Mauro Valiente: talento argentino classe 2000

INFORMAZIONI: Mauro Valiente

Nome: Mauro Abrahán Valiente
Ruolo: Punta centrale
Data di nascita: 28/01/2000
Altezza: 180 cm
Piede: Destro

Mauro Valiente

Mauro Valiente, centravanti classe 2000 del Talleres di Cordoba, ha avuto l’occasione di debuttare in prima squadra, esordendo il 22 settembre 2018 in occasione del match di campionato pareggiato 1-1 contro il Vélez Sarsfield.

Attualmente, la giovane punta centrale del Talleres ha collezionato 3 presenze in Primera División.

In realtà, l’esordio (non ufficiale) in rima squadra è arrivato in occasione di una partita amichevole contro il River Plate. Una vittoria per 3-1 allo stadio Kempes, ma soprattutto un’indimenticabile domenica per Mauro, che ha segnato il primo gol con il primo con “la T” dopo solo 5 minuti dal suo ingresso in campo.

“Ho 18 anni e ho realizzato un sogno, l’ho dedico ai miei genitori che sono venuti a trovarmi”, ha detto Valiente a Mundo D.

Nato a Luque il 28 gennaio del 2000, Mauro ha iniziato a giocare a calcio nel club locale, dove è rimasto fino all’età di 13 anni. Nel Luque, Valiente ha segnato gol a grappoli, diventando capocannoniere dei vari tornei minori. Il suo arrivo al Talleres lo si deve al suggerimento del suo amico, concittadino e grande tifoso de “La T”, “El Caco”, che gli disse che il team di Cordoba stava facendo dei provini.

Valiente venne provato al torneo T. Ricardo Geysels, fu subito preso, in quanto si mise immediatamente in grande evidenza diventando il miglior marcatore del torneo. Il gol non è mai stato difficile per Mauro, che ha sempre segnato con una certa regolarità in ogni categoria, sia regionale che nazionale.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Mauro Valiente è un attaccante centrale classico, dotato di una buona fisicità e di uno spiccato senso del gol.

Sa attaccare bene gli spazi, ma soprattutto sa muoversi molto bene in area di rigore, smarcandosi con abilità, facendosi trovare al posto giusto nel momento giusto.

Bravo nel gioco aereo, sufficientemente tecnico, ha un buon tiro ed un discreto passo, qualità che lo rendono abbastanza difficile da marcare per i pacchetti arretrati avversari.

Fisicamente ha già una buona struttura corporea, che sarà sicuramente rinforzata nei prossimi anni.

E’ un giocatore grintoso, che non si estranea dai duelli corpo a corpo, facendosi sempre trovare pronto quando c’è da battagliare.

Tatticamente il suo ruolo quello di centravanti, che può dare il meglio di sé se inserito al centro di un tridente particolarmente offensivo.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, smarcamento, capacità balistiche, rapidità, gioco aereo, senso del gol.
Punti di debolezza: Può rafforzare la sua struttura corporea e migliorare nella continuità
A chi assomiglia: Darío Benedetto
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: mundod.lavoz.com.ar)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *