Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Georgiy Sudakov: talento ucraino classe 2002

Georgiy Sudakov: talento ucraino classe 2002

0
Georgiy Sudakov: talento ucraino classe 2002
Georgiy Sudakov, talento classe 2002 dello Shakhtar. (Fonte foto: Instagram)

Scheda giocatore

  • Nome: Georgiy Viktorovych Sudakov
  • Classe: 2002
  • Ruolo primario: Mezzala - Altri ruoli: Mediano/regista
  • Data di Nascita: 01/08/2002
  • Nazionalità: Ucraina
  • Altezza: 177 cm.
  • Piede: Destro

Georgiy Sudakov

Esordire in Champions League a 18 anni 1 mese e 19 giorni nella storica vittoria esterna (3 a 2) del suo Shakhtar contro il Real Madrid, deve essere stata la realizzazione di un sogno per Georgiy Sudakov, centrocampista classe 2002 del club di Donetsk.

Sudakov è stato mandato in campo in un momento delicato del match, quando il risultato era ancora in bilico.

Il suo debutto è stato una grande dimostrazione di fiducia da parte dell’emergente tecnico portoghese Luis Castro, il quale lo ha subito buttato nella mischia nella massima competizione europea senza neanche concedergli un minuto nella Prem’er-Liha.

Il prospetto versatile, che può essere impiegato sia da mezzala che da mediano, non ha toccato molti palloni negli ultimi 8 minuti del match contro il Real Madrid (recupero compreso), ma ha comunque contribuito alla vittoria dei “ragazzini ucraini” (lo Shakhtar annoverava tra le proprie file dei classe 1999, 2000, 2001 e 2002), difendendo la porta dell’altro esordiente Trubin (nel recupero è entrato anche l’altro debuttante, il 2002 Bogdan Vyunnyk).

Nato a Bryanka (Lugansk Oblast) il primo settembre del 2002, Sudakov è da tempo considerato uno dei talenti più interessati del settore giovanile dei “Minatori”, una credibilità che si è anche guadagnato totalizzando ben 11 presenze in UEFA Youth League.

Prima di arrivare allo Shakhtar, Georgiy aveva giocato per il Sokol e per il Metalist, club dove è rimasto fino al 2016. Ne 2014 ha ottenuto i primi riconoscimenti professionali al club di Kharkov e in seguito, nella stagione 2018/19, è diventato il campione dell’Ucraina con l’Under 17 dello Shakhtar venendo premiato come il miglior giocatore della fase finale. Inoltre, al termine della stagione, Georgiy Sudakov è stato riconosciuto come il miglior giocatore tra i giocatori nati nel 2002.

Mettendosi in evidenza nelle varie squadre giovanili, Sudakov è anche stato convocato stabilmente nelle selezioni nazionali Under 15, Under 16 e Under 17, con la quale ha uno score di 4 gol in 6 presenze.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Georgiy Sudakov è un centrocampista versatile, in grado di giocare sia da interno di centrocampo che da mediano.

Dinamico ed in possesso di una buona tecnica di base, ha una notevole visione di gioco ed una spiccata intelligenza tattica.

In possesso di un buon passo e di una notevole accelerazione palla al piede, sa condurre bene la sfera in piena corsa risultando poi insidioso dalla media-lunga distanza e su calcio piazzato.

Si smarca con buona frequenza, tocca un buon numero di palloni nell’arco della partita dando qualità e fluidità allo sviluppo della manovra della squadra.

E’ un giocatore che abbina qualità (in maggiori dosi) a quantità, abile nel superare in slancio i suoi dirimpettai quando accelera in progressione palla al piede, Sudakov è anche incisivo in fase di assistenza.

Riesce spesso a ribaltare l’azione con velocità proponendo delle decise transizioni offensive e sfornando degli illuminanti lanci filtranti.

Valido nel dribbling ed in possesso di un buon primo controllo di palla, ha in dote un preciso lancio lungo che sa effettuare bene anche con il mancino.

E’ un giocatore intraprendente, che chiede spesso l’1-2 per poi lanciarsi in profondità cercando di creare la superiorità numerica e sorprendere i pacchetti arretrati avversari.

Fisicamente normolineo, può rinforzare la sua struttura corporea in modo da essere più performante nei contrasti e nei duelli spalla a spalla.

Ha una spiccata personalità, nelle giovanili del club di appartenenza è stato il leader carismatico delle diverse squadre e non a caso ha anche indossato la fascia di capitano.

Tatticamente sembra dare il meglio di sé quando gioca da mezzala offensiva, essendo determinante dalla metà campo in avanti ma, in più di occasione in virtù della sua visione di gioco periferica, è stato impiegato da mediano, un ruolo che interpreta in modo molto dinamico e propositivo.

(Fonte foto: Instagram)

 

Analisi finale

  • Punti di forza: Tecnica
    - Dribbling
    - Capacità balistiche
    - Calci da fermo
    - Accelerazione palla al piede
    - Visione di gioco
    - Lanci lunghi
    - Creatività
    - Controllo palla
    - Dinamismo
    - Inserimenti offensivi
    - Personalità
  • Punti di debolezza: Fase difensiva - Può irrobustirsi ulteriormente
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Gonzalo Villar

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui