Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Contattaci: info@worldfootballscouting.com

Home Schede Giocatore Botond Balogh: talento ungherese classe 2002

Botond Balogh: talento ungherese classe 2002

0
Botond Balogh: talento ungherese classe 2002
Botond Balogh, centrale difensivo classe 2002 del Parma. (Fonte foto: Instagram)

Scheda giocatore

  • Nome: Botond Balogh
  • Classe: 2002
  • Ruolo: Difensore centrale
  • Data di Nascita: 06/06/2002
  • Nazionalità: Ungheria
  • Altezza: 189 cm.
  • Piede: Destro

Botond Balogh

“Finora sono stato in panchina per quanto riguarda il campionato italiano e chissà, se nel corso di una partita avrò la possibilità di giocare, potrebbero osare e rimandarmi in campo. Spero di essere nel gruppo per la partita di sabato, vorrei vivere da vicino come è il campionato nel match contro l’Inter a San Siro”, aveva dichiarato giovedì Balogh Botond a nemzetisport.hu dopo l’esordio in prima squadra in occasione della partita di Coppa Italia vinta 3 a 1 dal suo Parma.

Oltre ogni più rosea aspettativa, Balogh è stato schierato dal primo minuto da Mr. Fabio Liverani nel match contro i nerazzurri che ha visto i parmensi farsi raggiungere sul 2 a 2 all’ultimo minuto del tempo di recupero. Botond è stato protagonista di una buona partita anche se, un suo intervento sospetto (una trattenuta a Perisic) al centro dell’area avrebbe potuto causare un calcio di rigore.

Con il suo debutto in Serie A, Balogh è diventato il primo 2002 in assoluto a vestire la maglia del Parma e l’undicesimo della massima divisione italiana.

Balogh è arrivato al Parma due stagioni fa proveniente dal MTK Budapest, dopo che aveva giocato in precedenza per lo SC Sopron (fino al 2015) e ancora prima per il Nagycenk SE.

Oltre a Botond, nell’estate del 2019 hanno preso anche il compagno di nazionale e coetaneo Márk Kosznovszky, anche lui protagonista all’Europeo U17 e al Campionato del Mondo U17.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Botond Balogh è un difensore centrale forte fisicamente, bravo nel gioco aereo e aggressivo in marcatura.

Raramente perde di vista l’attaccante avversario e spesso usa le braccia (a volte anche troppo) per mantenere il contatto con il suo dirimpettaio, risultando talvolta “asfissiante” per l’attaccante che capita dalle sue parti.

In Italia si è fatto soprattutto apprezzare per la sua aggressività sull’uomo in fase di marcatura ma, nelle nazionali giovanili sia è anche distinto per una certa intraprendenza in fase d’impostazione, palesando una sufficiente tecnica di base.

A causa della sua stazza considerevole, va un po’ in sofferenza nei primi metri di corsa, patendo così gli attaccanti dotati di uno spiccato cambio di ritmo (per questo tenta più volte l’anticipo).

Fisicamente già discretamente strutturato, non ha patito particolarmente nei duelli spalla a spalla con gli avversari più esperti di lui.

Ha sicuramente una spiccata personalità, è concentrato e gioca con sicurezza e tranquillità, qualità che gli hanno permesso di indossare la fascia di capitano nelle diverse squadre magiare dove ha militato e anche nelle nazionali.

Tatticamente impiegato come centrale di una difesa a 3, Balogh non ha particolari problemi nel giocare in un reparto arretrato a 4.

(Fonte foto: Instagram)

Analisi finale

  • Punti di forza: Fisicità
    - Senso della posizione
    - Marcatura
    - Senso dell'anticipo
    - Gioco aereo
    - Personalità
    - Aggressività
  • Punti di debolezza: Non molto veloce nei primi metri di corsa - Talvolta usa troppo le braccia aggrappandosi agli avversari in area di rigore
  • Valutazione complessiva:
  • A chi somiglia: Marash Kumbulla

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui