stato fantastico, penso che lo ricorderà. ” (tratto da actufoot.com)

Quando giocava a Vannes, era allo stesso tempo al pôle espoir de Ploufragan in Bretagna. Anche lì Georginio ha partecipato alla competizione, come può testimoniare Stéphane Madec: “Quando era al pôle espoir, l’ho visto fare allenamenti specifici attaccando dei portieri molto bravi. Alla fine ha finito realizzando il 95% del gol. È molto abile, veramente molto abile, sa usare con grande qualità entrambi i piedi. A 14 anni, è stato in grado di segnare da 30 metri sia con il piede destro che con il piede sinistro. “ (tratto da actufoot.com)

Georginio Rutter è una punta centrale molto dinamica e tecnica, dotato di un gran tiro, che sa gestire la palla con grande eleganza, superando con abilità i difensori avversari e calciando con forza con entrambi i piedi.

Abbastanza bravo nel gioco aereo (ma può ulteriormente migliorare), è un giocatore che riesce a crearsi delle occasioni da gol da solo, dopo splendidi assoli che spiazzano completamente i pacchetti arretrati avversari.

E’ un centravanti imprevedibile, che però si specchia troppo nelle sue qualità tecniche, cercando la giocata più difficile e ciò lo porta spesso a non massimizzare quello che crea, risultando poco efficace “sotto porta”.

Fisicamente ha già una buona struttura fisica, che può ulteriormente irrobustire per essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

E’ un giocatore di personalità, la palla non gli “scotta” tra i piedi, prendendosi le responsabilità nei momenti più delicati della partita.

Il suo ruolo è quello di centravanti, una posizione che interpreta in modo molto dinamico e associativo.

Analisi finale

Punti di forza: Capacità balistiche, tecnica, dribbling, dinamismo, personalità, ambidestrismo, rapidità.
Punti di debolezza: Può segnare più gol e rafforzarsi fisicamente.
A chi assomiglia: Gonzalo Higuain
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Twitter.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *