Nunzio Brandi: talento italiano classe 2001

INFORMAZIONI: Nunzio Brandi

Nome: Nunzio Brandi
Ruolo: Mediano, mezzala destra/sinistra
Data di nascita: 10/05/2001
Altezza: 185 cm.
Piede: Destro

Nunzio Brandi

La Primavera dell’Hellas Verona, pur in una stagione tra alti e bassi, ha comunque centrato un grande traguardo, ipotecando la qualificazione alla finale di Coppa Italia di categoria, vincendo in casa per 2 a 0 contro la Roma la semifinale d’andata (traguardo mai raggiunto dal Verona).

Tra i grandi protagonisti della formazione Under 19 gialloblu c’è senza dubbio il mediano napoletano classe 2001 Nunzio Brandi, metronomo del centrocampo e cervello della squadra.

Nato a Napoli il 10 maggio del 2001, Nunzio è cresciuto nelle giovanili della Promotion per poi passare alla Turris, club con il quale ha disputato un grande campionato e ha contribuito alla vittoria dei playoff regionali.

In seguito, nella primavera del 2017, è stato notato e seguito dagli osservatori del Verona che, non indugiando, l’hanno invitato a sostenere un provino per il team scaligero.

Tutto è subito andato bene e, per la prima volta, Brandi si è allontanato da casa per realizzare il suo sogno di diventare un calciatore professionista. Un percorso iniziato nella stagione 2017/18 con l’Under 17 gialloblù, quando si è schierato nel centro del campo con 20 presenze stagionali, di cui 18 da titolare, e 3 gol. Poi il salto in Primavera che all’inizio, come lui stesso ammette, non è stato facile ma poi, imponendo le sue qualità fisiche e tattiche, è riuscito a guadagnarsi un posto da titolare.

“I primi mesi dopo essermi allontanato da casa sono stati quelli più difficili, vorresti quasi abbandonare il calcio e tornare dalla tua famiglia. Poi piano piano capisci che questo è il tuo mondo e bisogna dare tutto, queste sono le ultime possibilità che ci possiamo giocare. Io cerco di dare il massimo, ho una famiglia alle spalle sempre presente e che spesso mi viene a trovare. Spero dunque che questa stagione si possa concludere al meglio”, ha dichiarato la scorsa stagione il ragazzo al sito dell’Hellas.

Nella passata stagione, Brandi è riuscito a totalizzare nel Campionato Primavera 2a 18 presenze e 3 gol e, in questo spezzone di campionato sotto gli ordini del tecnico Corrent, ha racimolato 13 presenze e 2 assist nella competizione regina della categoria e 5 presenze un gol e un assist in Coppa Italia.

Brandi ha anche avuto la possibilità di allenarsi con la prima squadra, un’esperienza molto importante per il talento campano che, confrontandosi con “i grandi”, ha potuto perfezionare le sue qualità.

“Allenarsi con la prima squadra è bello, ma anche molto faticoso! Sicuramente lavorare con persone più grandi e di maggiore esperienza è una gran cosa per noi, e sia mister Juric che i giocatori della prima squadra ci aiutano molto quando andiamo a Peschiera”.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Nunzio Brandi è un ragazzo molto semplice e un grande lavoratore che con grande (anche troppa) umiltà si era definito in passato un giocatore poco tecnico: “Sicuramente penso di essere migliorato un po’ sotto tutti i punti di vista, anche grazie al mister che mi sta dando una grande mano, e spero di migliorare ancora. Io comunque continuo a dare tutto per l’Hellas, perché è il mio modo di fare.”

Il giovane centrocampista ha preso come modelli un paio di calciatori che nel loro ruolo sono tra i migliori in Italia. “In generale apprezzo Allan: è un centrocampista che mi piace molto. Per quanto riguarda la prima squadra dell’Hellas, mi rivedo molto in Amrabat”. (tratto da www.calciohellas.it)

Nunzio Brandi viene descritto dagli attenti conoscitori del settore giovanile dell’Hellas come un “mediano vecchio stile” ma con ottime capacità di inserimento che all’occorrenza può agire da difensore centrale.

Sinceramente, tale definizione è un po’ riduttiva nei confronti di Nunzio che, non è solo un giocatore di quantità, ma è anche un elemento in grado d’impostare il gioco con discreta precisione (privilegiando i passaggi corti), svolgendo attentamente entrambe le fasi.

Forte fisicamente, bravo nel gioco aereo e negli inserimenti offensivi, è un centrocampista dinamico, la cui presenza in mezzo al campo è sempre ben tangibile.

E’ un giocatore affidabile, combattivo, grintoso, generoso, dotato di grandi capacità aerobiche che dà sempre tutto nell’arco dei 90 minuti.

Intelligente tatticamente, la sua posizione è quello di mediano davanti alla difesa ma può anche agire da mezzala e, in situazioni di emergenza, è stato anche impiegato nel ruolo di centrale difensivo.

Analisi finale

Punti di forza: Capacità aerobiche, intelligenza tattica, personalità, passaggi, dinamismo, fisicità, recupero palla, intensità di gioco, visione di gioco, inserimenti offensivi, gioco aereo.
Punti di debolezza: Può migliorare nelle scelte e rafforzarsi ulteriormente.
A chi somiglia: Victor Wanyama
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: hellaslive.it)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *