Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Vitao: talento brasiliano classe 2000

Vitao: talento brasiliano classe 2000

0
Vitao: talento brasiliano classe 2000
Vitao, prodotto del vivaio del Palmeiras (Fonte foto: www.torcedores.com)

Scheda giocatore

  • Nome: Vitor Eduardo da Silva Matos "Vitão"
  • Classe: 2000
  • Ruolo: Difensore centrale
  • Data di Nascita: 02/02/2000
  • Nazionalità: Brasile
  • Altezza: 185 cm.
  • Piede: Destro

Vitão

Se il Brasile Sub-17 si è imposto come campione sudamericano, molto lo deve alla grande solidità difensiva data dalla coppia di centrali, Lucas Halter e il capitano Vitão.

I due hanno eretto un “muro” quasi invalicabile per gli attaccanti avversari, dimostrandosi abili non solo in impostazione (come lo sono normalmente i brasiliani), ma anche attenti in marcatura.

Dopo la vittoria della kermesse continentale, Vitão, che già era molto considerato nel settore giovanile del Palmeiras, è stato aggregato alla prima squadra dall’ex tecnico Eduardo Baptista, che lo ha impiegato lo scorso anno in precampionato nella partita contro la Chapecoense a Chapecó (lui e Léo Passos erano i più giovani della rosa), con conseguenti elogi in conferenza stampa da parte del tecnico nei confronti del ragazzino all’epoca non ancora 17enne.

“Il difensore deve essere coraggioso. Ora per lui arriva il difficile, non puoi tornare indietro, deve attaccare. Atleticamente ha velocità e passo. Oggi il difensore è anche un playmaker e Vitão si adatta a questo, pure se è giovane con i suoi 17 anni. Alcuni aspetti devono essere migliorati, deve trovare i tempi dell’anticipo, ma maturerà. Queste sono virtù che abbiamo già potuto notare in lui”, ha affermato il tecnico Eduardo Baptista.

Successivamente è stato iscritto nella lista della Copa Libertadores, anche a causa dell’infortunio di Thiago Martins, ma non ha avuto la possibilità di debuttare con i più grandi.

Su Vitão, che ha un contratto con il Verdão con scadenza nel 2019, si sono mossi già i principali club europei, con il Manchester City pronto a ripetere un’operazione simile a quella che ha portato Gabriel Jesus in Inghilterra.

Vitão è nato a Jacarezinho, cittadina di poco più di 40.000 abitanti nella parte interna del Paraná, è entrato a far parte del vivaio del Palmeiras nel 2015, che lo ha prelevato dal PSTC, un club di Londrina, dove hanno anche iniziato a giocare a calcio giocatori del calibro di Jadson, Dagoberto, Fernandinho e Kleberson.

Prima di arrivare al Palestra Italia, Vitão non aveva superato i provini con un paio di società professionistiche come Coritiba e Atlético Paranaense, ma il ragazzo non si è mai perso d’animo riuscendo ad ottenere un ingaggio con il club di San Paolo.

Al Palmeiras il giovane difensore ha fatto dei grandissimi miglioramenti, diventando uno dei migliori del Brasile nella sua fascia d’età.

Ha dichiarato Claudinei Matos, padre del difensore: “Ha sempre eccelso nei tornei e ha sempre aiutato le persone: me, la madre, il fratello … È un grande ragazzo, sono molto orgoglioso di lui. Gli dico sempre di tenere i piedi per terra, di rimanere concentrato. L’ho sempre seguito. All’inizio è stato difficile, ma stiamo vincendo la battaglia. È un orgoglio per la nostra città “.

Nell’ultimo periodo, come è capitato a molti dei tanti bravi ragazzi del vivaio del Palmeiras, Vitão è stato avvicinato da qualche agente senza scrupoli, ma il ragazzo ha saputo valutare con saggezza le persone, optando per realtà manageriali più solide.

“Ha una buona testa, una buona base e ha tutto per diventare un grande atleta professionista. Era molto felice di essere iscritto nella lista Libertadores del Palmeiras e questo fa parte del suo processo di maturazione, come sta avvenedo nei diversi allenamenti con la prima squadra. Ho sempre ricevuto molte richieste per lui, ma è orientato a dare il massimo per il suo club in attesa di un’occasione”, ha detto l’uomo d’affari Luiz Rocha, della Sport Agency, la società che si occupa della carriera del difensore. (tratto da globoesporte.globo.com)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Vitão è un difensore dotato di un fisico longilineo, discreta tecnica di base, velocità e soprattutto di un grande senso della posizione.

Raramente lo si vede effettuare delle lunghe rincorse nei confronti degli attaccanti, in quanto sa spesso porsi al posto giusto nel momento giusto, anticipando le intenzioni degli avversari.

Bravo nel gioco aereo e in marcatura, Vitão può perfezionare la capacità nell’anticipare l’avversario, evitando delle entrate troppo energiche.

Come già accennato è bravo in entrambe le fasi, caratteristica fondamentale per tutti i difensori centrali moderni, inoltre, gioca sempre con grande semplicità e tranquillità, è un leader silenzioso che trasferisce tanta sicurezza ai compagni di squadra, non a caso è stato capitano della nazionale Under 17 campione del Sud America (ha anche guidato la difesa al mondiale dello scorso anno in India).

Nelle movenze non è elegante come il compagno di reparto in nazionale, Lucas Halter, ma ha sicuramente una maggiore capacità nel rimanere concentrato nell’arco di tutta la partita.

Nonostante la mole notevole, Vitão è un elemento dotato di un buon passo, anche se a primo impatto non dà questa sensazione, proprio perché non è molto aggraziato nei movimenti.

Fisicamente deve irrobustire la parte alta del suo corpo, che attualmente sembra ancora un po’ troppo esile.

Tatticamente può giocare sia in una difesa a 4, dove gioca più frequentemente, sia in una a 3, in quanto in possesso di buone qualità tecniche e aerobiche.

(Fonte foto: www.torcedores.com)

Analisi finale

  • Punti di forza: Senso della posizione
    - Gioco aereo
    - Marcatura
    - Tecnica
    - Personalità
    - Letture difensive
  • Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente - Perfezionarsi nell'anticipo - Irruenza
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Juan

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui