Top 11 e panoramica dei migliori talenti del Sub-15 2019 in Paraguay

Si è appena concluso il Torneo Sudamericano Under 15, con la vittoria ai calci di rigore del Brasile sull’Argentina. Decisivo è stato l’errore dal dischetto di Luka Romero, la “stella” della selezione “albiceleste” che, almeno fino all’ultima partita (ha anche causato il fallo del rigore dell’1 a 1), era stato uno dei migliori talenti del torneo.

Il Sub-15 ha proposto dei giocatori interessanti, quasi tutti inseriti nelle rose delle squadre finaliste. C’è stata infatti una grande differenza tra “le nazionali regine del Sud America” e le altre rivali, le quali non hanno proposto molti giocatori di prospettiva, evidenziando soprattutto un gioco difensivo e speculativo.

Al terzo posto si è piazzata la squadra del paese ospitante, il Paraguay e al quarto la Colombia del capocannoniere del torneo Ricardo Caraballo. Da segnalare il sesto posto del Belgio, alla sua prima esperienza al Sub-15.

Noi di WFS abbiamo voluto mettere in evidenza i migliori talenti squadra per squadra e realizzare la Top 11 della kermesse sudamericana, prendendo non solo in considerazione il rendimento, ma anche le potenzialità del calciatore.

BRASILE: La nazionale verdeoro si è espressa ai massimi livelli, mettendo in mostra grandi talenti in ogni reparto. A partire dall’attacco dove, con 4 reti e tante giocate di qualità, ha attirato l’attenzione di tutti gli osservatori Matheus Nascimento del Botafogo, attaccante tecnico, fisico e di movimento, che ricorda molto da vicino Edinson Cavani. Sulla fascia destra, si è messo in luce Savio dell’Atlético Mineiro mentre, sulla corsia opposta, ha “fatto la differenza” Ângelo del Santos, un’ala straripante che, quando accelera palla al piede, risulta essere imprendibile per chiunque. Al centro del campo ha dominato la scena Robinho del Palmeiras, coadiuvato da Kauê del Botafogo mentre, sulla trequarti, si è vista a sprazzi la classe del numero 10 mancino Arthur del Fluminense (classe 2005). Sulla fascia destra, nel ruolo di terzino, è stato un moto perpetuo Vinicius dell’Internacional, giocatore di qualità, dotato di infinite capacità aerobiche. Nel ruolo di difensore esterno sinistro, ha convinto per la sua abilità nello svolgere entrambe le fasi, il riccioluto e dinamico Biro del Corinthians. In difesa, una nota di merito va al prestante e qualitativo centrale, il capitano Kayky, anche lui del Santos e al portiere Mycael del Club Athletico Paranaense.

ARGENTINA: Oltre al già citato Luka Romero del Mallorca, trequartista mancino, veloce ed estremamente tecnico (nelle movenze ricorda molto da vicino Lionel Messi), si è messo in grande evidenza la dinamica ala destra Misael Jaime, giocatore abile nell’uno contro uno ed estremamente qualitativo, il cui cartellino è di proprietà del Newell’s. Al centro dell’attacco di Mr. Alejandro Saggese, è piaciuto il potente ed elegante Santiago Castro del Vélez mentre, sulla fascia sinistra, si è distinto il “jolly” di fascia Valentin Barco del Boca Juniors. In mediana sono piaciuti il capitano Fernando Alvarez dell’Argentinos Juniors, giocatore elegante, ma forse un po’ discontinuo e il prestante Augustin Giay del San Lorenzo, elemento abile a svolgere entrambe le fasi. In difesa ha convinto, palesando un ottimo rendimento, l’alto centrale del Talleres Tomas Kummer. Tra le “riserve”, hanno fatto intravedere le loro buone qualità: il regista mancino Tobias Medina del San Lorenzo, la brevilinea ala sinistra e numero 10 Ignacio Tapia del Belgrano, il trequartista Axel Encinas del River Plate e l’ala destra Sergio Frutos del Talleres.

PARAGUAY: Terzo classificato, il Paraguay ha messo in mostra una buona solidità difensiva, soprattutto facendo leva sul carisma e la forza del capitano Angel Brizuela del Guaranì e sul terzino sinistro Mario Molas anche lui del Guaranì. Il migliore giocatore della squadra, è stato senza ombra di dubbio Julio Enciso, ala destra potente e tecnica del Libertad, un elemento da segnare con il cerchio rosso. Altri talenti che hanno trascinato la selezione “albirroja” fino all’ultimo gradino del podio sono stati: il centrocampista offensivo Hugo Cuenca (2005) del Deportivo Capiatá, il tattico mediano Juan Cardozo dell’Argentinos Juniors e il fantasista Kevin Pereira del Deportivo Capiatá.

COLOMBIA: Tra i “Cafeteros” un uomo su tutti è riuscito a rubare la scena, il dinamico centravanti e capocannoniere del Sub-15 Ricardo Caraballo del Baranquilla, autore di 7 reti, è un giocatore dotato di un gran senso del gol e di una spiccata abilità nello smarcamento. Da monitorare sono anche il prestante trequartista Jhon Solìs del Club Atlético Nacional, così come il terzino destro di spinta Juan José Mina del Deportivo Cali, fratello del più noto Yerry Mina , difensore dell’Everton. Uno dei migliori difensori centrali del torneo è stato sicuramente il mancino Daniel Pedrozo dell’Arcos Zaragoza, affidabile e bravo tecnicamente. Da monitorare sono anche i “maratoneti” della squadra, il mediano Pedro Bravo dell’América de Cali e Juan Rubio del Millonarios.

ECUADOR: La “Mini Tri” non ha messo in luce prospetti dal profilo tecnico elevato, ma solo alcuni ragazzi che possono essere seguiti con maggiore attenzione nei prossimi anni. Tra questi vanno citati il portiere Alex Coello dell’Atletico Madrid, il mediano Denil Castillo detto “Yiyo”, il migliore giocatore di movimento della squadra, di proprietà del Club Sport Norte América, il dinamico centrocampista Randy Meneses del Club Deportivo El Nacional, la mezzala Orlando Herrera dell’Independiente del Valle e l’ala sinistra mancina Yaimar Medina anche lui dell’Independiente del Valle.

VENEZUELA: La selezione “Vinotinto” non ha messo in luce nessun talento da prendere in grande considerazione, a parte il terzino destro e capitano Álex Custodio dello Zulia.

BELGIO: Tra i “Diavoli Rossi”, che di certo non hanno disputato un grande torneo, si sono messi in maggiore evidenza l’attaccante del Bruges Abdoul Camara, autore di 2 gol e l’esterno offensivo di destra Sami Sakkali del Genk.

PERU’: I peruviani non hanno lasciato il segno per le loro qualità tecniche ma, tra i giocatori che hanno fatto intravedere qualcosa in più, va sicuramente citato il terzino destro Jeffrey Cabellos di proprietà degli argentini del Racing Club.

BOLIVIA: La nazionale boliviana avrebbe dovuto ospitare il Sub-15 ma, a causa dei problemi politici e sociali che sta attraversando il paese, la competizione è stata spostata in Paraguay. Nonostante tutte queste difficoltà, i ragazzi boliviani hanno dimostrato grande ardore agonistico e tanta voglia di mettersi in mostra. In particolare, sono piaciuti i due elementi più qualitativi della rosa, il trequartista Miguel Terceros, rapido e tecnico talento del Santos e Romero Osorio, regista del Gordo Rios.

URUGUAY: La “Celeste” è stata la grande delusione del torneo, non avendo proposto dei talenti all’altezza del prestigio di tale nazionale. Sicuramente, al di sopra della media sono stati il prestante centravanti Nicolás Siri del Danubio, autore di 3 reti e soprattutto la tenace e dinamica ala destra Pablo Viudez del Defensor Sporting. Vanno seguiti con attenzione il capitano mancino e playmaker Juan Jorge del Defensor Sporting, l’ala sinistra Joaquín Lavega (classe 2005) del River Plate e la mezzala Ignacio Chocho del Nacional.
Il poderoso centrale mancino Alan Matturro del Defensor Sporting, è stato l’unico a salvarsi del pacchetto arretrato uruguaiano.

CILE: I cileni hanno chiuso il torneo all’ultimo posto, nonostante in rosa ci fosse un talento da profilo tecnico assoluto, il cui nome è Lucas Assadi, tecnica e rapida ala sinistra dell’Universidad de Chile, un prospetto da seguire con grandissima attenzione nei prossimi anni. Altro giocatore di qualità, che ha messo in evidenza solo a sprazzi le sue doti, è l’esterno offensivo di destra/trequartista Enzo Romero del Colo Colo.

Top 11 Sub-15
Top 11 Sub-15

Top 11 Sub-15 (4-4-2): Coello (ECU); Vinicius (BRA), Kummer (ARG), Kayky (BRA), Biro (BRA); Jaime (ARG), F. Alvarez (ARG), Robinho (BRA), Angelo (BRA), L. Romero (ARG); Caraballo (COL)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *