Marcelo Flores: talento messicano classe 2003

INFORMAZIONI: Marcelo Flores

Nome: Marcelo Flores
Ruolo: Ala destra
Data di nascita: 01/10/2003
Altezza: 170 cm
Piede: Destro

Marcelo Flores

Marcelo Flores ha già attirato su di sé l’interesse dei media internazionali, in particolare quelli dei tre paesi che sono più strettamente interessanti al futuro della talentuosa ala destra dell’Arsenal.

Infatti, Marcelo è nato in Canada da padre messicano e mamma inglese ed è quindi in possesso di tre passaporti. Attualmente gioca con il Messico, ma la sua non è una scelta definitiva e, in futuro, potrà scegliere di vestire la maglia della nazionale maggiore degli altri due paesi.

Per Marcelo il calcio è una questione di famiglia, il padre Ruben è stato un calciatore professionista di Cruz Azul e Atlante, mentre la madre è stata una giocatrice in Canada. Persino le sorelle minori, Silvana (seconda al mondiale Under 17) e Tatiana (gioca con l’Inghilterra), sono calciatrici ed entrambe giocano all’Arsenal (sono nel settore giovanile dei “Gunners” da prima di Marcelo).

Dal marzo di quest’anno, Flores è diventato un giocatore dell’Arsenal, prima militava nell’Academy dell’Ipswich Town, club che era stato scelto a discapito di top team europei del calibro di Barcellona, Manchester City, Tottenham Hotspur e Liverpool. Marcelo era stato ingaggiato dopo aver svolto un camp, all’età di 9-10 anni, per i “Tractor Boys”.

Flores ha recentemente spiegato al giornale Daily Cannon come ha fatto ad arrivare all’Arsenal (diventando il secondo messicano nella storia del club dopo Carlos Vela): “L’anno scorso, quando giocavo con l’Ipswich, ho fatto delle buone prestazioni contro di loro, quindi credo che mi abbiano visto e si siano interessati a me. Mi piace molto l’Arsenal. È bello lavorare al fianco di grandi giocatori e allenatori. ”

“Dell’Arsenal amo (Matteo) Guendouzi, è un grande giocatore”, ha ammesso Flores. “Adoro come passa sempre avanti la palla e quanto è abile e calmo con la sfera tra i piedi. Ammiro anche (Lionel) Messi, (Eden) Hazard e Ronaldinho, che è il mio giocatore preferito.”

Inoltre, sempre a Daily Cannon, Marcelo ha fissato gli obiettivi per la prossima stagione: “La prossima stagione, voglio essere una presenza stabile nell’unici titolare dell’Arsenal e, magari, entrare a far parte della squadra Under 18, giocando più partite internazionali per ottenere più esperienza”.

Nel mese di aprile, Flores ha disputato un bel Mondial de Montaigu, prestigiosa kermesse internazionale dedicata alle nazionali Under 16, dove i messicani hanno perso in finale ai rigori contro l’Argentina.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Marcelo Flores è principalmente un’ala destra che fa della tecnica in corsa il suo principale punto di forza.

Molto veloce e abile nell’uno contro uno, può costantemente creare la superiorità numerica nel suo settore di competenza, come anche guadagnare un cospicuo numero di calci di punizione, essendo veramente difficile da arginare quando parte in progressione palla al piede.

Estroso ed estremamente dinamico, il suo gioco è fatto di continui scatti, cambi di ritmo e “tricks”. Quando è in piena velocità, Flores palesa un grande controllo di palla, la quale resta sempre incollata ai suoi piedi.

Deve imparare a gestire meglio le sue energie e, soprattutto, ha bisogno di rafforzare con qualche muscolo in più la sua struttura corporea; un aspetto fondamentale se vorrà giocare in Premier League.

Un altro punto debole è il sinistro, Marcelo ha bisogno di migliorare il mancino, in modo da essere ancora più efficace nell’uno contro uno.

Ottimo crossatore e fine assistman, può sicuramente mettere a segno un maggior numero di reti.

Il suo stile di gioco, vivace e sbarazzino, dimostra che il ragazzo non subisce minimamente le pressioni esterne.

Tatticamente il suo ruolo è quello di esterno offensivo di destra di un 4-2-3-1 o ala destra di un 4-3-3.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, dribbling, velocità, personalità, imprevedibilità, accelerazione palla al piede, assist, dinamismo.
Punti di debolezza: Può migliorare nella fase difensiva e nell’uso del piede mancino, oltre a rafforzarsi fisicamente.
A chi assomiglia: Uriel Antuna
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: youtube.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *