Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Rafael Brito: talento portoghese classe 2002

Rafael Brito: talento portoghese classe 2002

0
Rafael Brito: talento portoghese classe 2002

Scheda giocatore

  • Nome: Rafael Alexandre Sousa Gancho Brito
  • Classe: 2002
  • Ruolo primario: Mediano/regista - Altri ruoli: Terzino destro
  • Data di Nascita: 19/01/2002
  • Nazionalità: Portogallo
  • Altezza: 180 cm.
  • Piede: Destro

Rafael Brito

Rafael Alexandre Sousa Gancho Brito, più semplicemente Rafael Brito, è uno dei più promettenti difensori portoghesi, anche se definirlo semplicemente difensore è molto limitativo nei confronti del ragazzo che, di recente, è stato impiegato da mediano.

Infatti, Rafael è un vero jolly, in grado di giocare in tutti i ruoli del reparto arretrato e in virtù della sua buona qualità tecnica è stato anche impiegato nella posizione di mediano.

Nato ad Almada, vicino Setúbal, Rafael Brito fa parte da oltre 10 anni del florido vivaio del Benfica, con il quale ha conquistato numerosi trofei nazionali ed internazionali.

Proprio in occasione di uno di questi, l’Alkass International Cup, ha palesato una prestazione di livello notevole attirando l’attenzione di molti top club europei.

Negli ultimi giorni di mercato del mese di gennaio, si era sparsa la voce che il ragazzo aveva raggiunto un accordo con l’Inter del ds Ausilio (allora coadiuvato da Walter Sabatini), pronta a portare a Milano il giocatore alla scadenza del suo contratto. Nel frattempo il club lusitano è riuscito a convincere il ragazzo a rinnovare il contratto che scadeva a giugno, prolungandolo fino al 2021.

“Ho lavorato a lungo per questo motivo e finalmente è andato a buon fine”, ha detto Rafael Brito a BTV. “Sono molto felice per la fiducia riposta in me. Voglio finire bene questo bel momento diventando campione nazionale giovanile e cercherò di far parte della Selezione Nazionale Sub-17 che parteciperà all’europeo. Qui ho vissuto tanti bei momenti, indescrivibili, sono molto felice, questo club è molto grande. Ringrazio soprattutto i miei genitori e i miei nonni perché sono stati il mio sostegno e mi hanno permesso di arrivare qui e diventare la persona che sono oggi”, sono state le parole del ragazzo dopo aver rinnovato il contratto con le “Aquile”.

Rafael Brito è seguito da Jorge Mendes, probabilmente l’agente più potente del momento, colui che gestisce anche personaggi del calibro di Cristiano Ronaldo e Mourinho, un manager che sa sicuramente riconoscere i calciatori (e non solo) di talento.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Rafael Brito, come già accennato, è un giocatore duttile, in grado di giocare in tutti i ruoli difensivi e in casi di emergenza, anche nella posizione di mediano.

Nel ruolo di centrale difensivo non è assolutamente facile da superare, essendo veloce e dotato di una discreta struttura fisica.

Abile in entrambe le fasi, Rafael è un difensore completo, ha senso della posizione, è molto bravo ad impostare la manovra con entrambi i piedi e allo stesso tempo attento in marcatura.

Colpisce immediatamente per l’eleganza nelle movenze, gioca a testa alta e soprattutto organizza il gioco dalle retrovie con buona precisione, mettendo in mostra precisi lanci lunghi.

Anche nel gioco aereo Rafael Brito è competitivo, infatti, oltre ad avere una discreta altezza, può far leva su una notevole elevazione.

In campo non perde mai la calma e la concentrazione, è sempre diligente ed esegue alla lettera i dettami tattici del suo allenatore, il quale è naturalmente felice di poter fare affidamento su un elemento così versatile e tatticamente intelligente.

Tatticamente può giocare indifferentemente da centrale di una difesa a 4 e da intermedio di una difesa a 3, ma anche da terzino destro e sinistro, ruoli che interpreta in modo molto giudizioso ed equilibrato. In situazioni di particolare emergenza, soprattutto con il club di appartenenza, Rafael è stato utilizzato da “mediano frangiflutti” (ed in maniera costante più recentemente) davanti al pacchetto arretrato.

(Fonte foto: www.passioneinter.com)

Analisi finale

  • Punti di forza: Gioco aereo
    - Velocità
    - Intelligenza tattica
    - Visione di gioco
    - Versatilità
    - Tecnica
  • Punti di debolezza: Può irrobustirsi fisicamente - Deve essere meno irruento in certe occasioni
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Sergio Busquets

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui