Morgan Gibbs-White: talento inglese classe 2000

INFORMAZIONI: Morgan Gibbs-White

Nome: Morgan Gibbs-White
Ruolo: Centrocampista centrale, mezzala destra/sinistra, trequartista
Data di nascita: 27/01/2000
Altezza: 175 cm
Piede: Destro

Morgan Gibbs-White

Morgan Gibbs-White, centrocampista del Wolverhampton e campione del mondo con la nazionale inglese Under 17, è uno dei classe 2000 più utilizzati in una prima squadra.

Con i Wolves Morgan ha già racimolato oltre 20 presenze nelle ultime stagioni, diventando uno dei pupilli del tecnico della prima squadra, Nuno Espirito Santo.

Nell’ultima stagione Morgan Gibbs-White, si è diviso tra la Championship e la Premier League 2, oltre a partecipare al mondiale di categoria, dove ha messo a segno un gol nella finale contro la Spagna.

Morgan è il campione del mondo che ha trovato più spazio in una prima squadra, mentre altri suoi colleghi di nazionale, anche più talentuosi di lui, non hanno ancora raggiunto questo obiettivo, in quanto militano in club di prima fascia che preferiscono puntare su costosi campioni già affermati.

Con l’avvento della nuova proprietà cinese, la Fosun International di Jeff Shi, non solo sono aumentati gli investimenti per la prima squadra, ma si è potenziato notevolmente il settore giovanile.

Una scelta strategica che sta già dando buoni frutti, visto il numero crescente di talenti arancioneri presenti nelle varie selezioni dei “Tre Leoni”, tra i quali spicca proprio Gibbs-White (ora in forza all’U18).

Nato sulla A449, la strada che collega Stafford, la sua città, a Wolverhampton, Morgan da quando era bambino è un giocatore dei Wolves, come ricorda il responsabile del settore giovanile del club, Gareth Prosser, che ha seguito di persona in India (in compagnia del papà del ragazzo) le gesta del “gioiello” dell’Academy.
“Morgan è stato con noi da quando aveva otto anni, quindi come club siamo estremamente orgogliosi del suo successo, è stato bello per me andare in India, ma avremmo potuto avere un aereo pieno di personale che aveva fatto la sua parte nella crescita del ragazzo. Tutti erano pronti a sostenere Morgan. E’ davvero gratificante per noi come accademia avere questo legame con la comunità, non vogliamo perdere questa identità”, ha concluso Prosser.

Morgan Gibbs-White si è ora costruito una certa fama anche tra i supporters dei Wolves, che non perdono mai l’occasione per sostenerlo con dei cori personalizzati. “Quando senti i fan cantare che è uno di loro, mi si alzano i peli sul collo”, ha dichiarato a Sky Sports il padre del ragazzo.

Purtroppo il mondiale di categoria non è stato tutto “rosa e fiori” per Morgan, che insieme al bomber Brewster, sono stati oggetti di offese razziste da parte di qualche avversario.

Morgan Gibbs-White, è stato definito una “scimmia” e la FIFA ha avviato a gennaio un’indagine sull’incidente, ma in seguito ha concluso che non c’erano prove per punire il giocatore che aveva insultato i ragazzi, in quanto non identificato come responsabile del commento razzista.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Morgan Gibbs-White è un jolly di centrocampo, può ricoprire diversi ruoli, agendo da centrocampista centrale, trequartista, mezzala e persino esterno di fascia destra.

In ogni posizione garantisce sempre tanta corsa e una discreta qualità tecnica, distinguendosi per dinamismo, agonismo e capacità nello svolgere in modo equilibrato entrambe le fasi.

Ha una notevole progressione palla al piede, buoni tempi d’inserimento ed arriva con una certa frequenza alla conclusione in porta, anche se non sempre riesce a sfruttare al meglio la sua mole di lavoro, mancando nella fase di finalizzazione.

Si fa sentire nella fase di recupero della palla, è veloce e non si tira mai indietro davanti alle responsabilità, palesando una spiccata personalità, come ha ampiamente dimostrato anche tra i pro.

Fisicamente normolineo, è muscolarmente forte e si fa rispettare nei duelli corpo a corpo, contrastando con decisione e proteggendo la palla con una certa abilità.

Tatticamente, come già detto, Morgan Gibbs-White è un elemento molto versatile, in grado di ricoprire diversi ruoli a centrocampo. Probabilmente la posizione che meglio di adatta alle sue caratteristiche tecniche e di corsa è quella di mezzala, anche se anche da trequartista incursore può risultare molto utile.

Analisi finale

Punti di forza: Capacità aerobiche, duttilità tattica, tecnica, personalità, tempi d’inserimento, assist, velocità, progressione palla al piede.
Punti di debolezza: Deve gestire meglio i tempi della giocata.
A chi assomiglia: Georginio Wijnaldum
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.expressandstar.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *