Mathis Picouleau: 2000 – Francia

Nome: Mathis Picouleau
Ruolo: Mezzala sinistra, centrocampista centrale
Data di nascita: 08/05/2000
Altezza: 170 cm
Piede: Sinistro

BIOGRAFIA

Mathis Picouleau, centrocampista del Rennes, è uno dei migliori interpreti francesi nel suo ruolo, come ha dimostrato ampiamente sia all’Europeo (dove ha realizzato un gran gol contro le Far Oer), sia al Mondiale Under 17, entrambi disputati lo scorso anno. Durante la kermesse intercontinentale, disputata in India, i francesi si sono dovuti fermare agli ottavi contro la Spagna, una delusione molto forte per il ragazzo, che non è stato impiegato nel match decisivo contro gli iberici. Un peccato, perché fino all’ultimo match, Mathis era sempre stato utilizzato con profitto dal ct Lionel Rouxel.
Il debutto di Mathis, con annessa larga vittoria contro la Nuova Caledonia, ha sopreso anche il padre, Christophe Picouleau, che non si aspettava un esordio così immediato, già alla prima partita del mondiale: “Ho la testa nel culo (un’espressione francese per dire che era sconvolto), ma sono felice per i ragazzi”. Il papà di Mathis, allenatore del Le Rheu, non solo aveva perso la partita con la sua squadra a Pont-Péan, ma in più, aveva mancato il debutto di suo figlio alla Coppa del Mondo U17.
Picouleau è un ragazzo nativo proprio di Rennes, che ha iniziato a giocare a calcio nel piccolo club dell’SC Le Rheu, quello allenato da papà Christophe. Con Mathis è cresciuto insieme anche l’ala Wilson Isidore; entrambi sono stati acquistati dal Rennes nel 2009 e hanno avuto una carriera parallela sia nel club che nelle nazionali transalpine. I due talenti Rheusois sono amici inseparabili, hanno iniziato a giocare a calcio a 6 anni sui prati di Beuffru e ora sono due dei talenti più considerati in patria. Mathis ricorda con molta felicità il momento in cui hanno scoperto insieme di essere nella lista dei convocati per il Mondiale U17: “Ho scoperto l’elenco di selezionati sul mio laptop. E quando ho visto che il mio nome e quello di Wilson erano lì, siamo saltati l’uno nelle braccia dell’altro!”
Picouleau ricorda con piacere i suoi primi passi nel mondo del calcio: “È qui a Rheu che è iniziato tutto per me. È qui che il calcio è diventato la mia passione … ” Diversamente, Isidore ci tiene a specificare che lui i primi calci ad un pallone li ha dati in strada, disturbando tutti i giorni i vicini, che ora però sono orgogliosi di lui e gli fanno sempre i complimenti.
Mathis Picouleau e Wilson Isidore sono entrambi finiti nel mirino di importanti club francesi ed europei, ma per ora non sembrano avere l’intenzione di lasciare Les Rouges et Noirs: “Sì ci hanno contattato, ma restiamo al Rennes. Non ho un piano di carriera e quindi tra di noi (con Isidore) non ne parliamo. È un po’ un argomento tabù “, dice Mathis, che prosegue: “Quello che voglio è soprattutto rendere i miei genitori orgogliosi. E faccio ogni sforzo per farlo.” (tratto da ouest-france.fr)

CARATTERISTICHE TECNICHE E TATTICHE

Mathis Picouleau è preminentemente una mezzala di piede mancino che fa del dinamismo e della velocità i suoi principali punti di forza. In possesso di una buona tecnica di base e di una notevole progressione palla al piede, ha inoltre dei discreti tempi d’inserimento che gli consentono di andare al tiro con una certa frequenza. Ha buone capacità balistiche, anche se, considerando il numero delle volte che tenta la conclusione, può sicuramente mettere a segno un maggior numero di reti.
E’ un calciatore dal rendimento assicurato, bravo nel gestire entrambe le fasi; riesce a dare equilibrio alla sua squadra, correndo incessantemente durante la partita.
E’ grintoso, non toglie mai la gamba nei contrasti, in ogni partita mostra tanta personalità, non nascondendosi mai nei momenti più tesi del match.
Fisicamente è un giocatore brevilineo, rapido, che difende abbastanza bene la palla in virtù del suo baricentro basso, ma che ha comunque bisogno di irrobustire la sua struttura corporea con qualche muscolo in più.
Tatticamente Picouleau è un giocatore duttile, anche se il ruolo dove rende meglio è quello di mezzala sinistra di un 4-3-3, ma ha giocato anche nella posizione di centrocampista centrale in un 4-2-3-1 e addirittura ha anche svolto i compiti di ala sinistra.

ANALISI FINALE

Punti di forza: Dinamismo, tecnica, capacità balistiche, velocità, tempi d’inserimento, personalità, duttilità.
Punti di debolezza: Deve rafforzare un po’ il suo fisico ed è carente nel gioco aereo.
A chi assomiglia: Blaise Matuidi
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.twitter.com)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *