Luca Plogmann: talento tedesco classe 2000

INFORMAZIONI: Luca Plogmann

Nome: Luca Bastian Plogmann
Ruolo: Portiere
Data di nascita: 10/03/2000
Altezza: 189 cm
Piede: Entrambi

Luca Plogmann

Luca Plogmann del Werder Brema è stato il primo portiere classe 2000 a debuttare in Bundesliga, è successo il primo settembre, in occasione della partita contro l’Eintracht Francoforte.

Un debutto particolare, in quanto l’estremo difensore del Werder Brema era il quarto nella scala gerarchica di Mr Florian Kohfeldt, ma in virtù dell’assenza del secondo e terzo portiere si è seduto in panchina.

La sorte ha voluto che dopo 12 minuto dall’inizio del secondo tempo, il portiere titolare Jiri Pavlenka, scontrandosi con l’attaccante, causando poi un rigore, ha riportato una commozione cerebrale, dovendo così uscire dal campo.

Plogmann appena messosi tra i pali ha cercato con personalità di innervosire il francese Haller, che però non ha fallito. Sicuramente entrare e prendere subito una rete non è proprio il massimo, ma il ragazzo si è immediatamente ripreso ed è stato uno dei protagonisti della vittoria esterna per 2 a 1.

“L’ho sognato per tutta la vita un esordio in Bundesliga”, sono state le classiche parole del ragazzo, sempre poco propenso a parlare, dopo l’esordio tra “i grandi”.

Dopo la partita, il giocatore nazionale Under 18 tedesco, si è guadagnato l’elogio del suo allenatore e dei suoi compagni di squadra. L’attaccante del Brema Martin Harnik è rimasto particolarmente colpito dalla serenità del suo giovane collega: “Il rigore è stato un inizio difficile per Luca, ma è stato totalmente rilassato. Non mi preoccuperei se dovesse sostituire Pavlas (Pavlenka) per un periodo più lungo.”

Anche l’allenatore Florian Kohfeld è rimasto convinto della prestazione del suo pupillo e non è preoccupato nemmeno per le prossime settimane: “Luca oggi ha dominato la situazione con straordinaria autorità, è ancora molto giovane ma è già un ottimo portiere, non importa quanto a lungo Pavlas sarà infortunato, sono sicuro che avremo contro il Norimberga, tra due settimane, un portiere pronto per la Bundesliga.”

Plogmann al Werder era già tempo considerato uno dei migliori prospetti dell’Academy, non a caso era stato uno dei migliori giocatori tedeschi sia all’Europeo Under 17, sia al successivo mondiale di categoria disputato nell’ottobre dello scorso anno in India. Attualmente fa parte dell’Under 18 teutonica con la quale ha totalizzato finora un paio di presenze.

Björn Schierenbeck, junior manager del Werder Brema ha definito Plogmann il miglior giovane portiere, anche se il ragazzo con umiltà ha affermato di non sentirsi il migliore.

Eppure il percorso professionale di Luca non è stato quello classico, infatti fino all’età di 15 anni veniva impiegato nel ruolo di difensore, ma poi messo in porta in occasione di un torneo indoor, per sostituire un compagno malato. “Abbiamo vinto il torneo e sono stato votato miglior portiere, e da allora sono rimasto tra i pali”, ricorda Plogmann.

Dall’estate 2017, il talentino teutonico fa parte integrante della prima squadra del Werder. Una decisione saggia, perché l’allora diciassettenne era considerato un gioiello del vivaio e uno dei più grandi giovani talenti tedeschi. Tuttavia, Luca non ha mai avvertito la pressione, ma piuttosto piacere e il desiderio di diventare ancora più forte. Nel frattempo Plogmann si è disimpegnato anche con la squadra U19 in Regionalliga Nord, facendo la spola con la prima squadra.

“Ovviamente è molto divertente per me, stare con i professionisti. Sono ancora molto giovane e posso imparare molto da tutti questi giocatori esperti, specialmente come giocare a calcio davanti a 40.000 spettatori”, sono state le parole del ragazzo appena aggregato al gruppo “dei grandi”.

Naturalmente, da buon tedesco, i suoi modelli sono facilmente individuabili: “Sono più un portiere estroso che ama giocare la palla con i piedi, quindi sto cercando di carpire molto da Manuel Neuer e soprattutto da Marc-Andre ter Stegen“. (tratto da www.ran.de)

Caratteristiche tecniche e tattiche

Luca Plogmann è un portiere moderno, bravo con i piedi, che sa giocare qualche metro in più davanti alla linea di porta.

Reattivo nelle parate basse, è esplosivo e sa scendere a terra molto velocemente, prendendo dei palloni che per altri portieri sarebbero impossibili da parare.

Tecnicamente può affinarsi ulteriormente, ma ha tutto il tempo a sua disposizione per perfezionare questo aspetto.

Alto ma non altissimo, con i suoi 189 cm, l’estremo difensore del Werder è valido nel gioco aereo, ha una buona presa e sa farsi rispettare nelle uscite sia basse che alte.

Guida la difesa con personalità e autorità, facendo sentire la sua presenza ai difensori, che con lui alle spalle si sentono molto più sicuri.

Analisi finale

Punti di forza: Prestanza atletica, abilità con i piedi, personalità, reattività, coraggio, senso della posizione, uscite alte e basse.
Punti di debolezza: Può migliorare ancora tecnicamente.
A chi assomiglia: Marc-Andre ter Stegen
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.deichstube.de)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *