Luigi Cherubini: talento italiano classe 2004

INFORMAZIONI: Luigi Cherubini

Nome: Luigi Cherubini
Ruolo: Ala sinistra
Data di nascita: 15/01/2004
Altezza: 170 cm.
Piede: Destro

Luigi Cherubini

Luigi Cherubini è stato uno dei grandi protagonisti della grande cavalcata che ha portato la Roma Under 16 di Mr. Tugberk Tanrivermis alla conquista dello scudetto categoria.

Il ragazzo nativo di Guidonia è stato determinante per la vittoria finale, sforando assist e segnando dei gol pesanti.

Lui, Etienne Catena, Giacomo Faticanti e il capitano Riccardo Pagano, rappresentano il futuro della Roma, oltre che lo “zoccolo duro” di una formazione, quella dei 2004, che potrà dare tante soddisfazioni al club capitolino.

Da ricordare è stata sicuramente la sua prestazione in finale contro il Milan, ma in generale il suo rendimento è stato su buoni livelli nell’arco di tutta la stagione.

Luigi ha mosso i primi passi nel mondo del calcio nel Guidonia, club dal quale è stato preso giovanissimo dalla Roma, dove si è subito distinto come uno dei migliori prospetti.

Due anni fa ha deciso di passare alla Lazio, ma l’esperienza in biancoceleste, seppur positiva, è durata solamente un anno, facendo poi ritorno alla Roma, con la quale ha vinto il campionato U15.

Finora, in questa stagione, Cherubini è andato a segno per 5 volte e la formazione Under 16 guidata da Mr. Aniello Parisi occupa momentaneamente la seconda posizione in campionato, ma deve recuperare ben 2 partite, con la concreta possibilità di scavalcare i partenopei in classifica.

Cherubini ha fatto parte della nazionale italiana Under 17 (una presenza), ma se manterrà i piedi ben saldi a terra, potrà sicuramente diventare un punto fermo delle selezioni giovanili “azzurre”.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Luigi Cherubini è un giocatore che fa della tecnica e dell’abilità nell’uno contro uno i suoi principali punti di forza.

Abbastanza veloce ed in possesso di una buona progressione palla al piede, riesce spesso ad effettuare dei “tricks” spettacolari sulla sua fascia di competenza, numeri che gli consentono di superare con irrisoria facilità i suoi dirimpettai.

La palla resta spesso “incollata” ai suoi piedi ispirati anche quando è in piena corsa, palesando grande sicurezza nei suoi fondamentali.

La sua tipica azione prevede l’accelerazione sulla fascia sinistra, per poi accentrarsi e scagliare il suo tiro “secco” verso la porta avversaria.

Uno dei colpi classici del suo ampio repertorio, è indubbiamente il tiro a giro verso il secondo palo, una giocata che gli riesce con una certa frequenza.

E’ un giocatore estroso, che ha uno stile di gioco vivace, fatto di frequenti scatti ed uno contro uno.

Può migliorare nella continuità e nella fase difensiva ma, in questo aspetto, ha fatto già dei passi avanti, avendo migliorato le sue capacità aerobiche.

Fisicamente normolineo, può indubbiamente rinforzare la sua struttura corporea, in modo tale da essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

Ha una spiccata personalità, non ha paura di tentare le giocate più difficili nei momenti “caldi” del match, facendo la differenza con le sue giocate di qualità.

In certe occasioni è sembrato un po’ troppo impulsivo ma, sicuramente, con la crescita, eliminerà questo suo piccolo cruccio.

Tatticamente il suo ruolo è quello di esterno offensivo di sinistra in un 4-2-3-1 o di ala sinistra di un 4-3-3.

Analisi finale

Punti di forza: Velocità, tecnica, accelerazione palla al piede, dribbling, cross, personalità, capacità balistiche, creatività.
Punti di debolezza: Può ulteriormente rafforzarsi e migliorare nella continuità.
A chi assomiglia: Mirko Vucinic
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.gazzettaregionale.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *