Kornelius Norman Hansen: 2001 – Norvegia

Nome: Kornelius Norman Hansen
Ruolo: Ala sinistra
Data di nascita: 06/05/2001
Altezza: 175 cm
Piede: Destro

BIOGRAFIA

Il calcio italiano se vorrà recuperare le posizioni perse nei confronti degli altri principali campionati europei, pieni di squadre ricche e ben organizzate, dovrà certamente puntare su uno scouting distribuito capillarmente su tutto il Vecchio Continente (e non solo). Anticipare la concorrenza ed evitare che i migliori prospetti, già in giovanissima età, possano finire in società potenti, diventa fondamentale per riuscire ad essere competitivi.
Purtroppo questo non si verifica ancora in maniera sistematica e così capita che uno dei migliori scandinavi, l’ala sinistra Kornelius Norman Hansen, finisca al Southampton, club non di certo appartenente all’elite del calcio britannico, ma comunque ben organizzato a livello di scouting. Infatti, da luglio scorso Kornelius è un giocatore dei “Saints”, club con il quale ha firmato un contratto di 3 anni.
Evidentemente agli osservatori inglesi non sono sfuggite le prestazioni di Hansen con la nazionale Under 16, dove può vantare uno score di 8 gol in 16 partite e sicuramente saranno stati ancora più soddisfatti nel notare i progressi fatti dal talentino di Larvik sia con la squadra Under 18 del Southampton, sia con l’Under 17 norvegese, con la quale ha messo a segno 7 reti e 2 assist nel percorso di qualificazione al prossimo europeo di categoria. Hansen era seguito da tutti i maggiori club europei, ma alla fine ha optato per un team che gli potesse permettere un più facile accesso al mondo del professionismo. D’altronde il suo agente ha lavorato per ben 6 mesi per portare in ragazzo in Inghilterra; una trattativa lunga che è partita dal Natale del 2016.
“È grande! Da quando ho iniziato a giocare a calcio ho sempre sognato di giocare all’estero”, ha affermato il ragazzo subito dopo la firma.
Hansen è andato ad allungare la lunga tradizione dei giocatori norvegesi che hanno vestito la maglia del Southampton, prima di lui ci sono stati: Claus Lundekvam, Egil Østenstad, Trond Egil Soltvedt, Jo Tessem e Stig Johansen.
Il direttore sportivo del Fram Larvik, ex squadra del ragazzo, Ørjan Berg Hansen, lo descrive così: “È un vero passo in avanti. Kornelius ha qualcosa di straordinario che raramente vedi in Norvegia. È un giocatore molto completo, che sembra abbia giocato a calcio dieci anni in più di quanto abbia fatto realmente. Ha buone capacità di base e un’ottima visione di gioco. È mentalmente forte e ha un sacco di coraggio, quindi penso che farà molto bene. So che la decisione di trasferirsi a Southampton è ben ponderata e ha buoni presupposti.” (tratto da www.nrk.no)
I primi tempi in Inghilterra non sono stati semplicissimi per Hansen, c’è voluta una fase di adattamento, anche perché ha iniziato ad allenarsi tutti i giorni, confrontandosi con ritmi e velocità totalmente diverse da quelle dei campionati giovanili norvegesi. Inoltre, durante gli allenamenti è stato aggregato al gruppo degli Under 23, mentre le partite le ha giocate, sempre da sotto età, con l’Under 18 dei “Saints”, con la quale ha messo a segno 2 gol e un assist in 12 presenze.

CARATTERISTICHE TECNICHE E TATTICHE

Kornelius Norman Hansen è un’ala sinistra di piede destro, abile tecnicamente, veloce, in possesso di un buon dribbling e di notevoli capacità balistiche. Ama partire dalla corsia mancina per poi accentrarsi ed andare al tiro con il piede; le sue conclusioni “a giro” sono veramente spettacolari e di precisione “chirurgica”.
Quando parte in dribbling può lasciare sul posto 2-3 avversari, “ubriacandoli” di finte e doppi passi, ma questo non gli fa perdere concretezza nel momento del tiro, come dimostrano i suoi numeri con le selezioni giovanili norvegesi. Non è un giocatore egoista, anzi non è raro vederlo sfornare degli assist “al bacio” per i suoi compagni di squadra.
In possesso di baricentro basso, Hansen sa difendere abbastanza bene la palla, resistendo alle cariche degli avversari più prestanti di lui.
Può migliorare nella fase difensiva e anche nelle scelte; talvolta s’intestardisce troppo nell’azione individuale, perdendo il tempo giusto del tiro o del passaggio.
Tatticamente il ruolo dove rende meglio è quello di ala sinistra, anche se in situazioni di emergenza è stato impiegato da trequartista.

ANALISI FINALE

Punti di forza: Tecnica, capacità balistiche,velocità, dribbling, cross.
Punti di debolezza: Deve migliorare in fase difensiva e nei tempi di gioco.
A chi assomiglia: Jevhen Konopljanka
Valutazione: 3,5/5

(Fonte foto: www.twitter.com)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *