Raúl García: talento spagnolo classe 2000

INFORMAZIONI: Raúl García

Nome: Raúl García de Haro
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 03/09/2000
Altezza: 192 cm
Piede: Destro

Raúl García

Raúl García, centravanti classe 2000 del Real Betis, ha avuto la possibilità di esordire nella Liga spagnola in occasione della partita contro il Levante il 24 settembre (match vinto 3 a 1) al Benito Villamarín e poi ripetersi 3 giorni dopo contro il Villarreal (incontro perso 5 a 1).

In entrambe le occasioni, Raúl García è entrato in campo nei secondi tempi, totalizzando complessivamente una quindicina di minuti.

Raúl García de Haro è nato a Olesa de Montserrat, Barcellona, ​​il 3 novembre 2000, ha iniziato a giocare a calcio nel Guadix C.F poi, nel 2014, si è trasferito all’U.D. Almeria, con il quale a 17 anni è diventato con 22 gol il “pichichi” nazionale della división de honor juvenil.

Nella sua esperienza all’Almeria, Raul ha ottenuto il titolo si campione andaluso con la squadra Under 16 e Under 18 del club biancorosso.

Nel 2018 è passato al Betis, dove Raúl García ha dimostrato di non aver perso il “vizio del gol”, riuscendo ad andare a segno per ben 37 reti complessive, 18 gol con la squadra della División de Honor Juvenil e 19 con il Betis Deportivo, numeri che gli hanno permesso di essere aggregato alla prima squadra all’inizio di questa stagione.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Raúl García è un centravanti che colpisce immediatamente per la sua altezza, ben 192 cm che gli consentono di primeggiare nel gioco aereo e di proteggere la sfera, facendo avanzare la sua squadra quando la palla viene lanciata in avanti.

Dotato di una discreta tecnica di base, è abbastanza dinamico e partecipa all’azione ma, quando la palla transita in area di rigore, sa sempre farsi trovare al posto giusto nel momento giusto, risultando un bomber inesorabile.

Pur essendo dotato di lunghe leve, sa farsi rispettare negli spazi ampi, mentre va un po’ in difficoltà nello stretto.

Abile nello smarcamento e nel gioco spalle alla porta, può ulteriormente rafforzare la sua struttura corporea longilinea e filiforme.

Ha una forte personalità, lotta con l’intero pacchetto arretrato nel corso di tutta la partita, palesando anche una spiccata generosità.

Tatticamente la sua posizione è quella di punta centrale, in grado si sostenere da solo il peso di reparto avanzato ma, se inserito all’interno di un tridente, può essere maggiormente valorizzata la sua abilità aerea.

Analisi finale

Punti di forza: Gioco aereo, senso del gol, tecnica, sponde, personalità, smarcamento, intelligenza tattica.
Punti di debolezza: Può ulteriormente rafforzarsi fisicamente e migliorare il sinistro.
A chi assomiglia: Luca Toni
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.granadadigital.es)

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *