Pablo Moreno: 2002 – Spagna

Nome: Pablo Moreno Taboada
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 03/05/2002
Altezza: 178 cm
Piede: Destro

BIOGRAFIA

La cantera del Barcellona continua a produrre talenti dal profilo tecnico assoluto, molti di questi però, negli ultimi anni, non sono stati valorizzati in prima squadra, venendo preferiti a campioni stranieri molto più cari, ma soprattutto molto più attraenti in termini di marketing.
Così, ultimamente, molti prospetti de “La Masia” decidono di trovare fortuna altrove, chi in Inghilterra, chi in Francia e chi addirittura in Croazia, come è successo all’estrosa ala Dani Olmo.
Non è così improbabile che alla lunga lista di talenti in fuga da Barcellona si possa aggiungere un altro nome altisonante, almeno a livello giovanile, quello di Pablo Moreno, centravanti super prolifico del 2002. Moreno, infatti, non ha ancora rinnovato il contratto (con scadenza a fine anno) con i catalani e ormai sembra sempre più difficile una sua permanenza nella penisola iberica. Manchester City, Manchester United e soprattutto Arsenal si sono fatte avanti con l’entourage del ragazzo, che è gestito direttamente da Pere, fratello di Pep Guardiola. I “Gunners”, avendo nominato l’ex Barça Raul Sanllehi come capo delle relazioni calcistiche del club, sembrano essere in “pole position” per l’eventuale “scippo” nei confronti dei catalani. Inoltre a Londra hanno “sete di vendetta”, dopo che il Barcellona nei mesi scorsi si è accaparrata Marcus McGuane, 19enne mediano irlandese ex gioiellino dell’Academy dell’Arsenal.
Nato a Granada, Moreno ha iniziato a dare i primi calci ad un pallone nel Granada 74, poi nel 2010 è passato al Granada, dove è rimasto fino alla categoria Alevín B. Nel 2013 è andato al Barcellona dopo aver giocato un paio di tornei in prova; una strategia vincente che ha permesso ai blaugrana di battere la forte concorrenza del Real Madrid. Con i catalani Pablo ha segnato subito valanghe di gol, addirittura due anni fa ha avuto una media straordinaria di 2,3 gol a partita. Nei primi tre anni di militanza nel Barcellona, pur giocando sotto età, ha realizzato in totale oltre 180 reti.
Nel 2015, Moreno ha partecipato al Memorial Cristina Varani, un importante torneo internazionale che si disputa ogni anni vicino a Roma e anche in quell’occasione ha impressionato tutti, diventando capocannoniere del torneo (vinto in finale dall’Inter proprio contro il Barcellona) e segnando uno dei suoi 13 gol totali con un dolce pallonetto in prossimità della bandierina del calcio d’angolo (contro il Milan).
Anche nell’ultima stagione Moreno ha ampiamente sforato la doppia cifra, diventando il giocatore più prolifico nella sua fascia d’età, ottenendo conseguentemente un posto fisso nella nazionale Under 16 iberica.

CARATTERISTICHE TECNICHE E TATTICHE

Pablo Moreno è una punta centrale dinamica, in possesso di una grande tecnica di base, di uno spiccato senso del gol e di una maturità nell’effettuare le scelte degna di un calciatore affermato. Sa scegliere quando è il momento di giocare in modo semplice e quando concedere una giocata ad effetto per il pubblico,la quale è spesso determinante per lo sviluppo dell’azione, non risultando mai inconcludente.
Carles Martinez, suo tecnico nella “Infantil A”, ha detto di lui: “Pablo Moreno è un ottimo calciatore, è il calciatore più dotato che abbia mai avuto. Ha qualcosa di speciale. Lo apprezzo perché, pur essendo sempre sotto i riflettori, la prende bene e rimane calmo. Sono molto contento del cambiamento che sta avendo nella sua capacità di autocontrollo.”
Moreno ha inoltre un buon dribbling, una buona progressione palla al piede e una notevole capacità nello scattare sul filo del fuori gioco; è una punta centrale che domina l’area di rigore, un centravanti con il classico “istinto killer” tipico dei più grandi attaccanti.
Fisicamente deve ancora rinforzarsi un po’ e anche nel gioco aereo, pur avendo una discreta elevazione, patisce un po’ la marcatura dei difensori centrali più alti di lui.
Tatticamente è il classico centravanti che può rendere bene in ogni modulo, naturalmente, se ha ai lati due esterni offensivi di qualità, come accade al Barcellona, le sue doti possono esaltarsi ulteriormente.

ANALISI FINALE

Punti di forza: Senso del gol, tecnica, dribbling, velocità, personalità.
Punti di debolezza: Gioco aereo.
A chi assomiglia: Karim Benzema
Valutazione: 4/5

(Fonte foto: www.memorialcristinavarani.com)

 

3 risposte a “Pablo Moreno: 2002 – Spagna”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *