Stefan Bodisteanu: talento rumeno classe 2003

INFORMAZIONI: Stefan Bodisteanu

Nome: Stefan Bodisteanu
Ruolo: Trequartista, mezzala sinistra/destra
Data di nascita: 01/02/2003
Altezza: 175 cm.
Piede: Destro

Stefan Bodisteanu

Stefan Bodisteanu è uno dei talenti più in vista del calcio rumeno, a tal punto che nel mese di ottobre il suo nome è stato inserito dal popolare quotidiano britannico “The Guardian” nella lista dei migliori 60 classe 2003 al mondo.

Il centrocampista offensivo nativo di Chisinau (è arrivato a 11 anni dalla Moldavia), ha già avuto la possibilità di esordire nella Liga 1 in occasione della partita tra Viitorul Constanța (il suo club di appartenenza) e AFC Hermannstadt disputato il 29 luglio scorso.

Bodisteanu è diventato così il 42esimo giocatore dell’Academia Hagi ad esordire nella Liga 1 con la maglia del Viitorul. Dal momento del debutto tra i grandi, Stefano è riuscito ad accumulare 6 presenze mettendo a segno un assist, confermando quanto di buono fatto nelle varie selezioni rumene, dall’Under 15 (dove è stato anche capitano al “Torneo delle Nazioni”) fino all’Under 17.

E’ stato il grande Gheorghe Hagi, proprietario dell’Academy e del Viitorul, a lanciare nel professionismo Bodisteanu facendolo esordire tra “i grandi” e, anche una volta lasciato l’incarico di allenatore, passando a quello di responsabile del settore giovanile, l’ex giocatore del Brescia non ha mai perso l’occasione per lodare il suo pupillo (anche lui numero 10).

Caratteristiche tecniche e tattiche

Stefan Bodisteanu è un centrocampista offensivo dotato di una buona tecnica di base, in possesso di una decisa progressione palla al piede e di una visione di gioco periferica.

Verticalizza il gioco con i giusti tempi, risultando così decisivo in fase di assistenza con i suoi precisi passaggi filtranti.

Sa quando partire in accelerazione palla al piede e quando effettuare delle giocate di prima intenzione dando fluidità e rapidità alla manovra.

E’ intelligente tatticamente, sa muoversi bene tra le linee (assume sempre la giusta postura con il corpo) smarcandosi sempre puntualmente e rappresentando un perno centrale della manovra delle sua squadra.

E’ abbastanza rapido negli spazi stretti, ha un buon controllo di palla in piena corsa anche se conduce la sfera esclusivamente con il piede forte (può sicuramente migliorare il mancino). Ha buone capacità balistiche e sa essere pericoloso con le sue fulminee incursioni offensive nel cuore dell’area avversaria.

Fisicamente normolineo, Stefan ha ulteriori margini di crescita muscolare che possono renderlo ancora più competitivo nei contrasti e nei duelli spalla a spalla. Oltre a migliorare il suo sinistro, il talento rumeno classe 2003 deve perfezionare la fase difensiva svolgendo un più intenso “sotto palla”.

Ha una forte personalità, come dimostra la fascia di capitano al braccio indossata più volte a livello giovanile.

Tatticamente il suo ruolo è quello di numero 10, di trequartista dietro la punta centrale, ma può anche adattarsi a giocare da mezzala dalle attitudini prettamente offensive.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, accelerazione palla al piede, assist, visione di gioco, inserimenti offensivi, controllo di palla, capacità balistiche, verticalizzazioni, personalità.
Punti di debolezza: Può rafforzarsi fisicamente e migliorare nella fase difensiva. Deve perfezionare il mancino.
A chi somiglia: Mijat Gacinovic
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: Instagram)

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *