Marley Aké: talento francese classe 2001

INFORMAZIONI: Marley Aké

Nome: Marley Aké
Ruolo: Ala sinistra/destra, punta centrale
Data di nascita: 05/01/2001
Altezza: 177 cm.
Piede: Destro

Marley Aké

Marley Aké è l’ennesimo prodotto del florido settore giovanile dell’Olympique Marsiglia: messosi in luce nel campionato National 2, mettendo a segno 6 reti, è stato fatto esordire in Ligue 1 dal tecnico della prima squadra André Villas-Boas, che lo ha fatto subentrare al posto di Germain a 6 minuti dal termine della partita contro il Rennes del 29 settembre scorso.

Villas-Boas sta concedendo delle chances ai talenti locali, come è successo in precedenza per Isaac Lihadji e ora è toccato il momento dell’ala sinistra nativa di Béziers (ma di origini ivoriane).

Aké ha iniziato a giocare a calcio al Montpellier poi, scartato nella stagione 2015/2016 dal club arancioblu, Marley si è rilanciato nella squadra della sua città, l’AS Béziers dove ha disputato un ottimo campionato Under 17.

Rachid Kahlaoui, tecnico d’allora, lo ricorda ancora e ricorda così il giocatore franco-ivoriano: “Quando arrivò a Béziers, all’età di 15-16 anni, non aveva il punto di forza nel fisico. Aveva un fisico da orsacchiotto, era un po’ più incartato degli altri.” (tratto da actufoot.com)

Un punto che non viene contraddetto dal suo ex allenatore Hugo Munoz: “Non era in perfetta forma fisica ma sentivamo che aveva qualcosa in più degli altri. Aveva un occhio acuto, senso del gol, un’ottima collocazione e una buona capacità nell’uno contro uno. Ha fatto dei pezzi di partita, due gioielli, nonostante la sua diffidenza, è stato molto bravo. Inoltre, ha segnato anche nelle altre partite.” (tratto da actufoot.com)

Per le vacanze di ottobre, i giovani fanno una pausa con la scuola ma anche con il calcio, invece Aké, differentemente da tutti gli altri ragazzi della sua età, non ha passato questo tempo libero per divertirsi, ma per smaltire i suoi chili in più. “È tornato dalle vacanze, ha preso qualche centimetro d’altezza e ha subito una sorta di metamorfosi. E’ da allora che ha iniziato a diventare titolare”, ha dichiarato Munoz. (tratto da actufoot.com)

Dopo il cambiamento fisico e il miglioramento continuo delle prestazioni, Marley è stato ingaggiato dall’OM nel luglio del 2018, venendo subito inserito nella seconda squadra del Marsiglia.

Il resto è storia di queste ultimi giorni, con il ragazzo aggregato alla prima squadra ed in seguito “buttato nella mischia” nel match interno pareggiato 1 a 1 contro il Rennes.

“Sono felice, è il risultato di molti sacrifici e lavoro. Ricordo quando vedevo le partite al Velodrome con mio padre e mio zio, non avrei mai immaginato di poter giocare lì un giorno“, aveva dichiarato il ragazzo nel momento della firma del contratto con l’OM, anticipando quello che sarebbe successo qualche tempo dopo. (tratto da sport-ivoire.ci)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Marley Aké è un esterno offensivo di sinistra di piede destro, veloce, abile nell’uno contro uno, molto difficile da arginare quando parte in progressione palla al piede a campo aperto.

E’ un giocatore tecnico, divertente da vedere con i suoi “tricks” e le sue giocate ad alta velocità. Molto bravo negli inserimenti offensivi senza palla e nei “tagli” verso il secondo palo, Aké ha anche un buon senso del gol e buone capacità balistiche.

Pur essendo di piede destro, non disdegna la conclusione con il mancino, risultando meno leggibile per i suoi marcatori: in questa maniera, Marley può accentrarsi per andare al tiro con il destro, ma anche allargarsi per tentare con profitto la conclusione incrociata con il mancino.

Potente, in possesso di una grande accelerazione palla al piede, ha già una struttura fisica che gli consente di essere competitivo anche tra i professionisti.

E’ un giocatore vivace, scattante, intraprendente, che palesa una spiccata personalità nel tentare le giocate più difficili del match nei momenti più “caldi”.

Tatticamente il suo ruolo è quello di ala sinistra di un 4-3-3, ma anche di esterno offensivo di un 4-2-3-1.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, velocità, potenza, accelerazione palla al piede, dribbling, assist, finalizzazione, inserimenti offensivi, controllo di palla, creatività, fisicità.
Punti di debolezza: Può migliorare nella fase difensiva e nella continuità.
A chi assomiglia: Pione Sisto
Valutazione: 3/5

(Fonte foto: www.topdrawersoccer.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *