Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Nikola Radosavljevic: talento svedese classe 2006

Nikola Radosavljevic: talento svedese classe 2006

0
Nikola Radosavljevic: talento svedese classe 2006
Nikola Radosavljevic, centrocampista classe 2006 dell'Hammarby. (Fonte foto: Instagram)

Scheda giocatore

  • Nome: Nikola Radosavljevic
  • Classe: 2006
  • Ruolo: Centrocampista centrale
  • Data di Nascita: 14/07/2006
  • Nazionalità: Svezia
  • Altezza: 173 cm.
  • Piede: Sinistro

Nikola Radosavljevic

Il calcio giovanile svedese sta proponendo un gran numero di talenti interessati tra i classe 2006 (alcuni dei quali già schedati da noi precedentemente) e tra questi va sicuramente citato il centrocampista centrale con compiti di regia Nikola Radosavljevic, fiore all’occhiello dell’Academy dell’Hammarby, club nel quale ha sempre militato dall’età di 4 anni.

Nato a Stoccolma il 14 luglio del 2006 da una famiglia di origini serbe, Nikola ha iniziato ad apprezzare particolarmente il calcio ammirando i “tricks” di Ronaldinho su Youtube (ora il suo idolo è Messi), sognando di farli anche lui una volta diventato calciatore professionista.

Come già detto, Radosavljevic è sempre stato un giocatore dell’Hammarby (club con il quale si è allenato Ibrahimovic durante lo stop dei campionati dovuto alla pandemia). Nell’Academy del club biancoverde le sue indubbie qualità tecniche gli hanno permesso di giocare sotto età, proprio come è successo in questo avvio di stagione quando è stato impiegato con la formazione Under 16.

In un’intervista del febbraio scorso al sito fotbollslivet.se, Nikola ha raccontato così i primi passi all’Hammarby: “Quando ho giocato all’Hammarby P06-4 (la scuola calcio del club svedese) mi sono divertito con i miei compagni di squadra e così via, ma ci sono state molte battute d’arresto, non sembrava che volessero farmi crescere. Sembrava che non volessero che entrassi nell’accademia dove giocano tutti i migliori di Hammarby. Come ho detto, ci sono state molte battute d’arresto, ma questo mi ha solo reso più forte e mi ha fatto iniziare ad allenarmi sempre di più per entrare nell’accademia. Dopo molti anni di allenamento, sono entrato nell’accademia dopo un provino. Ora sono 2 anni che sono nell’Academy.”

Caratteristiche tecniche e tattiche

Nikola Radosavljevic è un centrocampista centrale con compiti di regia, un giocatore estremamente tecnico e dotato di un educato piede mancino che gli permette di effettuare delle giocate mai banali.

Ha una visione di gioco periferica che evidenzia all’ennesima potenza con i suoi lunghi lanci e cambi di gioco di precisone millimetrica. Pochi altri suoi coetanei sono in grado di effettuare queste giocate con una così grande naturalezza.

In possesso di notevoli capacità balistiche, Nikola sa rendersi pericoloso dalla distanza a su calcio piazzato (ha un tiro “pulito”).

Abile anche in fase di assistenza, sa verticalizzare la manovra in modo eccellente e con i giusti tempi, ma deve assolutamente migliorare nella fase difensiva e nell’intensità di gioco.

Giocando nel centro del campo gli si richiede di svolgere un maggiore filtro, risultando più efficace nel recupero della palla.

Non manca nel pressing, ma lo fa un po’ troppo sotto ritmo, probabilmente influenzato dalla velocità blanda del calcio giovanile svedese.

In possesso di un buon passo, se la cava bene sia negli spazi stretti, dove mette in mostra un gran controllo della sfera, sia nell’allungo, dove evidenza una discreta progressione palla al piede.

Ama essere sempre nel vivo del gioco, è creativo e mai scolastico, sa quando tentare l’assolo e quando giocare a due tocchi ma, per rendere ancora meno leggibili le sue giocate, può indubbiamente migliorare il piede debole.

Fisicamente normo-longilineo, Nikola ha ampi margini di crescita muscolare che possono renderlo più performante nei duelli spalla a spalla e nella protezione della sfera.

Ha una personalità abbastanza forte, non ha mai paura di tentare le giocate più difficili neanche quando gioca sotto età, dimostrando di non patire particolarmente le pressioni del match.

Tatticamente il suo ruolo è quello di centrocampista di costruzione in un 4-2-3-1 affiancato da un mediano di “sostanza” ma, viste le sue grandi qualità tecniche, non è difficile ipotizzare per lui un futuro da trequartista.

(Fonte foto: Instagram)

(In questa partita indossa la maglia numero 11)

Analisi finale

  • Punti di forza: Tecnica
    - Visione di gioco
    - Dribbling
    - Controllo palla
    - Lanci lunghi
    - Verticalizzazioni
    - Capacità balistiche
    - Calci da fermo
    - Intelligenza tattica
    - Personalità
  • Punti di debolezza: Deve migliorare nella fase difensiva - Intensità di gioco - Può irrobustirsi ulteriormente - Piede destro
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Martin Ødegaard

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui