Pedro De La Vega: talento argentino classe 2001

INFORMAZIONI: Pedro De La Vega

Nome: Pedro De La Vega
Ruolo: Ala sinistra/destra
Data di nascita: 07/02/2001
Altezza: 172 cm
Piede: Destro

Pedro De La Vega

A 17 anni 7 mesi e 9 giorni, l’ala sinistra del Lanùs, Pedro De La Vega, ha avuto l’opportunità di debuttare in Primera División.

Una decisione alquanto sorprendente, anche per lo stesso ragazzo, che mai si sarebbe immaginato di esordire così precocemente tra i professionisti.

Infatti, Pedro non faceva neanche parte della squadra riserve, ma il tecnico della prima squadra, Luis Zubeldìa, folgorato dalle qualità tecniche del ragazzo, ha deciso di buttarlo subito nella mischia, in occasione del match del 16 settembre contro il Racing Club (perso 3 a 1 dai Granate).

“Tu domenica vieni con noi”, sono state le parole dell’allenatore al ragazzo subito dopo l’allenamento.

De La Vega ha giocato 58 minuti su buoni livelli, risultando il migliore in campo, andando anche vicino al gol, che non è arrivato solo grazie a un miracolo del portiere avversario Gabriel Arias.

“Fino a quando Pedro De La Vega è stato in campo ha fatto la differenza. E’ audace, sa far gol e ha forza. Questo ragazzo non ha paura del palcoscenico”, ha detto Luis Zubeldìa dopo la partita che il talentino ha interrotto per un leggero infortunio. (tratto da infobae.com)

Il giorno successivo, nonostante la sconfitta del Lanùs, a scuola Pedro è stato accolto dagli applausi e dai cori dei compagni, perché l’olavarriense rappresenta uno di loro, un ragazzo semplice, che con i sacrifici è riuscito a realizzare il suo sogno. Da quel momento Pedro è riuscito a racimolare 6 presenze con “i grandi”, per un minutaggio complessivo di 365 minuti. Conseguentemente, nello scorso ottobre, il giovane talento argentino è stato convocato nella selezione Under 20 dell’Albiceleste.

Eppure la sua carriera non era iniziata nel migliore dei modi. Cresciuto calcisticamente nel club della sua città, il Ferrocarril Sud de Olavarría, a 11 anni il padre lo ha portato a fare dei provini con il Boca Juniors prima e con il River Plate poi, ma in entrambi i casi le pensioni dei club erano completamente piene. Così, qualche anno dopo, è arrivata la proposta del Lanùs, che Pedro ha subito accettato.

Figlio di Lisandro De La Vega, ex giocatore del club Ferro de Olavarría e attuale dirigente, Pedro ha iniziato a giocare con i “Granate” nel 2015 e già nel 2017 gli è stato riconosciuto dall’AFA il premio come migliore giocatore del calcio giovanile argentino.

Non avrei mai immaginato di vincerlo: non ci avevo mai pensato prima. Io cerco sempre di fare del mio meglio. Ma un giorno mi si è presentato davanti il coordinatore e mi ha detto che avevo vinto il premio e ciò mi ha fatto molto felice. Ho chiamato la mia famiglia e gliel’ho detto. L’ho preso con tranquillità, anche se in quel momento sono rimasto sorpreso “, ha detto il giovane al giornale El Diario.

“Sono veloce ed coraggioso”, così si descrive De La Vega, che come idolo ha Lautaro Laucha Acosta, suo attuale compagno di squadra. (tratto da infobae.com)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Pedro De La Vega è un’ala che può giocare indifferentemente a destra e a sinistra, anche se, quando si trova sulla corsia mancina, ha più facilità ad andare al tiro con il suo piede forte, il destro.

Veloce e abile nel dribbling, ha un notevole cambio di passo che gli permette spesso di lasciare sul posto i suoi dirimpettai.

Buon “crossatore” e discreto finalizzatore, interpreta le partite con grinta, coraggio e determinazione, applicandosi abbastanza anche nella fase difensiva; una qualità che è poco comune ai ragazzi così giovani.

E’ dotato di un tiro potente, che lo rende pericoloso dalla media-lunga distanza, ma sa anche segnare con degli improvvisi “tagli” dall’esterno.

Il suo stile di gioco è fatto di continue accelerazioni sulla fascia di competenza, mettendo così a frutto la sua spiccata abilità nel dribbling, fondamentale che spesso lo rende imprendibile per i suoi marcatori.

Caratterialmente non soffre la pressione, dà sempre il massimo durante le partite, dimostrando generosità e spirito di squadra.

Fisicamente normolineo, sembra più alto dei 172 cm che riferiscono molti siti, sa reggere abbastanza bene l’urto contro giocatori più strutturati ed esperti di lui.

Tatticamente De La Vega è perfetto per svolgere il ruolo di esterno offensivo di un 4-3-3 o di un 4-2-3-1, ma nelle squadre giovanili del Lanùs è stato impiegato anche da trequartista e “finto nove”.

Analisi finale

Punti di forza: Velocità, tecnica, dribbling, rapidità, fase difensiva, personalità, capacita balistiche.
Punti di debolezza: Deve migliorare con il sinistro e irrobustire ulteriormente la sua struttura fisica.
A chi assomiglia: Rodrigo de Paul
Valutazione: 4/5

(Fonte foto: www.futbolred.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *