Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Joël van Kaam: talento olandese classe 2002

Joël van Kaam: talento olandese classe 2002

0
Joël van Kaam: talento olandese classe 2002
Joel van Kaam, talento del 2002 del Groningen. (Fonte foto: Instagram)

Scheda giocatore

  • Nome: Joël van Kaam
  • Classe: 2002
  • Ruolo primario: Terzino destro - Altri ruoli: Ala / Centrocampista fascia destra
  • Data di Nascita: 08/03/2002
  • Nazionalità: Olanda
  • Altezza: 179 cm.
  • Piede: Destro

Joël van Kaam

Dopo Erwin e Ronald Koeman e Dominique e Gregoor van Dijk, l’FC Groningen ha di nuovo due fratelli che giocano insieme nella prima squadra dei Trots van het Noorden, sono Daniel e Joël van Kaam.

Se del primo abbiamo già parlato tempo fa, su Joël promettente terzino destro classe 2002 ci soffermeremo oggi. Joël è di due anni più giovane di Daniel, è stato inserito in questa stagione nella rosa della prima squadra di Danny Buijs e l’8 novembre scorso è stato mandato in campo nel secondo tempo del match contro il Feyenoord.

Appena entrato in campo e posizionatosi nel ruolo di ala destra (dove è stato impiegato più frequentemente a livello giovanile), van Kaam ha subito avuto un “impatto” molto forte con il calcio dei grandi, ricevendo in pieno volto un potente rinvio del centrale difensivo argentino Senesi (il video è su Youtube).

Nato a Delfzijl da padre olandese (Michel di IJmuiden) e madre brasiliana (Ana di Manaus) Joël van Kaam, proprio come il fratello, ha iniziato a giocare a calcio al VV Appingedam. Inseguito, a 10 anni, lui e Daniel sono entrati a far parte del settore giovanile del Groningen dove hanno giocato insieme nelle prime due stagioni. Dopo due anni nella scuola calcio del club biancoverde sono stati inseriti nel Groningen under-12, dopodiché hanno completato l’intero corso di formazione allo Sportpark Corpus den Hoorn.

Daniel essendo più grande anagraficamente ha avuto l’opportunità di esordire prima tra i professionisti ma ora è stato raggiunto dal fratello, con il quale ha già avuto la possibilità di giocare insieme.

I due ragazzi ricordano con piacere in un’intervista al giornale del club quando ai tempi dell’Appingedam svolgevano tre allenamenti mensili con il Groningen, che già aveva individuato in loro le giuste qualità. In particolare, rimembrano come alla fine di ogni partita con l’Appingedam si fiondavano ad aprire la cassetta della posta in attesa di ricevere qualche comunicazione ufficiale da parte della società di Groninga. Naturalmente, dopo un periodo di attesa non troppo lungo, è arrivata prima la lettera per Daniel e poi quella per Joël.

“Ho sempre navigato per il mio lavoro, ho navigato in tutto il mondo”, dice papà Michel. Nel 1999, un anno prima della nascita di Daniël, Michel e Ana si sono stabiliti ad Appingedam, vicino al porto di Delfzijl. Gli anni dell’infanzia di Daniël e Joël sono stati tutti incentrati sul gioco del calcio. La famiglia aveva due porte da calcio in acciaio dietro la casa (quando non giocavano con una pallina in soggiorno) e lì entrambi i ragazzi giocavano sempre l’uno contro l’altro. (tratto da FC Groningen Journaal)

Probabilmente entrambi i fratelli hanno ereditato la passione per il calcio dai genitori, ex calciatori di discreto livello (soprattutto la mamma Ana). Joel (come anche il fratello) ha spesso giocato sotto età nelle diverse squadre del settore giovanile del Groningen, mettendosi in evidenza per le sue buone doti tecniche ed atletiche, qualità che gli hanno consentito di entrare a far parte delle nazionali olandese Under 15, 16 e 17.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Joël van Kaam è al momento un terzino destro veloce, reattivo, dotato di una potente progressione palla al piede ed abile nella fase di spinta.

Ama andare in profondità e proporsi costantemente sulla sua fascia di competenza, evidenziando un buon controllo della sfera in piena corsa e anche delle discrete capacità aerobiche.

“Sono più un giocatore che vuole la palla nei piedi e che fa affidamento su una corsa breve e veloce”, aveva dichiarato qualche mese fa il classe 2002 che, ha effettivamente modificato il suo stile di gioco sa quando è stato portato in prima squadra, arretrando la sua posizione nello scacchiere tattico (nelle giovanili giocava principalmente da esterno offensivo, almeno fino alla squadra U21).

Ciò non toglie che van Kaam può comunque essere riproposto in ruoli più offensivi, come è successo anche il alcuni spezzoni di partita, mettendo così in mostra una notevole versatilità.

Sa crossare abbastanza bene, superare in dribbling lanciato i suoi compagni, oltre ad essere competitivo nel gioco aereo.

Fisicamente longilineo e abbastanza strutturato a livello muscolare, van Kaam può irrobustirsi ulteriormente in modo da essere ancora più performante nei contrasti e nei duelli spalla a spalla. Inoltre, deve migliorare la fase difensiva dove, in alcune occasioni, pecca nei posizionamenti e risulta un po’ troppo superficiale nei disimpegni e poco concentrato.

Ha una forte personalità, non ha palesato nessun particolare imbarazzo nelle suo prime 4 apparizioni in Eredivisie.

Tatticamente il suo ruolo è ora quello di terzino destro in una difesa a 4, ma può anche agire da esterno destro di centrocampo e da ala.

(Fonte foto: Instagram)

 

 

Analisi finale

  • Punti di forza: Tecnica
    - Accelerazione palla al piede
    - Capacità aerobiche
    - Cross
    - Versatilità
  • Punti di debolezza: Può migliorare nella fase difensiva - Deve rimanere più concentrato ed essere meno superficiale in alcune scelte
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Rick Karsdorp

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui