Titouan Thomas: 2002 – Francia

Nome: Titouan Thomas
Ruolo: Mezzala destra/sinistra, trequartista
Data di nascita: 12/01/2002
Altezza: 178 cm
Piede: Destro

BIOGRAFIA

In Francia quasi tutti i club hanno deciso, già da qualche anno, di investire pesantemente sul calcio giovanile locale, potenziando le strutture e i centri d’allenamento, pagando anche più onerosamente i talenti ritenuti più validi. Il motivo di questa nuova strategia è quella di ottenere corpose plusvalenze future cercando così di anticipare società come PSG e Monaco che a livello economico sono di un altro livello.
Titouan Thomas, mezzala/trequartista nativa di Saint-Brieuc, terzo di sette fratelli e grande talento del calcio transalpino, ha iniziato a giocare a calcio a 5 anni nell’AS Plélo (anche se già da prima si divertiva a giocare a calcio con i suoi fratelli dentro casa), dopo 2 anni si è trasferito al Guingamp dove si unisce al fratello maggiore (anche lui calciatore) dopo un breve periodo a La Châtelaudrinaise. Nel club rossonero è rimasto per 3 stagioni, vince il campionato Under 13 e alla fine del contratto giovanile con il bretone va allo Stade Briochin (gli altri due fratelli Thibaut e Tmitothé hanno invece giocato con lo Stade Paimpolais) e contemporaneamente gioca anche al Pole Espoirs di Ploufragan. Nel frattempo la famiglia del ragazzo, papà Frank e la mamma Caroline Bouriel, vengono contattati e invitati a visitare i centri sportivi di quasi tutti i più importanti club transalpini. Rennes, Nantes, PSG, Monaco, Lille e Bordeaux, tutti hanno provato a convincere il ragazzo, ma alla fine l’ha spuntata l’Olympique Lione, convinto da una un’ulteriore grande prestazione di TT con la maglia del Pole Espoirs contro il Caen, dove mise a segno una tripletta e un assist. “La mia motivazione era privilegiare la qualità del centro di formazione. Non c’è un impianto migliore in Francia, l’OL è il posto migliore per allenarsi. Penso che la formazione sia buona in Francia in una buona struttura professionale. Nel mio caso, non sono privilegiato più di un altro, anche se sono all’Olympique Lyonnais che è il miglior centro di allenamento in Francia o in Europa, ma tutti hanno la possibilità di trovarlo!”
Eppure le offerte degli altri club erano molto allettanti. “Con PSG, c’erano tanti soldi in ballo. Ma quello non è mai stato il suo fine ultimo. Ha preferito l’ambiente e la qualità della formazione”, ha affermato la madre di Titouan Thomas.
Al Lione è arrivato a 15 anni e il suo impatto è stato subito ottimo, ambientandosi subito e mettendo a segno un cospicuo numero di assist e gol pur giocando sotto età, ottenendo anche un posto nella nazionale francese Under 16, cha ha disputato il Mondial Football di Montaigu.
Naturalmente, vivendo lontano da casa, avverte la nostalgia della famiglia: “Sì, possiamo dire che a volte è difficile essere lontani dalla tua famiglia, sono dall’altra parte della Francia. Tuttavia, durante il fine settimana vengono regolarmente a Lione e ho già vissuto questa situazione di non essere a casa quando ero al Pole Espoirs di Ploufragan.” (tratto da olympique-et-lyonnais.com)
Thomas è un ragazzo che si definisce semplice, a cui non piace descriversi tecnicamente, ma devono essere gli altri a parlare di lui. Ammira Luka Modric e naturalmente Zinedine Zidane, del quale apprezza l’eleganza e la tecnica.
I prossimi obiettivi del ragazzo sono quello di ottenere il primo contratto da professionista e giocare con le selezioni giovanili transalpine, mentre in futuro sogna di giocare con la nazionale maggiore e partecipare alla CL. (tratto da lesreportersincredules.wordpress.com)
Thomas ha già ottenuto alcune importanti sponsorizzazioni legate all’abbigliamento sportivo, che danno ulteriori bonus ogni volta che va in nazionale, sintomo di quanto il suo nome sia già molto considerato in Francia.

CARATTERISTICHE TECNICHE E TATTICHE

Titouan Thomas è un centrocampista con attitudini offensive, che può svolgere sia i compiti della mezzala che quelli del trequartista. Ha una notevole tecnica di base, è bravo nel dribbling e ha anche una buona visione di gioco. A tutto ciò aggiunge anche buone capacità balistiche (col l’OL va spesso a segno) e una spiccata qualità nell’ultimo passaggio.
Di lui colpisce immediatamente l’eleganza nelle movenze, la capacità nel difendere la sfera e la potente accelerazione palla al piede con cui spacca le difese avversarie.
Nelle selezioni giovanili transalpine ha mostrato di saper eccellere nella fase offensiva, giocando sia da trequartista che da mezzala, mentre a Lione ha svolto principalmente il ruolo di incursore dietro la prima punta.
Il modulo che sembra calzare meglio alle sue caratteristiche è il 4-3-3, dove, partendo da mezzala, ha la possibilità di avere più campo a disposizione, mettendo a frutto la sua potenza e tecnica, anche se deve migliorare nella fase di non possesso e recupero palla. Anche il 4-2-3-1 si adatta bene alle sue qualità, a dimostrazione di come TT sia un elemento abbastanza duttile.

ANALISI FINALE

Punti di forza: Tecnica, dribbling, progressione, visione di gioco, leadership, capacità balistiche.
Punti di debolezza: Deve migliorare nella fase difensiva.
A chi assomiglia: Bryan Cristante
Valutazione: 4/5

(Fonte foto: www.olympique-et-lyonnais.com )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *