Rodrigo: talento brasiliano classe 2000

INFORMAZIONI: Rodrigo

Nome: Rodrigo Antonio Rodrigues
Ruolo: Ala destra
Data di nascita: 21/04/2000
Altezza: 179 cm
Piede: Destro

Rodrigo

Rodrigo, ala destra del Real Madrid, è uno dei migliori talenti presenti nella UEFA Youth League di questa stagione. Il giovane brasiliano ha destato un’ottima impressione già dal primo match disputato contro la Roma (vinto 3 a 1 dai “Blancos”), dove è risultato il migliore in campo (ha anche segnato un gol) insieme al terzino sinistro fuoriquota Fran García.

Nato a São Carlos, nello Stato di São Paulo, Rodrigo si è formato calcisticamente nel Grêmio Novorizontino. È entrato a far parte del club nel 2015 ed è stato promosso nella squadra under 20 prima della stagione 2017, avendo particolarmente impressionato durante la Copa São Paulo de Futebol Júnior.

Il 25 gennaio dello scorso anno è stato promosso in prima squadra e il ragazzo ha dimostrato subito di essere di un livello superiore, mettendo a segno un assist (per Henrique) nel giorno del suo debutto, il 29 marzo contro il Santos (3 a 1 per il Peixe).

“È stato pazzesco. Tutto è appena successo così velocemente. Finora avevo visto Vila Belmiro solo in TV, e ora ero lì … Era tutto molto surreale”, sono state le parole di Rodrigo dopo il suo esordio.

A 16 anni, 11 mesi e 8 giorni, Rodrigo era appena diventato il giocatore più giovane a partecipare al campionato dello stato di Sao Paulo, nella splendida cornice di Vila Belmiro, tempio del Santos. Il “Peixe” da quel momento ha cercato più volte di “strappare” il giovane prospetto al Novorizontino, senza mai riuscirci.

Dal momento del debutto la vita di Rodrigo è velocemente cambiata, considerando che prima viveva in affitto con il papà disoccupato e ogni mese mandava una parte dei suoi 300 euro del suo piccolo stipendio (da settore giovanile) alla sua famiglia. “Alla mia età, potrei ancora vivere con i miei genitori”, ha spiegato. “Quindi, sono molto felice di poter dare una mano. Voglio aiutare ancora di più”, ha affermato orgoglioso il ragazzo in un’intervista di un anno fa a Globo. Fortunatamente, da luglio 2017, Rodrigo ha firmato un buon contratto con la Nike e contemporaneamente si sono interessati a lui i più importanti club brasiliani.

Nell’agosto 2017, Rodrigo è andato in prestito al Palmeiras, con il quale ha giocato il torneo under 17 della Comunidad de Madrid, una sorta di “mondialito” giovanile per club, segnando cinque gol in quattro partite.

In questa occasione è stato notato dagli osservatori del Real Madrid, che si sono ritrovati, praticamente sotto gli occhi, un talento dal notevole potenziale tecnico e fisico.

Così il 13 settembre 2017, il quotidiano spagnolo Marca ha annunciato che il Real Madrid aveva raggiunto un accordo per Rodrigo. Il 30 maggio 2018, poco dopo aver compiuto 18 anni, Rodrigo ha firmato un contratto di sei anni con il Real Madrid e si è unito al team U19.

Le “Merengues”, che negli ultimi mesi hanno fatto incetta dei migliori talenti “verdeoro” (basti pensare a Vinicius Jr e a Rodrygo Goes), per prendere l’attaccante ex Novorizontino hanno dovuto battere la concorrenza di Santos e naturalmente Palmeiras.

Probabilmente i “Verdão”, che avevano un diritto di opzione su Rodrigo, hanno sottovalutato le doti del ragazzo, portandolo non ancora tesserato nella “tana del lupo”, a Madrid sotto gli occhi degli scout madrileni.

Il Real Madrid ha solamente dovuto “rimborsare” il Palmeiras con 300.000 euro per il diritto d’opzione non esercitato, molto meno di quello che i brasiliani avrebbero potuto guadagnare tra qualche anno vendendo il cartellino del ragazzo.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Rodrigo è un attaccante completo, che può giocare da esterno o nel mezzo“, ha detto ad AS il presidente del Novorizontino Genilson da Rocha Santos. “È molto veloce, esplosivo e si è sviluppato molto da quando ha iniziato qui a Novorizontino all’età di 14 anni”, ha concluso il massimo dirigente.

Effettivamente Rodrigo è un giocatore veloce, tecnico, potente, ha tanta forza nelle gambe che gli permette di stroncare i suoi dirimpettai quando parte in progressione palla al piede.

Ha discrete capacità balistiche e precisi tempi d’inserimento, dote che gli consente di mettere a segno un buon numero di assist.

Ha già una buona fisicità che gli permette di difendere bene la sfera e di giocare con discreta disinvoltura quando è spalle alla porta.

E’ molto abile nel dribbling, probabilmente il pezzo forte del suo repertorio, ma talvolta eccede nella giocata individuale, portando troppo la palla e insistendo forzatamente nell’uno contro uno.

La sua classica azione prevede la progressione sulla fascia di competenza, puntare i marcatori e infine sfornare degli assist invitanti. Essendo di piede destro e giocando spesso a destra, trova più facilità nell’andare al cross piuttosto che concludere a rete.

Considerando la giovane età ha già una certa maturità tattica, torna spesso nella sua metà campo cercando di aiutare i compagni di squadra.

Caratterialmente Rodrigo è già maturo, come conferma il tecnico delle giovanili del Novorizontino, Marcello Barbotta al sito Goal.com:”Ho lavorato con lui per due anni e posso dire che è un bravo ragazzo. Rodrigo ha un grande cuore e, nonostante tutta questa attenzione che c’è ora su di lui, è rimasto la stessa persona”, chiosa il tecnico.

Tatticamente Rodrigo può giocare da ala sia destra (dove agisce più frequentemente) che sinistra di un 4-3-3 o di un 4-2-3-1.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, dribbling, velocità, assist, personalità, forza fisica, progressione, protezione della palla.
Punti di debolezza: Deve migliorare nelle scelte, tenere meno la palla e segnare più gol.
A chi assomiglia: Federico Chiesa
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.marca.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *