Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Vyacheslav Surkis: talento ucraino classe 2006

Vyacheslav Surkis: talento ucraino classe 2006

0
Vyacheslav Surkis: talento ucraino classe 2006
Vyacheslav Surkis, numero uno dell'Under 15 della Dinamo Kiev. (Fonte foto: Instagram)

Scheda giocatore

  • Nome: Vyacheslav Surkis
  • Classe: 2006
  • Ruolo: Portiere
  • Data di Nascita: 27/02/2006
  • Nazionalità: Ucraina
  • Altezza: 189 cm.
  • Piede: Destro

Vyacheslav Surkis

A cura di Christian Maraniello

La Dinamo Kiev U-15 ha vinto il titolo nazionale ucraino battendo ai rigori i pari età dell’FK Dnipro, nella bellissima e tirata partita del 24.6.2021 che ha confermato, ancor di più, l’eccellente lavoro svolto dai formatori dello storico club. Oltre però ai principi di gioco piuttosto riconoscibili, il gruppo dei 2006 è composto da profili di alta prospettiva, tra cui Vladislav Kalyn (già relazionato), Matviy Ponomarenko (punta centrale verticale) Zakharchenko (difensore centrale), Kuzmenko (terzino sinistro d’assalto), Osypenko (trequartista con notevole visione di gioco e rifinitura filtrante), e infine il portiere Vyacheslav Surkis, secondo me il migliore della categoria 2006 in Ucraina, e  probabilmente tra i più interessanti in Europa.

Intanto devo dire che impressiona sia per la personalità, ma soprattutto per la notevole – ma al tempo stesso armonica ed elegante – struttura fisica a cui sa associare fondamentali tecnici e atletici di spessore, come vedremo in dettaglio. E, d’altro canto, il suo modello di riferimento è Gianluigi Buffon, che in una certa misura in effetti un pò lo ricorda per la tipologia degli interventi, dove si notano esplosività e allunghi.

Surkis porta il n. 71 di maglia e ha un percorso formativo piuttosto lineare, perchè ha iniziato a giocare molto presto nel “F.C. Obolon Kiev“, dove però vi resta poco visto che la Dinamo lo ha prelevato consentendogli di accrescere di anno in anno il suo processo di apprendimento, annusandone doti di livello.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Surkis è un portiere di piede destro caratterizzato dalla notevole fisicità ed esplosività negli interventi, dalla forte personalità e che assicura adeguate basi tecniche per la fase di possesso.

I parametri fisici sono importanti per l’età di riferimento: è alto 1.89 mt. (e certamente supererà a breve il metro e novanta), longitipo ectomorfo, con struttura armonica e muscolatura in via di sviluppo. Sul piano atletico possiede una notevole forza esplosiva laterale (spinta), mentre quella verticale – relativa cioè allo stacco – appare essere buona.

Entriamo nei dettagli evidenziando in primo luogo che Surkis – come peraltro sto notando in molti suoi colleghi del 2006 – sta interiorizzando una metodologia esecutiva poco incline alla spettacolarità, preferendo infatti l’efficacia della parata. E’ molto abile nei tiri ravvicinati dove non azzarda quasi mai la presa, espandendosi in tuffo (con leva gamba) per la respinta spesso fuori dall’asse centrale (anche doppia come vedremo subito); inoltre nell’1 vs 1 disvela capacità coordinative dell’anticipazione motoria, distinguendosi per i notevoli riflessi. Qui una breve panoramica:

(doppia parata in tuffo con respinta esterna, contro il Dnipro nella partita del 29.4.2021)

(incredibile intervento da terra)

(breve video completo)

Surkis risulta particolarmente reattivo nel parare i calci di rigore, palesando capacità nella combinazione e differenziazione dinamica, nonchè nella velocità di selezione e attuazione. Chiaro che poi entrano in gioco altre determinazioni, come l’istinto, l’intuito e la forza mentale, ma in quei duelli così particolari la sicurezza che traspare nella sua dimensionalità impressiona molto, soprattutto per la calma con cui attende la conclusione dell’avversario, cercando di confonderlo con ballate enigmatiche. Nella semifinale del campionato nazionale U-15, contro lo Shakhtar Donetsk, è stato decisivo parandone addirittura tre su quattro:

(qui un altro rigore parato in campionato)

Dimostra poi un’adeguata affidabilità nell’intercetto in presa alta e bassa, anche se ho notato che sovente predilige la deviazione di pugno, in entrambe le configurazioni (calci piazzati o gioco aperto). E’ inoltre reattivo nell’accorciare gli spazi per assorbire gli inserimenti degli avversari e tra l’altro questa è una caratteristica interessante che pertiene al sincronismo con i movimenti difensivi di reparto; ha coraggio nelle uscite in attacco palla e discreta attenzione nella densità dell’area, come vi mostro in questo breve filmato che ho elaborato in diverse partite:

Surkis non è quindi un portiere statico ma discretamente mobile e verticale, in grado cioè di difendere la profondità e leggere in anticipo i flussi avversari. Di contro però non è sempre lucido nelle letture della traiettoria del pallone, in particolare sui cross laterali lunghi, dove ho notato dei problemi come per esempio nella semifinale sempre contro lo Shakthar; nulla di particolarmente limitante, però secondo me deve lavorare ancora sotto questo aspetto:

Per quanto concerne la fase di possesso palesa una più che discreta tecnica applicata e selettiva, che lo rende affidabile nella gestione della palla, prediligendo le trasmissioni sobrie ma senza disdegnare le combinazioni di prima in situazioni di pressione avversaria, rivelando calma, tempi di gioco e visione periferica adeguata. Non è particolarmente orientato nelle giocate forzate (come i key-pass a superare la prima linea di pressing) e tuttavia possiede un ottimo lancio lungo di norma morbido e preciso:

Giungo così alla conclusione con due considerazioni volanti: innanzitutto Vyacheslav Surkis mi ha colpito davvero molto e, come anticipato, ritengo stia entrando prepotentemente in una dimensione di livello: la forza esplosiva e mentale sono solide, così come la personalità e la capacità di governare da dietro la propria difesa.
Chiaro che, data l’età, debba ancora migliorare in alcune situazioni e in determinate abilità, però il materiale a disposizione è importante e i margini di crescita, insieme a quelli di miglioramento, sono elevati.

Analisi finale

  • Punti di forza: Struttura fisica
    - Forza esplosiva (laterale e verticale)
    - Efficacia dell'intervento / velocità di selezione e attuazione
    - Personalità - comunicazione
    - Intercetti - presa
    - Copertura della profondità
    - Attitudine alla costruzione - regia corta
    - Attitudine alla costruzione - regia lunga
  • Punti di debolezza: Uscite - Letture della traiettoria della palla - Migliorare nelle giocate forzate - Velocizzare il gioco
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Illan Meslier

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui