Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Iker Villar: talento spagnolo classe 2006

Iker Villar: talento spagnolo classe 2006

0
Iker Villar: talento spagnolo classe 2006
Iker Villar, punta centrale classe 2006 del Siviglia. (Fonte foto: Instagram)

Scheda giocatore

  • Nome: Iker Villar Mendoza
  • Classe: 2006
  • Ruolo: Punta centrale
  • Data di Nascita: 10/01/2006
  • Nazionalità: Spagna
  • Altezza: 178 cm.
  • Piede: Sinistro

Iker Villar

In Spagna si è continuato a giocare a livello giovanile nonostante la pandemia:  molti campionati sono proseguiti ed i ragazzi sono scesi in campo con le mascherine. Una scelta discutibile che ha comunque permesso ai talenti iberici di mettersi in mostra e continuare il loro percorso formativo.

Tra i talenti che si sono confermati su ottimi livelli va sicuramente segnalato il centravanti mancino del Siviglia Iker Villar. La punta andalusa classe 2006, fino al momento in cui realizziamo questa scheda, ha messo a segno 12 reti (una su rigore) in 17 presenze con la formazione Cadete nel campionato División de Honor Grupo A, migliorando la buona media realizzativa che aveva avuto nella passata stagione 2019/20, nella quale aveva marcato 9 gol in 38 match disputati.

Nato a Fuentes de Andalucía il 10 gennaio del 2006, arrivato al Siviglia nella categoria prebenjamin (ha iniziato a giocare a 3 anni nella squadra del suo comune chiamata “La Cantera”), Iker ha ottenuto molti apprezzamenti tecnici fin dai suoi primi passi nel mondo del calcio, venendo nominato miglior talento andaluso dal sito FútbolCarrasco.com con 12.843 voti, il 33,54% dei voti complessivi. Una valutazione sulla quale ha inciso la doppia e consecutiva affermazione nel Mondialito per club disputato in Portogallo, dove il ragazzo ha messo in evidenza la sua spiccata vena realizzativa. Nel 2018, dopo essersi messo in mostra in diversi tornei internazionali, Villar è diventato campione di Spagna con la selezione andalusa, risultando capocannoniere della manifestazione con 10 reti.

“Rappresentare l’Andalusia è una sfida molto importante. Ho avuto la fortuna di farlo due anni fa, quando eravamo campioni di Spagna ed inoltre, adoro giocare con i miei compagni di squadra. Indossare di nuovo questa maglia è molto speciale. Siamo un bel gruppo, siamo diventati amici e insieme vogliamo ripetere il successo che abbiamo ottenuto nella categoria precedente. Puntiamo al titolo. Vogliamo entrare nella storia come i primi campioni di Spagna under 14. Mi sento molto a mio agio nella squadra e penso che abbiamo dimostrato che siamo una squadra molto solida che segna molto. Non vedo l’ora che arrivi la fase finale il mese prossimo per godermi di più questo campionato e cercare di alzare la coppa dei campioni”, aveva dichiarato Iker poco prima del trionfo finale.

Inoltre, sempre nel 2018, Iker è entrato nella lista stilata da El Mundo Deportivo dei migliori talenti della prestigiosa kermesse internazionale LaLiga Promises. Lo stesso anno, Villar ha vinto il titolo di “Campeones Alevines promeses Istobal 2018”, portandosi a casa il trofeo di miglior marcatore e MVP della manifestazione (ma il Siviglia è arrivato secondo dietro il Villarreal).

Caratteristiche tecniche e tattiche

Iker Villar è attaccante centrale abbastanza completo nonostante la giovanissima età: sa segnare con buona regolarità, ma può anche essere estremamente efficace in fase di assistenza praticando un calcio associativo.

In possesso di un buon controllo di palla in corsa, svaria sul fronte offensivo e sa essere lucido e preciso nel momento della conclusione. Ha una buona rapidità di esecuzione, un educato piede mancino e buone capacità balistiche che vengono esaltate ulteriormente dal suo spiccato senso del gol.

Uno dei punti di forza del suo ampio repertorio di abilità è sicuramente l’attacco della profondità, quando parte sulla linea del fuorigioco risulta essere difficilmente arginabile per i difensori avversari essendo potente e dotato di una decisa accelerazione palla al piede. Villar ha infatti un buon passo, è dinamico, elegante nelle movenze, abile nel coordinarsi velocemente, sa anche proteggere bene la sfera sfruttando la sua fisicità.

Valido nel gioco aereo, fisicamente longilineo ma forte, Iker ha ancora dei buoni margini di crescita muscolare che possono renderlo ancora più performante nei duelli spalla a spalla. Inoltre, può migliorare il suo “piede debole”, un aspetto da curare particolarmente in modo da essere ancora meno leggibile per i suoi marcatori.

Ha una personalità molto forte, è leader e capitano della squadra, lotta e s’impegna dando sempre il buon esempio ai compagni.

Tatticamente è una punta centrale che può fare reparto da solo ma, se assistito da due esterni propensi alla fase di assistenza, può vedere esaltate ulteriormente la sua vena realizzativa.

(Fonte foto: Instagram)

Analisi finale

  • Punti di forza: Tecnica
    - Attacco della profondità
    - Gioco aereo
    - Dinamismo
    - Senso del gol
    - Smarcamento
    - Capacità balistiche
    - Controllo di palla
  • Punti di debolezza: Deve migliorare il destro - Può irrobustirsi ulteriormente
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Alvaro Morata (anche se destro)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui