William Böving: talento danese classe 2003

INFORMAZIONI: William Böving

Nome: William Böving Vick
Ruolo: Trequartista, ala sinistra, punta centrale
Data di nascita: 01/03/2003
Altezza: 168 cm.
Piede: Destro

William Böving

William Böving è diventato il quinto più giovane debuttante nella storia dell’FC Copenaghen, esordendo nel match di coppa contro l’Aalborg il 4 marzo scorso, tre giorni dopo il suo 17esimo compleanno (ha disputato gli ultimi 5 minuti).

Successivamente William ha continuato ad allenarsi con la prima squadra, riuscendo anche a giocare gli ultimi minuti dei supplementari dell’incontro di Europa League contro il Manchester United, “buttato nella mischia” come mossa disperata dal tecnico Staale Solbakken.

“E’ stato incredibilmente bello, è una delle migliori emozioni che puoi avere nel tuo corpo quando entri in campo per la prima squadra e puoi rappresentare il tuo club, ero ovviamente molto orgoglioso di esordire così giovane. Questo dimostra anche la fiducia che hai guadagnato nei confronti del club negli anni che hai giocato qui”, ha dichiarato William dopo la sua prima partita tra i professionisti. (tratto da www.fck.dk)

In realtà il suo debutto non è stato così sorprendente: “L’esordio non è arrivato all’improvviso. La mia prima partita non ufficiale è stata al Telia Parken, poco prima che andassimo in Portogallo, dove ho giocato il 2 ° tempo (contro l’Halmstad, ndr). Penso di aver fatto un bel salto avanti e mi sono messo in mostra nel miglior modo possibile”, afferma il talento danese che prosegue. “È stata una grande esperienza per me dover giocare con più spettatori di quanto mi aspettassi, quindi ovviamente ho dovuto abituarmi. Mi ero allenato al Telia Parken un paio di volte prima della partita, ma era la mia vera prima partita lì.”

In seguito, William è stato per la prima volta nel ritiro della prima squadra in Portogallo e ha giocato in tutte e tre le partite di preparazione alla nuova stagione. “Ovviamente è stato un po’ difficile entrare negli ultimi dieci minuti di una partita in cui tutto è frenetico, andare avanti e indietro con i compagni che sono stanchi. Ma è stata una corsa davvero fantastica e anche i giocatori della prima squadra si sono comportanti molto bene con me. “

“Nell’Under19 gioco regolarmente da numero 9, e mi ci sono abituato, e penso che sia una buona posizione, ma in prima squadra ho giocato più largo. Penso che la posizione che occupo in prima squadra mi avvantaggi, è molto stimolante perché hai tempo per capire cosa fare con la palla “.

“Se giochi da attaccante centrale hai un enorme stopper proprio alle tue spalle e l’unica cosa che puoi effettivamente è proteggerti. Quindi non penso che possa mettermi bene in mostra al centro come sulla fascia, dove hai tempo e puoi puntare l’avversario, tirare e fare meglio quello che vuoi, ovviamente in relazione alla pressione e all’avversario”. (tratto da www.fck.dk)

La sua grande versatilità è stata anche confermata in occasione del match di EL contro lo United, dove Böving ha occupato la posizione di trequartista nella zona di centrodestra.

Naturalmente, William è stabilmente nel giro delle nazionali giovanili danesi e, dopo aver totalizzato 10 presenze e 5 gol con l’Under 16, ha anche messo a segno 5 reti in 12 caps con l’Under 17.

Caratteristiche tecniche e tattiche

William Böving è un giocatore tatticamente duttile, in grado di giocare da trequartista, ala (principalmente sinistra) e punta centrale.

Fisicamente brevilineo, rapido ed in possesso di una discreta tecnica di base, è molto bravo ad attaccare la profondità prendendo sul tempo i pacchetti arretrati avversari.

In possesso di un tiro abbastanza forte e preciso, sa essere sgusciante negli spazi stretti anche se va in sofferenza quando viene a contatto con difensori fisicamente più strutturati di lui.

E’ molto dinamico, si smarca continuamente alla ricerca del pallone non dando mai grossi punti di riferimento alle linee difensive.

Quando agisce da trequartista dimostra di sapersi muovere bene tra le linee, scambiando la palla con la punta centrale per poi lanciarsi nell’area avversaria con tempestivi inserimenti offensivi.

Ha un ottimo controllo di palla in corsa, una qualità importante che gli consente di compiere dei repentini cambi di direzione.

Fisicamente brevilineo, Böving può deve ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea in modo da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

Ha indubbiamente una spiccata personalità, si smarca continuamente e la palla tra i piedi non gli “scotta”, dimostrando di non patire particolarmente le pressioni esterne.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, versatilità, accelerazione palla al piede, attacco della profondità, capacità balistiche, controllo di palla, smarcamente, dinamismo, personalità.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente, migliorare nella continuità e nella fase difensiva. Gioco aereo.
A chi somiglia: Jesse Lingard
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.fck.dk)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *