Eduardo Quaresma: talento portoghese classe 2002

INFORMAZIONI: Eduardo Quaresma

Nome: Eduardo Filipe Quaresma Vieira Coimbra Simões
Ruolo: Difensore centrale
Data di nascita: 02/03/2002
Altezza: 185 cm
Piede: Destro

Eduardo Quaresma

Eduardo Filipe Quaresma Vieira Coimbra Simões, più semplicemente Eduardo Quaresma, difensore centrale dello Sporting Lisbona, è stato uno dei pochi elementi della rosa dell’Under 17 portoghese a mettersi in mostra nel corso dell’europeo di categoria.

Il capitano lusitano ha spesso arginato gli attaccanti avversari che sono passati dalle sue parti, risultando preciso anche in fase di costruzione del gioco.

Naturalmente, le aspettative del ragazzo relativamente all’europeo erano totalmente diverse, come si può evincere dalle varie dichiarazioni pre torneo, ma la prova complessiva del ragazzo, gli ha permesso di mettersi in mostra, entrando nel mirino dei principali club europei.

Nato a Barreiro il 2 marzo del 2002, Eduardo ha iniziato a giocare a calcio nel club locale del GDF Barreiro, dove è rimasto fino al 2011, prima di venire tesserato dallo Sporting Lisbona.

Nel prestigioso settore giovanile del club che fu di Cristiano Ronaldo, Eduardo Quaresma si è messo velocemente in evidenza, entrando nel giro di tutte le selezioni nazionali lusitane. Quaresma ha totalizzato 4 presenze con l’Under 15, 10 caps con l’Under 16 e 17 con l’Under 17, con la quale ha anche disputato anche il Torneio Internacional do Algarve e la Taça Syrenka.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Eduardo Quaresma è un difensore centrale dotato di una buona tecnica di base, bravo in marcatura, ma sempre pulito negli interventi.

Valido nel gioco aereo e nell’anticipo, ha anche una discreta velocità di base che lo rende difficile da superare nell’uno contro uno.

E’ un leader del pacchetto arretrato (è capitano sia nel club che nella nazionale), guida e incoraggia costantemente i compagni, impostando spesso il gioco dalle retrovie, aiutando i centrocampisti nell’organizzazione della manovra.

E’ preciso nei passaggi, sia lunghi che corti, palesando anche una discreta visione di gioco, qualità che nel suo club di appartenenza gli ha permesso di giocare anche da mediano.

Fisicamente può irrobustire ulteriormente la sua struttura corporea, in modo tale da essere ancora più competitivo nei duelli spalla a spalla.

Tatticamente il suo ruolo è quello di centrale di destra di una difesa a 4, ma può anche adattarsi a giocare nel centrosinistra.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, marcatura, visione di gioco, senso dell’anticipo, gioco aereo, leadership.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente.
A chi assomiglia: Rúben Dias
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.record.pt)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *