Leon Avdullahu: talento svizzero classe 2004

INFORMAZIONI: Leon Avdullahu

Nome: Leon Avdullahu
Ruolo: Mediano
Data di nascita: 23/02/2004
Altezza: 186 cm.
Piede: Destro

Leon Avdullahu

Già da qualche anno le nazionali svizzere si sono arricchite di molti talenti di origine balcanica, in particolare provenienti da Kosovo e Albania, giocatori che oltre ad avere assimilato l’ordine tattico tipico del calcio svizzero, hanno aggiunto l’estro e la tecnica più prettamente collegata allo stereotipo del calciatore dell’est Europa.

Visionando alcune partite della nazionale elvetica Under 16, non si può non rimanere colpiti dalla qualità tecnica abbinata alla fisicità di Leon Avdullahu, “faro” del centrocampo della selezione del C.T. Sascha Stauch.

Il mediano nato a Solothurn il 23 febbraio del 2004 da genitori di origini kosovare (ha il doppio passaporto), ha iniziato a giocare a calcio nell’FC Gerlafingen, poi è passato alla squadra locale dell’FC Solothurn, prima di entrare a far parte del più importante settore giovanile svizzero, quello del Basilea nell’estate del 2018.

Avdullahu ha già fatto parte della nazionale Under 15 svizzera (4 presenze) e con l’attuale Under 16 ha totalizzato finora 3 caps, diventandone anche capitano.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Leon Avdullahu è un mediano dotato di una visione di gioco periferica, tecnico, abile nello smistare il gioco, alternando con sapienza passaggi corti e lunghi.

Elegante nelle movenze, gioca sempre a testa alta, dà profondità alla manovra, risultando estremamente incisivo con i suoi passaggi filtranti.

Dinamico, dotato di un discreto passo, è sempre nel vivo del gioco, facendosi apprezzare in entrambe le fasi giocando sempre ad alta intensità.

Sa destreggiarsi molto bene negli spazi stretti, palesando una notevole tecnica ed abilità nella conduzione della sfera, oltre a grande tranquillità anche quando è pressato in modo serrato dagli avversari.

Energico nei contrasti, grintoso e carismatico, in mezzo al campo è come “una piovra”, calamitando su di sé una quantità industriale di palloni.

Ha buone capacità balistiche, qualità che gli permette di essere temibile dalla media-lunga distanza e di “sfornare” dei lunghi lanci precisi.

Fisicamente longilineo, può ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea, in modo tale da essere ancora più competitivo nei duelli spalla a spalla.

Ha una spiccata personalità, è un leader carismatico della squadra e, non a caso, è stato anche capitano dell’Under 16 elvetica.

Tatticamente il suo ruolo è quello di mediano davanti alla difesa.

Analisi finale

Punti di forza: Tecnica, capacità balistiche, fisicità, visione di gioco, controllo di palla, passaggi, dinamismo, leadership, intelligenza tattica, capacità aerobiche.
Punti di debolezza: Può ulteriormente rafforzarsi fisicamente.
A chi somiglia: Rúben Neves
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.football.ch/Alessandro della Valle)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *