Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Roman Plyushch: talento ucraino classe 2004

Roman Plyushch: talento ucraino classe 2004

2
Roman Plyushch: talento ucraino classe 2004
Roman Plyushch, mediano dello Shakhtar Donetsk U17 Campione d'Ucraina. (Fonte foto: Instagram)

Scheda giocatore

  • Nome: Roman Plyushch
  • Classe: 2004
  • Ruolo primario: Mediano/regista - Altri ruoli: Mezzala
  • Data di Nascita: 22/04/2004
  • Nazionalità: Ucraina
  • Altezza: 187 cm.
  • Piede: Destro

Roman Plyushch

Roman Plyushch è un giocatore che immediatamente attira l’attenzione di un osservatore attento: elegante nelle movenze, abile tecnicamente ed in possesso di una notevole visione di gioco e di geometrie “mature” degne di un playmaker affermato, il centrocampista classe 2004 dello Shakhtar Donetsk è sicuramente un talento dalle grandi prospettive.

Non sempre impiegato dal primo minuto dal tecnico della formazione Under 17 del club dei “minatori”, Roman ha rappresentato spesso un’alternativa al mediano Ivan Losenko, pur essendo un giocatore versatile in grado di ricoprire tutti i ruoli di una linea di centrocampo a 3, agendo anche qualche metro più avanti.

Una scelta che non ci sentiamo di condividere quella del tecnico della formazione Under 17 dello Shakhtar Oleksandr Sytnyk, che è comunque riuscito a portare la sua squadra alla vittoria finale del campionato di categoria battendo ai rigori il Karpaty.

Plyushch è un “local boy”, è nato a Donetsk il 22 aprile del 2004, ha iniziato a giocare a calcio nel Dush-26 prima di entrare a far parte del prolifico settore giovanile dello Shakhtar.

Il classe 2004 ucraino è un ragazzo ambizioso che ha come modello il belga Kevin De Bruyne e si è posto l’obiettivo di giocare in futuro in Premier League, un campionato che si adatterebbe perfettamente alle sue caratteristiche fisiche e tecniche.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Roman Plyushch è un centrocampista molto intelligente tatticamente che, pur venendo impiegato principalmente da mediano, palesa una grande versatilità tattica giocando anche da mezzala.

Indubbiamente, a prima impatto, il classe 2004 dello Shakhtar Donetsk cattura l’attenzione per la sua struttura fisica longilinea che lo porta a sfiorare il metro e novanta (è alto 187 cm.) abbinata alla notevole qualità tecnica ed abilità nel palleggio.

Dà sempre grande fluidità alla manovra, sa quando giocare velocemente la palla a 2 tocchi e quando tentare l’assolo personale, alternando sapientemente passi orizzontali e verticali.

Pur essendo dotato di lunghe leve, Roman sa disimpegnarsi abbastanza bene negli spazi stretti evidenziando una discreta padronanza dell’attrezzo del mestiere. E’ un centrocampista estremamente dinamico, gioca ad alta intensità e copre una grossa fetta di campo, svolgendo bene entrambe le fasi pur privilegiando quella di costruzione-offensiva.

Ha un buon passo e, quando mette in movimento le sue lunghe gambe, riesce spesso a superare in slancio gli avversari mettendo in mostra una buona conduzione della sfera anche in piena corsa. Il giovane ucraino ha anche un buon tiro dalla distanza e, in certe occasioni, si prende l’incarico di calciare le punizioni.

Fisicamente longilineo ma forte, Plyushch può sicuramente irrobustire ulteriormente la parte alta del corpo, così da essere ancora più competitivo nei contrasti (dove non toglie mai gamba) e nei duelli spalla a spalla.

Caratterialmente forte, ha una spiccata personalità, si smarca continuamente, aiuta i compagni in difficoltà proponendosi per il passaggio e toccando innumerevoli palloni nell’arco della partita.

Tatticamente Roman Plyushch può essere impiegato sia da vertice basso di un 4-3-3, sia da mezzala ma, in un 4-2-3-1, può anche agire da centrocampista con compiti più offensivi.

(Fonte foto: Instagram)

Analisi finale

  • Punti di forza: Tecnica
    - Visione di gioco
    - Dinamismo
    - Capacità balistiche
    - Intelligenza tattica
    - Inserimenti offensivi
    - Fisicità
    - Progressione palla al piede
  • Punti di debolezza: Può irrobustire la parte alta del corpo - Talvolta può gestire meglio le energie nell'arco della partita
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Teun Koopmeiners

2 Commenti

  1. Bella scheda come sempre. Sicuramente lo avete già nei radar, ma posso consigliare una scheda su Bazdar del Partizan, prospetto del 2004 che ha già debuttato in prima squadra?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui