Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Thiago Beltrame: talento brasiliano classe 2003

Thiago Beltrame: talento brasiliano classe 2003

0
Thiago Beltrame: talento brasiliano classe 2003
Thiago Beltrame, portiere classe 2003 del Gremio. (Fonte foto: Instagram

Scheda giocatore

  • Nome: Thiago Beltrame Stallbaum
  • Classe: 2003
  • Ruolo: Portiere
  • Data di Nascita: 02/07/2003
  • Nazionalità: Brasile
  • Altezza: 201 cm.
  • Piede: Destro

Thiago Beltrame

La sua figura imponente si staglia si tutti, stiamo parlando di Thiago Beltrame, estremo difensore classe 2003 del Gremio, un gigante tra i pali con i suoi oltre 2 metri di altezza, ma anche un giocatore di grande qualità e nazionale Under 17 brasiliano.

Il talento nativo di Canoas, un comune del Brasile nello Stato del Rio Grande do Sul, è entrato a far parte del settore giovanile dell’ “Imortal Tricolor” quando aveva 9 anni e, alla sua nona stagione nel club di Porto Alegre, ha trovato la sua definitiva consacrazione venendo convocato in nazionale Under 17 dal C.T. Dudu Patetuci, dopo un’ottima annata con la squadra U17 del Gremio.

Come si può notare chiaramente dal suo cognome, Thiago ha origini italiane ed ha anche il passaporto comunitario, un aspetto molto importante che può favorire un suo rapido approdo nel continente europeo.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Thiago Beltrame Stallbaum, questo è il suo nome completo, è un portiere che colpisce immediatamente l’attenzione per la sua grande fisicità e per la notevole reattività e prontezza che lo porta spesso ad agire fuori dai pali, soprattutto quando la sua squadra si sbilancia in avanti, palesando un’eccellente lettura del gioco.

Abile con i piedi, molto bravo nelle uscite basse e abbastanza valido in quelle alte, il talento del Gremio ha anche ottimi riflessi che gli consentono di effettuare delle spettacolari parate.

Nonostante la notevole altezza, ben 201 cm., Thiago Beltrame è agile, reattivo e sa essere estremamente performante nell’uno contro uno (non va a terra rapidamente e non subisce particolarmente le finte dell’attaccante avversario).

In certe occasioni spettacolarizza eccessivamente i suoi interventi, facendo degli inutili voli plastici. Inoltre, può migliorare nella presa e perfezionare la tecnica di parata, che risulta essere ancora un po’ troppo istintiva.

E’ un portiere coraggioso e di personalità, che comunica costantemente con il reparto arretrato trasmettendo sicurezza e tranquillità ai compagni.

(Fonte foto: Instagram)

Analisi finale

  • Punti di forza: Fisicità
    - Uscite basse
    - Uscite alte
    - Uno contro uno
    - Abilità con i piedi
    - Personalità
    - Letture di gioco
  • Punti di debolezza: Può migliorare tecnicamente - Deve perfezionare la presa
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Anatoliy Trubin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui