Musa Juwara: talento gambiano classe 2001

INFORMAZIONI: Musa Juwara

Nome: Musa Juwara
Ruolo: Ala sinistra/destra
Data di nascita: 26/12/2001
Altezza: 170 cm
Piede: Sinistro

Musa Juwara

La stagione del Chievo non è stata di certo buona, essendo retrocesso in Serie B, ma i tifosi clivensi possono però consolarsi, almeno un po’, con i tanti talenti che continua a produrre il settore giovanile del club clivense.

Giovani prospetti che potranno essere utili per una pronta risalita nella massima serie italiana. Alcuni di questi giovani hanno già trovato l’opportunità di debuttare in prima squadra, come l’“azzurro” Vignato e il francese Karamoko (entrambi presenti nel nostro sito).

Un altro talento in rampa di lancio è il gambiano classe 2001 Musa Juwara, velocissima ala sinistra, che nell’attuale campionato Primavera ha totalizzato 25 presenze, 5 reti e 2 assist, attirando l’attenzione degli osservatori del Torino, che l’ha avuto a sua disposizione (in prestito) nell’ultima Viareggio Cup.

Durante la kermesse versiliese, anche con la maglia granata, Juwara ha confermato di essere un buon giocatore, mettendo a segno 3 reti in 3 presenze.

Musa è arrivato in Italia nel 2016, i suoi genitori gli hanno fatto attraversare un bel pezzo di Africa per imbarcarlo su uno di quei “barconi della disperazione”. E’ sbarcato in Sicilia il 10 giugno 2016, diventando uno dei 25mila minori non accompagnati arrivati in Italia in quell’anno.

Fortunatamente, per lui, dopo lo sbarco il ragazzo è stato mandato dalle autorità a Potenza dove fra un lavoretto e l’altro ha iniziato a giocare per la Virtus Avigliano.

Il calcio è stato la sua fortuna perchè dando calci ad un pallone ha trovato anche una famiglia, quella dell’allenatore Vitantonio Summa, che lo ha adottato prima in campo e poi fuori diventandone tutore legale.

Con la Virtus Musa si mette in grande evidenza, segnando tanti gol e vincendo con la sua squadra il titolo regionale 2016/2017.

A molte squadre professionistiche giunge l’eco delle prestazioni di questo giovane attaccante gambiano e così s’innesca una sorta di gara per prelevarlo dalla Virtus.

Alla fine la spunta il Chievo, che convince la nuova famiglia del ragazzo con un progetto a 360 gradi, che va oltre l’impegno sul campo.

La FIGC però blocca il suo trasferimento, perché le nuove norme anti sfruttamento su giovani extracomunitari impediscono il suo ingaggio.

La famiglia non accetta tale decisione e grazie alla consulenza di Enzo Raiola e dell’avvocato Vittorio Rigo riesce a sfruttare una clausola contro questa norma che aveva quasi mandato Juwara in depressione.

Alla fine il giudice del Tribunale di Potenza Francesco Rossini, dà ragione a Loredana Bruno (moglie e avvocato di Summa) e torto alla Figc dimostrando che, almeno in questo caso, la norma avrebbe soltanto danneggiato il ragazzo. (tratto da calciomercato.com)

Juwara è già alla sua seconda stagione nella Primavera del Chievo e, l’anno passato, da sotto età, è riuscito ad andare in rete 8 volte in 15 partite.

Le sue prestazioni hanno anche attirato l’attenzione dei giornalisti del popolare giornale inglese “The Guardian”, che l’hanno inserito tra i migliori 60 talenti nati nel 2001.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Musa Juwara è un’ala sinistra/destra molto veloce, che a campo aperto risulta veramente imprendibile.

Molto abile nel dribbling in corsa, Musa ha anche un tiro potente, che gli consente di mettere a segno delle reti balisticamente spettacolari.

Agile e scattante, il suo stile di gioco è fatto di continue progressioni palla al piede sulla sua fascia di competenza, che spesso mettono in difficoltà i suoi dirimpettai.

Juwara sa inoltre attaccare bene la profondità, sorprendendo alle spalle i terzini avversari, disorientati dal dinamismo del gambiano.

Fisicamente brevilineo, può ulteriormente rinforzare la propria struttura corporea, così come può migliorare nella fase difensiva ed evitare di prendere degli inutili cartellini gialli.

Talvolta tende ad estraniarsi un po’ troppo dal gioco, mancando così di continuità.

Tatticamente Juwara può giocare da ala sinistra (principalmente) e destra di un 4-3-3 ed anche da esterno offensivo di un 4-2-3-1.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, assist, dribbling, velocità, progressione palla al piede, senso del gol, capacità balistiche.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente, migliorare nella continuità e nella fase difensiva.
A chi assomiglia: Ahmed Musa (anche se il nigeriano è destro)
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.sprintesport.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *