Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Mateja Milovanovic: talento olandese classe 2004

Mateja Milovanovic: talento olandese classe 2004

0
Mateja Milovanovic: talento olandese classe 2004
Mateja Milovanovic, obiettivo di mercato dell'Ajax. (Fonte foto: Instagram)

Scheda giocatore

  • Nome: Mateja Milovanovic
  • Classe: 2004
  • Ruolo: Difensore centrale
  • Data di Nascita: 18/04/2004
  • Nazionalità: Olanda
  • Altezza: 185 cm.
  • Piede: Sinistro

Mateja Milovanovic

Accostato nei giorni scorsi a Napoli e Roma (l’interesse dei giallorossi non ci risulta), Mateja Milovanovic, difensore centrale classe 2004 olandese, ma di chiare origini serbe (i suoi sono di Bresnica vicino a Čačak), è sicuramente una delle classiche interessanti opportunità che può dare il calciomercato.

Il ragazzo nativo di Rotterdam sembra infatti orientato a non rinnovare il contratto con l’Ajax, suo attuale club di appartenenza, andando via a parametro 0, lasciando ai “Lancieri” solamente il classico premio di formazione.

Figlio d’arte, il padre Viktor è stato un centrocampista di qualità e dal tiro potente (ma non molto veloce, come afferma lo stesso ragazzo) di Stella Rossa e Sparta Rotterdam. Nel club belgradese non ha mai avuto la possibilità di debuttare in prima squadra, ma ha condiviso il percorso giovanile con Dejan Stankovic e Marko Pantelic. Anche il nonno Petar è stato calciatore alla Stella Rossa e al Vojvodina.

Il dna non mente e così, dopo aver iniziato a giocare nell’Academy del Feyenoord e poi dello Sparta, Milovanovic Jr. dopo 2 anni ha avuto la possibilità di entrare a far parte del super prolifico settore giovanile dell’Ajax nell’estate del 2018.

Il giovane stopper si è subito messo in grande evidenza, è diventato capitano della nazionale olandese Under 16 (al momento sembra orientato ad accettare le avances dell’Under 18 serba) ma non ha poi trovato lo spazio desiderato con il club di appartenenza (frenato da qualche infortunio), motivo per cui ha scelto di andare via.

Mateja ha come modelli due baluardi difensivi olandesi: “In questo momento, mi piace di più guardare Van Dijk e De Ligt. Anche se quest’ultimo sta giocando un po’ peggio da quando si è trasferito alla Juventus”, ha dichiarato il ragazzo in una bella intervista a mozzartsport.com.

Caratteristiche tecniche e tattiche

“Sono uno stopper come quelli di altri tempi. Sono calmo, non vado nel panico, mi trovo bene con la palla tra i piedi. Non sono un interiditore come questi moderni difensori centrali. Sono sempre alla ricerca di una soluzione calcistica, ho una buona visione d’insieme del gioco e non sono lento. Posso giocare da 6, ma sono soprattutto uno stopper. Il coordinatore principale dell’Academy dell’Ajax dice che sono qualcosa tra De Ligt e Frankie de Jong, ma ovviamente so che ho ancora da fare molti progressi solo per avvicinarmi al loro livello”, così si descrive Mateja Milovanovic a mozzartsport.com.

Effettivamente, il centrale mancino in possesso del doppio passaporto olandese e serbo, è un giocatore di qualità e personalità, abile nell’impostare il gioco dalle retrovie sfruttando il suo lungo lancio preciso. Il talento dell’Ajax ricorre spesso a questa giocata, risultando così una sorta di regista aggiunto, in grado di ribaltare con velocità l’azione sul fronte offensivo.

E’ abbastanza concentrato, ma soprattutto non perde mai la calma neanche quando è pressato in modo serrato dagli avversari, trasferendo sicurezza al resto della squadra. Non disdegna delle eleganti uscite palla al piede dalla propria area di rigore, una giocata che gli permette si saltare con decisione il primo pressing avversario. Pulito negli interventi, non un centrale particolarmente irruento, ma sa spesso sfilare la palla all’avversario senza commettere fallo.

Valido nel gioco aereo, pur non essendo altissimo per il ruolo con i suoi 185 cm., ha comunque una buona elevazione che lo rende sufficientemente performante. Fisicamente longilineo, Mateja può ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea in modo da essere ancora più competitivo nei contrasti e nei duelli spalla a spalla

Ha sicuramente una spiccata personalità, si prende sempre le sue responsabilità, risultando un leader tecnico e carismatico della sua squadra, come dimostra la fascia di capitano indossata sia nel club che in nazionale olandese.

Tatticamente il suo ruolo è quello di centrale sinistro di una difesa a 4, ma può anche adattarsi ad agire nel ruolo di mediano.

(Fonte foto: Instagram)

 

Analisi finale

  • Punti di forza: Tecnica
    - Visione di gioco - impostazione del gioco
    - Lancio lungo
    - Gioco aereo
    - Personalità
    - Pulizia negli interventi
    - Velocità
  • Punti di debolezza: Può irrobustirsi ulteriormente - Può perfezionare le letture difensive
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Eric García

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui