Leon Dajaku: talento tedesco classe 2001

INFORMAZIONI: Leon Dajaku

Nome: Leon Dajaku
Ruolo: Punta centrale, seconda punta, ala sinistra/destra
Data di nascita: 12/04/2001
Altezza: 180 cm
Piede: Entrambi

Leon Dajaku

Leon Dajaku potrebbe essere il prossimo talento a debuttare con la prima squadra dello Stoccarda, essendo già stato portato in panchina dal tecnico Markus Weinzierl. Quest’ultimo ha già fatto esordire in Bundesliga il suo amico e coetaneo, il difensore Antonis Aidonis e nonostante la difficile classifica del club degli “Svevi”, non sembra aver timore nel “buttare nelle mischia” un altro talento del settore giovanile.

Nato a Waiblingen il 12 aprile del 2001 da genitori di origini albanesi, Leon ha iniziato a giocare a calcio in diversi club Wuerttemberg (la regione di Stoccarda). In particolare nello DFB-Stützpunkt di Fellbach-Oeffingen, dove è rimasto a giocare fino all’estate dello scorso anno.

Il suo impatto con la nuova realtà dello Stoccarda è stato sensazionale, imponendosi come capocannoniere della B-Junioren Bundesliga Süd/Südwest, con 24 reti e 8 assist al suo attivo. Un rendimento che gli ha permesso di entrare nel giro della nazionale tedesca Under 17 (dove ha segnato 3 gol) e ora dell’Under 18.

Il suo ex allenatore Pascal Stöffler, lo ricorda molto bene: “Leon è stato il primo e unico giocatore che ho visto, che ha calciato la palla e ha segnato sul calcio d’inizio”. Sono soprattutto le capacità individuali del ragazzo che sono rimaste impresse nella memoria del tecnico: “E’ tecnicamente molto forte, specialmente nell’uno contro uno. Un vero calciatore di strada “, ricorda Stöffler. (tratto da www.fussball.de)

In questa stagione Leon Dajaku si sta dividendo tra la prima squadra e la formazione Under 19 che partecipa al campionato A-Junioren Bundesliga Süd/Südwest, nella quale ha per ora uno score di 5 marcature (e un assist) in 12 presenze.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Leon Dajaku è una punta versatile, tecnica e dinamica, ma essendo dotato di uno spiccato senso del gol, può essere più produttivo se posizionato al centro dell’attacco.

Dotato di una discreta struttura fisica, che ha bisogno però di essere ulteriormente rafforzata, Leon è bravo nell’uno contro uno e quando ha ampio spazio davanti a sé diventa ancora più pericoloso, essendo dotato di una potente accelerazione palla al piede.

Uno dei suoi principali punti di forza è indubbiamente la capacità nel saper calciare la sfera con entrambi i piedi, una dote che lo rende imprevedibile per i difensori avversari.

Quest’ultimi, oltre a soffrire il passo veloce di Dajaku, sono spesso disorientati dai suoi continui cambi di direzione e hanno grosse difficoltà nel capire in anticipo con quale piede andrà al tiro.

Leon Dajaku è un attaccante estremamente mobile, che ama svariare su tutto il fronte offensivo, non diventando mai un punto di riferimento per i pacchetti arretrati avversari.

Inoltre, sa essere molto efficace quando scatta sulla linea del fuorigioco, prendendo sul tempo i marcatori avversari.

Tatticamente, come già detto, l’attaccante dello Stoccarda dà il meglio di sé da centravanti, ma è stato impiegato anche da ala destra e sinistra oltreché da seconda punta.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, duttilità, progressione palla al piede, senso del gol, personalità, rapidità, abilità con entrambi i piedi, dribbling.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente e migliorare nel gioco aereo.
A chi assomiglia: Timo Werner
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.Fussball.de)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *