Nicola Zalewski: talento polacco classe 2002

INFORMAZIONI: Nicola Zalewski

Nome: Nicola Zalewski
Ruolo: Ala sinistra, mezzala destra/sinistra, trequartista
Data di nascita: 23/01/2002
Altezza: 170 cm
Piede: Destro

Nicola Zalewski

Nicola Zalewski parteciperà, ben 3 anni sotto età, al prossimo mondiale Under 20 che si disputerà nei prossimi giorni proprio in Polonia.

Ennesimo talento prodotto dal florido settore giovanile della Roma, Nicola è entrato a Trigoria 9 anni fa, scovato da Bruno Conti e il suo staff.

Nato a Tivoli (ma residente a Poli), Zalewski è figli di genitori polacchi che si sono trasferiti circa 30 anni fa in Italia. Il padre aveva una piccola azienda di ristrutturazioni edilizie: la famiglia, di cui fa parte anche la sorella più grande, Jessica, risiede a Poli, in una casa affianco al campo sportivo, in un piccolo comune di neppure 2.500 abitanti sui Monti Prenestini.

Dopo aver dato i primi calci ad un pallone a Poli, è passato allo Zagarolo, dove è rimasto un anno solo, prima dell’arrivo alla Roma nel 2011. (tratto da ilromanista.eu)

Nelle varie squadre del settore giovanile, Nicola, talento brevilineo, si è sempre messo in luce per le sue indubbie qualità, per la rapidità ed anche per un discreto senso del gol; doti che gli hanno permesso di entrare nel giro delle nazionali giovanili polacche (un giorno potrebbe anche decidere di vestire la casacca italiana), dall’Under 15 fino all’Under 20, segnalato dal presidente della Federazione Calcio Polacca, Zibì Boniek, ex calciatore di Juventus e Roma (vive ancora nella capitale).

Fisicamente è cresciuto notevolmente negli ultimi anni irrobustendo la sua struttura corporea ed anche tatticamente ha modificato più volte la sua posizione nello scacchiere tattico.

Prima dell’Under 15 giocava da semplice trequartista, poi il tecnico Mauro Fattori l’ha posizionato da interno di centrocampo, posizione confermata anche lo scorso anno sotto la gestione Gianluca Falsini.

Quest’anno, nella squadra Under 17 di Fabrizio Piccareta, Zalewski, spostato nel ruolo di ala sinistra (la posizione del suo idolo Neymar), è stato ancora grande protagonista, dando un buon contributo per la vittoria del girone in campionato (con 8 reti e 7 assist in 19 presenze), portando con i suoi gol la Roma in finale al prestigioso AlKass Tournament e vincendo il Manlio Scopigno (dove è stato premiato come migliore giocatore della finale contro il Cagliari).

La Roma punta forte sul prospetto italo-polacco, che ha già firmato il suo primo contratto da professionista con i giallorossi.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Nicola Zalewski è attualmente un’ala sinistra, ma nel corso della sua pur breve carriera ha sempre dimostrato una notevole versatilità, mostrando una buona capacità nell’adattarsi ai diversi contesti tattici.

Brevilineo, rapido, bravo nel controllo della sfera e dotato di grandi capacità balistiche, Nicola sa rendersi pericoloso da media-lunga distanza, oltre ad essere estremamente abile nell’uno contro uno.

E’ un giocatore che può creare in qualsiasi momento la superiorità numerica nel suo settore di competenza, inventando la giocata che può cambiare la partita.

Partendo da sinistra, tende spesso ad accentrarsi per andare al tiro con il suo piede forte, il destro; un’azione che ripete più volte, ma che difficilmente viene arginata dai suoi dirimpettai.

Fisicamente ha indubbiamente bisogno di irrobustire la sua struttura corporea, in modo tale da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla, così come può migliorare la sensibilità del mancino.

E’ generoso, corre tanto durante la partita e, per questo, non sempre riesce a gestire al meglio le sue energie nell’arco del match.

Negli ultimi tempi ha migliorato anche la fase difensiva, un aspetto sul quale era lacunoso.

Zalewski è un giocatore di personalità, che non ha paura di tentare la giocata ad effetto nei momenti difficili del match, prendendosi sempre le sue responsabilità, smarcandosi continuamente e aiutando i suoi compagni.

Tatticamente il suo ruolo è quello di ala sinistra, ma può agire anche da mezzala offensiva e da trequartista.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, velocità, assist, finalizzazione, personalità, dinamismo, dribbling, visione di gioco.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente, migliorare nella gestione delle energie.
A chi assomiglia: Lorenzo Insigne
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: sport.onet.pl)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *