Virgiliu Postolachi: talento rumeno classe 2000

INFORMAZIONI: Virgiliu Postolachi

Nome: Virgiliu Postolachi
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 17/03/2000
Altezza: 182 cm
Piede: Destro

Virgiliu Postolachi

Virgiliu Postolachi, punta centrale del PSG, è salito agli onori delle cronache per uno splendido gol contro l’Atletico Madrid all’ICC, una conclusione a giro da fuori area con il sinistro, il suo piede “debole”, che ha totalmente sorpreso il portiere Adan.

In realtà, fino a quel momento, l’attaccante nato a Edinet, in Moldavia, non aveva toccato un grande numero di palloni, ma ciò è tipico del suo stile di gioco, che è quello di sfruttare al massimo le opportunità che gli vengono concesse.

Già la scorsa stagione Virgiliu si era messo in evidenza sia con la formazione riserve nel National 2, sia con la squadra Under 19 del PSG, con la quale ha messo a segno 2 reti in 159 minuti disputati in UEFA Youth League.

Due marcature che si sono aggiunte a quelle messe a segno nei vari campionati giovanili francesi, dove Postolachi ha spesso recitato il ruolo del bomber.

Virgiliu Postolachi ha iniziato a giocare a calcio fin da piccolissimo, a circa due o tre anni, quando il padre gli ha regalato una piccola palla. A 5-6 anni è stato iscritto a una scuola di calcio e a 13 anni era già conteso da diversi club. Alla fine ha dovuto fare una scelta tra Monaco e PSG. Virgiliu ha scelto il PSG, anche perché viveva nel distretto di Saint-Germain-des-Prés.

Virgiliu è al centro di un “caso internazionale”, in quanto potrebbe giocare con la nazionale francese, moldava e soprattutto rumena, con le ultime due pronte a contenderselo sfruttando tutti i canali istituzionali.

Il padre Oleg, nato in Russia: “Sono russo, ma i miei nonni erano rumeni all’epoca in cui Bessarabia faceva parte della Grande Romania”, ci tiene a specificare come il figlio voglia giocare con maglia della nazionale romena, nonostante le continue richieste della federazione calcio moldava.
“Virgiliu vuole giocare per la Romania. È giovane e non è pronto per la nazionale maggiore, ma vuole far parte dell’Under 21 della Romania. La Moldavia lo chiama con insistenza, ma non siamo interessati. Ha anche visitato il centro federale rumeno e il ragazzo è rimasto impressionato”. (tratto da libertatea.ro)

Mihai Stoichiţă, il direttore tecnico della nazionale rumena spera che la soluzione possa risolversi entro settembre. Inoltre il ragazzo parla già rumeno con un leggero accento e per lui non sarebbe difficile integrarsi con i giovani autoctoni.

Postolachi ha recentemente firmato il contratto con il PSG, allungando la scadenza fino al giugno del 2021; un’operazione saggia visto i numerosi “scippi” effettuati dagli altri club nei confronti dell’Academy del club parigino.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Virgiliu Postolachi è una punta centrale di discrete qualità tecniche e senso del gol. In possesso di una buona progressione e di una notevole forza fisica, non colpisce certamente per le movenze, risultando non molto aggraziato nel gestire la sfera.

Pur di piede destro, sa destreggiarsi abbastanza bene anche come il sinistro, come dimostra il gol all’ICC.

Ha buone capacità balistiche che gli permettono di rendersi pericoloso anche dalla media-lunga distanza.

Sa attaccare bene gli spazi, sfruttando bene il mal posizionamento della linea difensiva avversaria, smarcandosi spesso con un tempismo perfetto.

Sa farsi valere nel gioco aereo e nella difesa della palla, svaria su tutto il fronte offensivo, favorendo così gli inserimenti dei centrocampisti.

Tatticamente Postolachi è una punta centrale che nel mezzo di un tridente offensivo può rendere al meglio sfruttando il suo spiccato senso del gol e le sue capacità nel gioco aereo, che sarebbe esaltato ulteriormente dai cross provenienti dalle fasce.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, forza fisica, progressione palla al piede, protezione della palla, senso del gol, capacità balistiche.
Punti di debolezza: Deve essere più continuo nell’arco dei 90 minuti.
A chi assomiglia: André-Pierre Gignac
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.telegraph.md)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *