Landry Farré: talento spagnolo classe 2007

INFORMAZIONI: Landry Farré

Nome: Landry Cephas Farré Miró
Ruolo: Difensore centrale
Data di nascita: 01/01/2007
Altezza: 180 cm.
Piede: Destro

Landry Farré

Normalmente i giocatori dotati di una straripante fisicità come quella di Landry Farré, baluardo difensivo lasse 2007 del Barcellona, vengono visti con una certa diffidenza dalla maggior parte degli osservatori, in quanto ritengono che tra qualche anno questo vantaggio atletico verrà poi fortemente contenuto dagli avversari.

Ma questo preconcetto non deve passare assolutamente come una regola fissa, soprattutto se i giocatori in questione sono anche dotati di una notevole qualità tecnica abbinata ad un altrettanto sviluppata intelligenza tattica.

E’ questo il caso proprio di Farré, ragazzo di origini della Costa d’Avorio arrivato giovanissimo in Spagna ed adottato da una famiglia catalana.

Come riferisce il sito barcauniversal.com, Farré ha iniziato a giocare al PB Collblanc-Sants AE, nel 2015 è entrato a far parte de La Masía, tuttavia, a causa del divieto FIFA che ha interessato non solo la prima squadra – in particolare Arda Turan e Aleix Vidal – ma anche l’intera accademia, ha dovuto aspettare fino a gennaio 2016 per fare il suo debutto con i blaugranas. A 9 anni faceva parte dei Benjamín D, squadra con la quale ha fatto la prima presenza per i culésLandry Farré è stato uno dei 76 nuovi acquisti di La Masía interessati dal divieto, ma ha poi avuto un felice ritorno in campo.

Ha quasi sempre giocato sotto età facendo la differenza, venendo spesso inserito nelle diverse Top 11 dei vari tornei giovanili come la Coppa Danone Cup e La Liga Promises, dove ha ottenuto rispettivamente la vittoria della manifestazione e il secondo posto. Lui e Lamine Yamal, suo fraterno amico e altro grande talento blaugrana, hanno spesso trascinato le loro squadre al successo, proprio come è successo sotto la guida tecnica di Marc Serra (una sorta di padre per Landry) e con la Infantil A di David Sánchez.

In questa stagione Farrè fa parte della squadra Cadet B del Barcellona guidata da Marc Serra, dove è l’unico ragazzo ad essere inserito sotto leva. Inoltre, il ragazzo di origini africane è anche stato convocato per la selezione catalana.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Landry Farré è un difensore che abbina ad una grande fisicità una buona tecnica di base.

Veloce, in possesso di una potente progressione palla al piede, sa condurre bene la sfera in piena corsa e superare in slancio gli avversari.

Inoltre, pur essendo di piede destro, se la cava abbastanza bene anche con il mancino e, soprattutto, sa sfoderare dei potenti tiri che gli consentono di essere un “cecchino” su calcio piazzato.

Forte nel gioco aereo, dominante nei duelli corpo a corpo, è difficile da superare nell’uno contro uno essendo reattivo e forte fisicamente.

Farré dà l’impressione che potrebbe essere competitivo anche giocando un paio di anni sotto età, talmente gioca con disinvoltura con i ragazzi più grandi di un anno. Resta concentrato ed attento nei vari movimenti difensivi, sa guidare la difesa con personalità ed autorevolezza dando grande tranquillità all’intero pacchetto arretrato.

Ama uscire palla al piede dalla propria area di rigore mettendo in mostra la forte personalità oltre alle qualità tecniche, talvolta rischiando anche un po’ eccessivamente con le giocate di fino.

Fisicamente molto alto (sembra già arrivare al metro e ottanta), Landry ha già una buona struttura fisica che lo rende dominante nei duelli spalla a spalla e nei contrasti.

Ha le qualità del leader, anche quando è stato spostato in avanti (al Barcellona fanno spesso giocare i ragazzi in diversi ruoli), ha palesato una grande intraprendenza.

In certe occasioni si dimostra un po’ troppo irruento e impulsivo, preferendo azioni d’istinto che lo portano a sbagliare le scelte quando si proietta in avanti.

Il suo ruolo è quello di centrale di difesa, sia destro che sinistro, di un pacchetto arretrato a 4 ma in futuro, viste le sue qualità atletiche, non è escluso che venga impiegato da terzino.

Analisi finale

Punti di forza: Fisicità, tecnica, accelerazione palla al piede, capacità balistiche, calci da fermo, gioco aereo, marcatura, lanci, propensione offensiva, velocità, personalità.
Punti di debolezza: Deve essere meno istintivo e migliorare nelle scelte.
A chi somiglia: Isaak Touré
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Instagram)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *