Samy Mahour: talento francese classe 2003

INFORMAZIONI: Samy Mahour

Nome: Samy Mahour
Ruolo: Trequartista
Data di nascita: 2003
Altezza: 178 cm.
Piede: Entrambi

Samy Mahour

Samy Mahour, trequartista classe 2003, ha recentemente firmato il contratto con il Gent (un biennale), dando una svolta importante alla sua carriera che finora lo aveva visto mettersi in evidenza nel piccolo club francese del FC Montrouge.

Prospetto di notevoli qualità tecniche, il ragazzo di origini algerine, ma nativo di Bonneuil (una cittadina vicino Creteil, non lontano da Parigi), è stato protagonista del programma Youtube “DREAM CHASER”, nel quale ha raccontato i suoi primi anni di vita con gli amici di sempre (dei veri fratelli per lui) e i primi passi nel mondo del calcio sul piccolo “campo giallo”, un piccolo rettangolo di cemento inserito tra i palazzoni popolari della sua cittadina.

“I miei primi ricordi legati al calcio si riferiscono al periodo quando giocavo nell’Under 11 e ho vinto il premio di migliore giocatore di un torneo a Bonneuil. Quella è la volta che ho capito di avere talento. Ogni volta che toccavo la palla succedeva qualcosa. In quella occasione c’è stato un calcio di rinvio del portiere avversario, la palla è arrivare a me e con 2 tocchi, ho affrontato un avversario, ho fintato un tiro, ho dribblato il giocatore e ho tirato la palla nell’angolo destro. Tutti i miei amici e i parenti erano lì, ero felicissimo.”

Appena arrivato al Gent, Mahour ha subito fatto vedere di che pasta è fatto nel match contro il Seraing, mettendo a segno un bel gol e un assist oltreché regalare tanti colpi d’alta scuola tipici del suo stile di gioco “da strada”.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Samy Mahour è un trequartista dotato di una tecnica sopraffina, abile nell’uno contro uno e dotato di discrete capacità balistiche.

In possesso di una buona accelerazione palla al piede, di una notevole visione di gioco e di tanta creatività, eccelle nel controllo della sfera negli spazi stretti, ma anche a campo aperto si dimostra difficile da arginare per i pacchetti arretrati avversari.

Ha la classica andatura caracollante dei calciatori di origine magrebina, è imprevedibile ed il fatto di essere ambidestro lo rende ancora meno leggibile per i suoi dirimpettai.

E’ decisivo dalla trequarti in avanti, segnando dalla distanza e per mezzo di improvvisi inserimenti offensivi, ma anche sfornando degli assist illuminanti.

Il suo stile di gioco è “selvaggio”, istintivo e ha nell’esaltazione della tecnica pura il suo fulcro centrale.

Fisicamente normolineo, può ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea in modo da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla. Inoltre, può migliorare nella fase difensiva, così come può perfezionare i tempi della giocata (in certe occasioni tende troppo a specchiarsi nella sua tecnica).

Ha una spiccata personalità, non ha il minimo timore nel tentare le giocate più complicate nei momenti decisivi della partita, proprio come è successo al suo match d’esordio con il Gent.

Tatticamente il suo ruolo è quello di trequartista, ma può anche agire da mezzala in squadre che fanno un grande possesso palla.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, dribbling, ambidestrismo, creatività, accelerazione palla al piede, capacità balistiche, assist, personalità.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente, migliorare nella fase difensiva e nei tempi di gioco.
A chi somiglia: Hatem Ben Arfa
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Instagram)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *