Ilay Elmkies: talento israeliano classe 2000

INFORMAZIONI: Ilay Elmkies

Nome: Ilay Elmkies
Ruolo: Centrocampista centrale, mezzala destra/sinistra
Data di nascita: 10/03/2000
Altezza: 172 cm
Piede: Destro

Ilay Elmkies

Ilay Elmkies è un centrocampista centrale con compiti di regia, le cui ottime prestazioni in UEFA Youth League, con la maglia dell’Hoffenheim, hanno attirato l’interesse di alcuni top club inglesi, in particolare il West Ham, che ha offerto 2,5 milioni di sterline.

Ora sul talentino israeliano si sono fiondati i due team di Manchester (al City ha anche segnato in UYL), che hanno scatenato un’asta pur di strapparlo ai rivali cittadini.

I tedeschi, pur di non perderlo a parametro 0 la prossima estate, sono intenzionati a vedere il loro “gioiello” che il Germania è stato addirittura paragonato a Thiago Alcantara, per lo stile di gioco, la corporatura e la buona tecnica di base.

Nato nella città costiera israeliana di Nahariya, il diciottenne è cresciuto parlando l’ebraico e l’inglese e ha imparato rapidamente il tedesco.

Cresciuto calcisticamente nel Beitar Nahariya, poi passato al Maccabi Haifa, Ilay si è trasferito in Germania nel 2015, dove ha trovato sistemazione al Sinsheim, dove è rimasto un anno, prima di entrare a far parte dell’Academy dell’Hoffenheim, che l’ha inserito immediatamente nella formazione U16.

Mettendosi in luci nelle giovanili del club biancazzurro, Elmkies è entrato a far parte delle selezioni giovanili israeliane Under 16, 17 e 19.

In questa stagione, Ilay ha partecipato principalmente alla U19-Bundesliga Süd/Südwest, dove ha totalizzato 15 presenze, un gol e 4 assist, oltre alla già citata UEFA Youth League (7 caps e un gol per lui).

Un particolare episodio è legato al ragazzo, quando ha tradotto in 3 lingue per i compagni il film della tragica esperienza ebraica a Hoffenheim durante la seconda guerra mondiale, andato in onda di recente al Sinsheimer Citydome. Elmkies ha svolto un ruolo di primo piano e ha fornito commenti in tutte e tre le lingue parlate.

“Ilay forma un ponte tra passato, presente e futuro”, ha dichiarato Sandra Simovich, capo del consolato israeliano a Monaco, dopo la messa in onda del film.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Ilay Elmkies è un regista dotato di una notevole tecnica di base e di una visione di gioco periferica.

In possesso di baricentro basso, Elmkies sa proteggere la palla, spostarla rapidamente e sensibilmente, per poi illuminare il gioco con passaggi di precisione millimetrica.

Bravo negli assist, è anche dotato di buone capacità balistiche, che gli consentono di essere pericoloso dalla media-lunga distanza.

Abbastanza rapido, dinamico ed elegante nelle movenze, Elmkies sa dettare perfettamente i tempi di gioco, oltre a smarcarsi continuamente per ricevere i passaggi dai compagni.

Sa disimpegnarsi con abilità negli spazi stretti, anche quando è pressato in modo serrato dagli avversari.

Privilegia la fase di costruzione del gioco rispetto a quella d’interdizione, anche se, negli ultimi tempi, è migliorato anche sotto questo aspetto.

Fisicamente brevilineo, ha bisogno di irrobustire la sua struttura corporea, in modo tale da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

Ilay viene descritto come un ragazzo molto maturo, determinato, intelligente, che in campo fa valere la sua spiccata personalità.

Tatticamente il suo ruolo è quello di centrocampista centrale con compiti di regia, ma può anche agire da mezzala.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, rapidità, visione di gioco, capacità balistiche, personalità, visione di gioco, passaggi, assist.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente e migliorare nella fase d’interdizione.
A chi assomiglia: Thiago Alcantara
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: sportbild.bild.de)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *