Matias Palacios: 2002 – Argentina

Nome: Matías Damián Palacios
Ruolo: Trequartista, Regista
Data di nascita: 10/05/2002
Altezza: 170 cm
Piede: Destro 

BIOGRAFIA:

Matías Damián Palacios è il nuovo astro nascente del calcio argentino. Messosi in evidenza nelle giovanili del San Lorenzo, il giovane trequartista ha subito fatto vedere la sua classe cristallina anche nelle nazionali giovanili argentine, indossando con personalità la prestigiosa maglia numero 10 dell’Albiceleste. Con la Selección Sub 15 ha vinto a novembre il torneo continentale di categoria, risultando decisivo nell’arco di tutta la kermesse, finale inclusa, venendo considerato il miglior giocatore da tutti gli addetti ai lavori.
Matías è nato a General Pico nella Pampa, è cresciuto in una famiglia di calciatori: il padre Eduardo detto “Chino”, ora allenatore, in passato tecnico trequartista, ha giocato nelle squadre minori dell’Estudiantes con giocatori del calibro di Palermo e Angeleri, il fratello maggiore, Julian, milita anch’esso nelle giovanili del Ciclón e quello più grande d’età, Leonardo, ha avuto anche lui esperienze giovanili da centrocampista centrale, ma poi ha deciso di optare per gli studi. Persino la madre Patricia ha una sua squadra (formata da alcune amiche) nella quale si diletta nel ruolo di centravanti.
Queste sono state le parole del giovane prospetto “piquense” dopo la vittoria del Sub 15 a San Juan y Mendoza: “Ancora non ci credo. Ci penserò più tranquillamente quando sarò nella pensione del San Lorenzo (condivide la stanza con Julian), lì penserò a ciò che abbiamo raggiunto. Quando siamo andati a giocare la finale contro il Brasile, con lo stadio pieno, non ci potevo credere. Poi al ritorno nel club ho incrociato i giocatori della prima squadra che si sono congratulati con me … È stato un sogno!”
Il suo idolo è Leandro Romagnoli, altro quotato numero 10 del calcio argentino degli ultimi anni. “Sogno di assomigliargli. Darei tutto per fare una carriera come la sua, mi piacerebbe giocare al suo fianco. E’ il mio idolo.” (tratto da ole.com.ar)
Il 5 febbraio ha rinnovato il contratto (scadenza giugno 2021) con il San Lorenzo de Almagro, dimostrando fedeltà e riconoscenza al club che lo ha cresciuto, nonostante su di lui si fossero fiondati i maggiori club del mondo, pronti a darsi battaglia pur di strappare la preziosa firma del ragazzo. Tutto ciò fa presagire ad un suo precoce debutto con la prima squadra, non ci resta altro che aspettare…

CARATTERISTICHE TECNICHE-TATTICHE:

Palacios è un trequartista, o come lo definiscono gli argentini un “volante” o meglio un “volante creativo”. E’ un talento in grado di fare la differenza in ogni partita, il suo profilo tattico e tecnico è di gran lunga superiore a quello dei suoi coetanei. Abile a giocare con entrambi i piedi, anche se è preminentemente un destro, Palacios ama svariare su tutto il campo, prendendo la palla direttamente dai difensori quando la manovra offensiva non ha sbocchi, ma anche facendosi trovare pronto negli inserimenti offensivi con e senza palla. Abile nel dribbling, dotato di un passo veloce, sa rendersi pericoloso sia negli spazi stretti che larghi. Nell’uno contro uno è difficilmente arginabile, sa difendere bene la sfera e da fuori area è veramente temibile, sia con la palla in movimento, sia con tiri da fermo. Ha una visione di gioco periferica degna dei migliori centrocampisti di costruzione, ha una personalità spiccata che lo rende un vero leader e trascinatore in mezzo al campo (vedere a tal proposito la finale contro il Brasile).
Tatticamente può essere impiegato da regista basso, da trequartista, ma anche da mezzala offensiva, come pure da esterno offensivo; d’altronde, vista la sua giovane età, è stato impiegato finora in diversi ruoli.
Caratterialmente è un ragazzo serio e maturo, professionale e affidabile, il classico giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere in squadra. Doti che si riflettono perfettamente nel suo stile di gioco, sapiente e ordinato.

ANALISI FINALE:

Punti di forza: Tecnica in corsa, velocità e maturità nelle scelte, abilità sui calci piazzati, tiro dalla distanza e difesa della palla
Punti di debolezza: Struttura fisica da irrobustire e gioco aereo
A chi assomiglia: Luka Modric
Valutazione: 4,5/5

(Fonte foto: pampadiario.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *