Lucas Lourenço: talento brasiliano classe 2001

INFORMAZIONI: Lucas Lourenço

Nome: Lucas Lourenço Andrade
Ruolo: Trequartista
Data di nascita: 23/01/2001
Altezza: 168 cm
Piede: Destro

Lucas Lourenço

L’ultima partita del Brasileirão è stata l‘occasione per alcuni club brasiliani di lanciare nel professionismo i migliori talenti dei loro settori giovanili. Il Santos, avendo un organico ridotto all’osso per molte concomitanti assenze dalla meta campo in avanti, ha buttato nella mischia il trequartista Lucas Lourenço, ex nazionale Under 15, 16 e 17 brasiliano.

Con la “Canarinha” Sub-16 ha anche partecipato al prestigioso torneo francese del Mondial de Montaigu.

Il suo debutto come giocatore professionista del “Peixe” è avvenuto il 2 dicembre scorso, in una sconfitta per 2-1 contro lo Sport a Ilha do Retiro.

“Il sogno che avevo da bambino. Non era il risultato che volevamo, ma ero molto felice per il mio debutto professionale, Dio sa quanto sia stato difficile quest’anno superare gli infortuni e oggi sono riuscito a realizzare un sogno di un bambino, debuttare per il club ora che ho solo 17 anni! Grazie, Dio! Grandi cose devono accadere”, ha dichiarato il ragazzo. (tratto da lance.com.br)

Promosso nella squadra principale del Santos a gennaio, Lourenço non ha avuto alcuna possibilità con l’ex allenatore Jair Ventura (che addirittura lo aveva testato nell’inedito ruolo di terzino destro) e ha finito di tornare nelle categorie giovanili.

A giugno, dopo aver brillato al Campionato del Mondo U-17 per club in Spagna, il playmaker era pronto a salire ancora in prima squadra, ma aveva avuto un grave infortunio alla coscia destra, posticipando così il suo debutto.

Lucas Lourenço ha iniziato a giocare a calcio nel 2006 alla Premiere Futsal, a São Vicente-SP, con i tecnici insegnanti Cebola e Wilsinho, dove è rimasto un anno. In seguito è passato al Gremetal e infine al Santos.

Con la squadra Under 13 del Peixe Lucas è riuscito a mettere a segno ben 16 gol, pur agendo da centrocampista offensivo.

Nel settore del Santos Lucas si è sempre distinto come uno dei migliori talenti, nonostante nel vivaio del club di San Paolo ci fossero anche altri prospetti del calibro di Kaio Jorge, Yuri Alberto e il neoacquisto del Real Madrid, Rodrygo, tutti “millennials”.

La scorsa estate il suo nome è stato accostato alla Lazio, che dopo la positiva operazione Felipe Anderson, voleva ripetere il colpo con quest’altro grande talento “santista”.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Lucas Lourenço è un trequartista rapido, dotato di una tecnica sopraffina, di uno straordinario dribbling negli spazi stretti e di una visione di gioco periferica.

Oltre ad essere incisivo in fase di finalizzazione, Lucas è anche abile nell’ultimo passaggio; i suoi lunghi e precisi lanci filtranti, sono una “manna da cielo” per i suoi compagni di squadra.

Pur essendo di piede destro, sa disimpegnarsi abbastanza bene con il sinistro, come dimostrano alcuni gol realizzati proprio con il piede “debole”.

I suoi inserimenti offensivi rientrano sicuramente tra i pezzi forti del suo repertorio, infatti, il giovane talento paulista, non solo può spaccare le difese avversarie con azioni personali palla al piede, ma anche per mezzo di improvvise incursioni senza palla (sa sempre farsi trovare al posto giusto nel momento giusto).

E’ elegante nelle movenze, gioca a testa alta, sa distribuire il gioco con grande sapienza, rientrando spesso nella propria metà campo per impostare la manovra in prima persona.

Molto abile nell’uno contro uno, sia negli spazi stretti che larghi, ha una eccellente controllo di palla ed anche un bel tiro dalla distanza, non a caso tira spesso i calci piazzati.

Il suo punto debole è indubbiamente quello fisico, la sua struttura corporea minuta è ancora un po’ gracile e, in un contesto atleticamente impegnativo come quello europeo, può andare in difficoltà.

Tatticamente il suo ruolo è quello di trequartista in un 4-2-3-1, ma non è escluso che in futuro possa essere impiegato da playmaker basso.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, progressione palla al piede, personalità, velocità, dribbling, capacità balistiche, creatività, assist, passaggi, calci piazzati.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente, migliorare nella fase difensiva ed è scarso nel gioco aereo.
A chi assomiglia: Juninho Pernambucano
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.diariodopeixe.com.br)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *