Martin Satriano: talento uruguayano classe 2001

INFORMAZIONI: Martin Satriano

Nome: Martin Adrian Satriano Costa
Ruolo: Trequartista, ala sinistra, centravanti
Data di nascita: 20/02/2001
Altezza: 187 cm.
Piede: Destro

Martin Satriano

Il rapporto tra il Cagliari e l’Uruguay è ormai consolidato nel tempo; tanti sono stati i giocatori, molto spesso di qualità, partiti dal paese sudamericano che si sono affermati in Sardegna.

Partendo dal grande Enzo Francescoli fino all’attuale punto di forza della linea mediana cagliaritana Nahitan Nandez. Nei prossimi giorni, un altro interessante talento giovanile della “Celeste” dovrebbe approdare nel capoluogo sardo, il suo nome è Martin Satriano, promettente centravanti classe 2001 di proprietà del Nacional di Montevideo, stesso club dove si è messo in luce un certo Luis Suarez.

Nato a Montevideo il 20 febbraio del 2001, Satriano già dal 2017 era seguito con molta attenzione dai top club di europei, in particolar modo il Chelsea, ma anche le due di Manchester e il Liverpool, oltre ad alcune società spagnole.

D’altronde Satriano, essendo in possesso del passaporto italiano, sarebbe potuto essere tesserato con maggiore facilità, ma il club di appartenenza del giocatore ha tenuto duro, chiedendo per il ragazzo una cifra considerata eccessiva da team del Vecchio Continente.

Successivamente anche la Juventus e il Napoli si sono interessate a Satriano, che in patria viene paragonato a Zlatan Ibrahimovic per le sue qualità fisiche e tecniche, ma alla fine non si è fatto più nulla e il giocatore è rimasto in patria.

Nel frattempo Martin ha continuato a segnare con una buona frequenza nelle squadre giovanili del Nacional, fino ad arrivare in prima squadra, con la quale è riuscito a disputare solo alcune partite amichevoli.

Questa volta però, il suo trasferimento in Europa sembra vicinissimo e, nei giorni scorsi, il suo agente ha raggiunto a Milano un accordo con la dirigenza rossoblu per il passaggio di Satriano a Cagliari per circa un milione di euro. Sicuramente, Satriano sarà in un primo momento aggregato alla formazione Primavera di Mr. Canzi.

In un’intervista di un anno fa Satriano si raccontava così: “Ronaldinho mi è sempre piaciuto molto per il suo gioco tecnico e, naturalmente, Luis Suarez. Mi è piaciuto anche Riquelme. Guardo molto il calcio europeo e soprattutto la Premier League. Mi piacciono il Liverpool e gli Spurs: il modo in cui giocano è molto eccitante. Giocare in Europa è il sogno per cui lavoro tutti i giorni, mi alleno duramente per essere pronto per il mio momento. La Premier League è una lega fisica, quindi questo mi andrebbe molto bene. Penso che non ci sia assolutamente alcuna pressione. È un grande campionato, uno dei migliori, ma sono fiducioso di quello che posso fare e di quello che sarò. So che lavorando duro e allenandomi ogni giorno raggiungerò questo livello”, dichiarazioni che evidentemente erano successive all’interesse dei team inglesi. (tratto da juvenews.eu)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Martin Satriano è principalmente un trequartista, ma può anche giocare da esterno offensivo di sinistra (a piede invertito) e da centravanti di movimento.

Dietro la punta centrale sembra dare il meglio di sé, anche se la sua fisicità può essere utile da punta centrale.

Dotato di grandi capacità balistiche (è anche rigorista e calcia le punizioni), sa essere molto temibile dalla lunga distanza e, nel suo percorso nelle giovanili del Nacional, in più di un’occasione è riuscito a segnare persino da centrocampo.

Dotato di un buon passo e molto bravo nell’uno contro uno, Satriano sa essere allo stesso tempo un ottimo finalizzatore ed anche un discreto assistman.

Valido nel gioco aereo, dove sfrutta tutti i suoi 187 cm., Satriano è un giocatore abbastanza completo che deve però migliorare nella continuità nell’arco dei 90 minuti.

E’ molto bravo ad attaccare la profondità, come anche ad agire alle spalla di una seconda punta di movimento, che può creargli i giusti spazi da sfruttare perfettamente in virtù dei suoi ottimi inserimenti offensivi.

Ama agire tra le linee per poi scaricare verso la porta avversaria i suoi potenti tiri ma, quando è stato impiegato da punta centrale, ha palesato una buona abilità nello smarcamento.

Fisicamente dotato di una struttura già potente, in patria si è spesso dimostrato dominante nei duelli spalla a spalla.

In campo è un leader carismatico, non a caso è stato spesso capitano nelle squadre giovanili dove è stato impiegato.

Tatticamente versatile, Satriano può ricoprire con profitto quasi tutti i ruoli offensivi.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, visione di gioco, capacità balistiche, fisicità, controllo di palla, dribbling, personalità, progressione palla al piede, assist, gioco aereo.
Punti di debolezza: Può migliorare il sinistro e perfezionarsi nella fase difensiva e nella continuità.
A chi somiglia: Gastón Pereiro
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.scoopnest.com)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *