Yusuf Demir: talento austriaco classe 2003

INFORMAZIONI: Yusuf Demir

Nome: Yusuf Demir
Ruolo: Punta centrale, trequartista, seconda punta
Data di nascita: 02/06/2003
Altezza: 175 cm
Piede: Sinistro

Yusuf Demir

Yusuf Demir attaccante classe 2003 del Rapid Vienna è uno dei migliori talenti europei nella sua fascia d’età: il giovane austriaco, ma di chiare origini turche (i genitori sono di Trabzon), si è messo in grande evidenza nella prestigiosa Mercedes Junior Cup e, come riferisce il giornale inglese “The Sun”, ha attirato l’attenzioni di molti top club europei.

In particolare si sono interessati al ragazzo Manchester United, Manchester City, Barcellona, Real Madrid, Bayern Monaco, Borussia Dortmund, Roma e Bayer Leverkusen.

Nato a Vienna 2 giugno del 2003, Yusuf non ha naturalmente ancora esordito con la prima squadra di Didi Kühbauer, ma può già vantare numerose presenze e gol con le selezioni nazionali austriache. Ben 10 gol in 8 presenze con l’Under 15 e 5 reti in 9 presenze in Under 17 (dove gioca sotto età).

Demir ha iniziato a giocare a calcio a 6 anni nell’First Vienna FC Jugend, prima di entrare a far parte dell’SK Rapid nel 2013 (la squadra giovanile del team della capitale). A quel tempo, Joshua Kimmich era appena stato nominato migliore giocatore al torneo U19 Mercedes-Benz Junior Cup a Sindelfingen, in Germania. Sei anni dopo, Yusuf Demir ha seguito l’esempio, ma il talentino del Rapid aveva solo 15 anni. Demir, a volte, ha giocato contro avversari più grandi di quattro anni.

Pur giocando quasi sempre contro ragazzi più adulti, Yusuf ha sempre segnato un gran numero di reti in tutte le squadre giovanili del Rapid, come sta facendo attualmente nella formazione U18, dove è riuscito a totalizzare 6 reti e un assist 12 presenze.

Yusuf Demir si è anche “affacciato” nella seconda squadra del Rapid (il Rapid II), ma lo spazio è più limitato anche perché ha davanti due attaccanti molto più esperti di lui, Nemanja Tomasevic o Christoph Weyermayr anche di quattro anni più anziani e quindi fisicamente più sviluppati.

Il Rapid Vienna ha vincolato contrattualmente Demir fino al 2020, ma l’intenzione, confermata anche dal suo “procuratore-consigliere”, Sertan Günes, è quella di prolungarglielo ulteriormente.

“I colloqui con la famiglia stanno andando bene. Yusuf è uno dei tanti grandi talenti che si trovano qui. Si sente molto bene, ha i piedi per terra, è umile e deciso. Si diverte solo a giocare”, ha dichiarato Willi Schuldes, ds del Rapid Vienna II.

La volontà del club della capitale è quella di vendere il talento tra qualche anno, come è successo con Maximilian Wober, passato all’Ajax nel 2017 per oltre 8 milioni di euro. (tratto da laola1.at)

Avendo il doppio passaporto, austriaco e turco, Demir è continuamente corteggiato dalla Federazione Calcio Turca, che spera ancora di poterlo portare tra le proprie file.

“Tutti i nostri allenatori parlano con lui, possiamo solo dirgli che crediamo nel suo grande potenziale e anche che può giocare nella squadra nazionale, ma ovviamente la sua famiglia e il suo consigliere svolgono un ruolo importante”, ha spiegato il dirigente austriaco Peter Schöttel. (tratto da cnnturk.com)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Manfred Zsak, allenatore della nazionale austriaca U17, definisce così Yusuf Demir: “E’ un ottimo calciatore con una buona tecnica e un sinistro molto, molto buono”. (tratto da abseits.at)

Demir è un giocatore estremamente tecnico, che è stato impiegato principalmente da punta centrale, ma essendo molto dinamico e dotato di una buona visione di gioco, è stato pure utilizzato con successo da “finto nove” e da trequartista.

In possesso di un educato piede mancino, dotato di un tiro potente, ha un innato senso del gol, ma non per questo non sa rendersi utile in fase di assistenza.

Elegante nelle movenze, agile e discretamente veloce, sa essere decisivo nell’uno contro, ma l’aspetto che colpisce maggiormente di lui è il sensibile controllo e trattamento della sfera.

Fisicamente già abbastanza alto (considerando la giovane età), Demir non è però il tipico centravanti fisico, che fa della prestanza atletica il suo punto di forza, ma anzi è un fine palleggiatore, che ama avere la palla tra i piedi e scambiarla frequentemente con i compagni.

E’ un attaccante estroso, con in dote dei colpi geniali, che incantano le platee.

Dal suo stile di gioco traspare chiaramente la sua forte personalità, che palesa in modo evidente quando tenta con successo le giocate più difficile nei momenti più delicati della partita.

Tatticamente versatile, Demir gioca principalmente da prima punta, ma può anche essere utilizzato al fianco di una punta centrale meno dinamica, oppure da trequartista.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, passaggi, capacità balistiche, dribbling, personalità, visione di gioco, senso del gol.
Punti di debolezza: Può rafforzare la sua struttura corporea, migliorare nella gestione delle energie e nel gioco aereo.
A chi assomiglia: Roberto Firmino
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: turkish-football.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *