Kristian Arnstad: talento norvegese classe 2003

INFORMAZIONI: Kristian Arnstad

Nome: Kristian Fredrik Malt Arnstad
Ruolo: Mediano/regista
Data di nascita: 07/09/2003
Altezza: 170 cm.
Piede: Destro

Kristian Arnstad

Kristian Arnstad è un mediano con compiti di regia che si è già guadagnato la possibilità di debuttare con la prima squadra, in occasione della partita dello Stabæk, suo ex club di appartenenza, in Coppa di Norvegia contro l’Elverum del 21 maggio dello scorso anno.

L’esordio tra i professionisti è arrivato dopo che il ragazzo aveva messo a segno 9 reti e sfornato ben 16 assist con la squadra Under 19.

Dal momento del debutto il talento nativo di Oslo ha cominciato a veder crescere la sua popolarità a livello internazionale, attirando l’interesse degli osservatori dell’Anderlecht che l’hanno fatto ingaggiare nel settembre scorso (ha firmato un triennale). Punto fermo delle selezioni nazionali giovanili norvegesi Under 15 e Under 16 (dove è stato capitano), nel club biancomalva Arnstad è stato inserito nella formazione Under 21.

Michael Verschueren, direttore aveva commenta così l’ingaggio del talentino scandinavo: “L’arrivo di Arnstad è in linea con la nostra filosofia In Youth We Trust: dare ai giovani talenti l’opportunità di crescere verso la Prima Squadra, con un mentoring eccellente, spingendoli a diventare giocatori professionisti di alto livello. ”

Gli aveva fatto eco Frank Arnesen , direttore tecnico del team belga: “Arnstad è un giocatore fisicamente forte, che gioca sempre con determinazione e passione. Tecnicamente è molto abile e legge molto bene il gioco. Non si unirà subito alla Prima Squadra. Ogni tanto si allenerà con loro, ma gli daremo il tempo di adattarsi e sviluppare le sue abilità nella nostra accademia per giovani. “

“Unirsi all’Anderlecht è una decisione ben ponderata. Questo club ha una reputazione eccellente in tutta Europa quando si tratta dello sviluppo dei giovani giocatori. I giovani giocatori ricevono fiducia e opportunità qui. Lo stile di gioco che Vincent Kompany sta portando in questo club, è davvero attraente. Spetta a me farlo accadere, prima con la squadra degli U21 e, in una fase successiva, si spera anche con la prima squadra”, aveva dichiarato Arnstad al sito del club.

Arnstad ha mosso i primi passi nel mondo del calcio nel Heming IL, in seguito è passato allo Stabæk (è stato anche in prova al Manchester United) e, in questa stagione, si è già allenato più volte con la prima squadra dell’Anderlecht guidata da Franky Vercauteren.

Caratteristiche tecniche e tattiche

Kristian Arnstad è un playmaker brevilineo dotato di una buona tecnica di base, rapido e molto bravo negli spazi stretti, dove riesce ad eludere con eleganza il pressing serrato degli avversari.

Estremamente dinamico, si smarca con grande continuità, ricevendo una quantità industriale di palloni che, in copiosa misura vengono rapidamente “verticalizzati” per mezzo di precisi passaggi filtranti.

Arnstad cerca spesso di dare profondità al gioco della sua squadra, riuscendo con profitto a smarcare i suoi compagni in prossimità della porta avversaria, risultando un fine assistman.

Ha una buona visione di gioco anche se, in certe occasioni non riesce a cogliere perfettamente i tempi della giocata.

In possesso di notevoli capacità balistiche, sa rendersi molto pericoloso dalla media-lunga distanza inoltre, pur essendo destro, sa disimpegnarsi abbastanza bene anche con il sinistro.

Fisicamente brevilineo, Kristian deve ulteriormente rinforzare la sua struttura corporea in modo da essere ancora più competitivo nei contrasti (ha comunque una notevole cattiveria agonistica).

Ha una forte personalità, non ha paura delle responsabilità, è un leader tecnico e, non a caso, è spesso capitano in nazionale.

Tatticamente può agire da vertice basso in un 4-3-3 e, in un 4-2-3-1, può giocare al fianco di un centrocampista con caratteristiche fisiche e tecniche complementari alle sue.

Analisi finale

Punti di forza: Dinamismo, intensità di gioco, visione di gioco, capacità aerobiche, tecnica, capacità balistiche, tackle, dribbling stretto, conduzione della palla, recupero palla, leadership, rigorista.
Punti di debolezza: Deve rafforzarsi fisicamente e, in certe occasioni, perfezionare i tempi di gioco.
A chi somiglia: Lucas Torreira
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: Instagram)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *