Reinier: 2002 – Brasile

Nome: Reinier Jesus Carvalho “Reinier”
Ruolo: Trequartista, punta centrale
Data di nascita: 19/01/2002
Altezza: 185 cm
Piede: Destro 

BIOGRAFIA

Reinier è stato senza ombra di dubbio il miglior talento brasiliano presente al sudamericano Sub 15 disputato a novembre, dove la selezione verdeoro si è vista strappare la vittoria finale per 3 a 2 dagli acerrimi rivali argentini.
Nato a Brasilia, Reinier si è trasferito giovanissimo, nel 2011, a Rio de Janeiro, dapprima giocando nelle file del Vasco, poi al Fluminense e finalmente al Flamengo, squadra dove milita attualmente e con la quale si è recentemente vincolato fino al 2021. Una mossa molto intelligente e tempestiva quella del club “rubronegro”, che così facendo ha “blindato” il ragazzo sul quale si erano posate le attenzioni degli osservatori di molti team europei, soprattutto dopo le belle prestazioni al Sub 15 con la prestigiosa maglia numero 10 sulle spalle.
“Firmare il mio primo contratto da professionista con il più grande club del mondo dà una sensazione di felicità a me e a tutta la mia famiglia. Voglio ringraziare il Flamengo per la fiducia in me e nel mio calcio. Prometto al club di impegnarmi al massimo giorno dopo giorno, sia in partita che negli allenamenti, tenendo sempre i piedi per terra, impegnandomi a fare buone partite e vincere il maggior numero di titoli possibile con questa maglia. Oggi sono la persona più felice del mondo.” (flamengo.com.br)
Il suo sogno è quello di esordire con un assist in occasione del derby con il Vasco: “Ho già immaginato il mio debutto … Un Flamengo-Vasco al Maracanã. Lo stadio affollato. Mancano dieci minuti, segniamo un gol con un mio assist. Aiutare la squadra è sempre importante. Non mi piace solo segnare gol, cerco sempre di fare assist, fare belle giocate. Non è che non mi piaccia segnare gol, ma in passato non avevo l’abitudine a passare nella zona dell’area di rigore, ma con il lavoro al Flamengo ho imparato ad ottenere di più, facendo sempre di tutto.” (globoesporte.globo.com)
Il suo idolo è Zidane, mentre del Flamengo apprezza Diego: “Zidane non l’ho mai visto giocare, ma da piccolo mio padre mi mostrava i suoi video. Cerco sempre di fare delle giocate come le sue. Se faccio l’1% di quello che faceva lui posso ritenermi soddisfatto. Diego è un grande giocatore, un eccellente professionista. Cerco sempre di guardare anche quello che fa lui.” (globoesporte.globo.com)
A Rio Reinier vive da solo, la famiglia e rimasta a Brasilia e i primi tempi al club “rubronegro” non sono stati semplici, sentendo molto la mancanza della madre, della sorella e del papà, l’uomo che gli ha trasferito la passione per il calcio, essendo un ex giocatore di calcetto.
Nelle varie categorie giovanili, agendo sia da trequartista che da “finto 9”, Reinier ha realizzato valanghe di gol, basti pensare che prima del Sub 15 aveva messo a segno ben 24 reti (chiudendo la stagione a 30). Attualmente gioca nella formazione Under 17 del Flamengo (guidata dal tecnico Phelipe Leal), in quanto i suoi notevoli mezzi fisici e tecnici lo rendono praticamente immarcabile nelle categorie inferiori.
Il suo score personale si è sempre mantenuto su alti livelli anche quando con il suo club ha partecipato ad impegnativi tornei internazionali, come il Memorial Gusella dello scorso anno, dove il talentino verdeoro è stato il capocannoniere della manifestazione.
Caratterialmente è un ragazzo estroverso, tranquillo, socievole, che ama la musica pagode (ma soprattutto la musica più popolare delle parti di Brasilia, Gosto do Ferrugem, Revelação, Thiaguinho), stare con gli amici e con la fidanzatina.

CARATTERISTICHE TECNICHE-TATTICHE

Reinier è stato impiegato nel Brasile preminentemente nel ruolo di trequartista con ampia libertà d’azione. Ama svariare su tutto il campo, ma è sulla trequarti che sa essere determinante, con passaggi filtranti di rara precisione ed anche con potenti tiri dalla distanza (tira pure le punizioni). Ha senso del gol sia quando gioca da trequartista, sia quando svolge i compiti del “finto nove”, in questo è indubbiamente facilitato dalla sua struttura fisica longilinea, ma soprattutto dalla sua sublime tecnica di base. Veroniche, finte, doppi passi e dribbling di vario genere, fanno parte del suo vasto bagaglio tecnico tipico di un calciatore brasiliano. Sa difendere molto bene la sfera ed è bravo sia negli spazi stretti che ampi; nonostante la mole ha un buon passo con il quale può superare in progressione i suoi dirimpettai. Inoltre, Reinier emerge su tutti per la sua notevole maturità tattica ed intelligenza nell’effettuare le scelte giuste anche nelle fasi più “delicate” della partita.

ANALISI FINALE

Punti di forza: Tecnica, forza fisica, visione di gioco, maturità tattica, senso del gol, tempi d’inserimento offensivi, capacità balistiche
Punti di debolezza: Talvolta deve essere più combattivo
A chi assomiglia: Rivaldo, Kaka
Valutazione: 4/5

(Fonte foto: globoesporte.globo.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *